Aurora Boreale tutto quello che c'è da sapere
Islanda,  Lapponia,  Norvegia,  Svezia

Aurora Boreale 2020: Periodo migliore per vederla

171 Condivisioni

Stai provando a raccogliere tutte le informazioni su come vedere l’aurora boreale nel 2020, ma ti sei reso conto che, per avere un’idea chiara, devi trovare una guida precisa e dettagliata che ti chiarisca le idee una volta per tutte? Purtroppo, però, hai già sfogliato parecchi articoli, ma non sei ancora riuscito a scovare quello che faccia al caso tuo?

In realtà, non è così perché sei proprio nel posto giusto al momento giusto! Ti basterà avere qualche minuto di tempo libero ed in men che non si dica conoscerai tutti i piccoli-grandi accorgimenti per andare a caccia di aurora boreale e vederla con i tuoi occhi!

Non perdiamo altro tempo! Siediti bello comodo ed inizia a fantasticare sul momento in cui organizzerai il tuo viaggio per vedere l’aurora boreale, la regina dei cieli! 

A me non resta che augurarti una buona lettura!

Cos’è l’aurora boreale

In realtà questa è una domanda meno banale di quello che potresti pensare. Se hai un pò di tempo da dedicarmi, te lo spiego volentieri!

Sono ormai moltissime le fotografie che hai sfogliato, ma ancora non sai rispondere alle domande “Che cos’è l’aurora? Come si forma?”. Ottimo, allora direi di partire proprio da questo!

L’aurora polare (detta anche boreale se si verifica nell’emisfero settentrionale) è un fenomeno ottico generato dalle particelle emesse dal Sole che, entrando in contatto con i gas presenti nell’atmosfera terrestre, dando vita ad uno spettacolo di luci danzanti. 

“Danzanti? Ma si muovono davvero?” Esatto, è proprio così! 

Le luci dell’aurora boreale sono in continuo movimento, delle volte lente ed altre più veloci. Quella che formano è una vera e propria danza nel cielo. Come sempre, però, le definizioni rendono le cose più complicate di quanto non lo siano in realtà. Quindi, leggi il paragrafo qui sotto per capire meglio cos’è l’aurora boreale e come si forma!

Come si forma l’aurora boreale

Per comprendere come si forma l’aurora boreale, bisogna partire dal Sole. L’energia prodotta da Sole tramite la fusione nucleare, genera il plasma. La maggior parte del plasma viene trattenuto dal Sole stesso e, sulla Terra, giunge solo un flusso continuo di particelle: il cosiddetto vento solare. Quando il vento solare entra nell’atmosfera terrestre ,forma le aurora boreali. Tutta questa calma che il Sole trasmette, come ben sai, è solo apparente: esistono alcune zone sulla nostra stella, chiamate macchie solari, che hanno temperature molto diverse rispetto al resto della superficie. Questo può generare delle forti esplosioni di dimensioni inimmaginabili, che possono emettere una grande quantità di plasma e generare aurore boreali straordinarie.

Diciamo che potrebbe essere un fenomeno paragonabile ad una goccia di acqua buttata in una pentola di olio bollente, ecco.

L’enorme quantità di energia sprigionata dal Sole, impiega circa 50h per raggiungere la Terra. Le particelle emesse dal Sole entrano in collisione con i gas presenti nell’atmosfera terrestre, creando questo fenomeno ottico che prendere il nome di aurora polare. A seconda dei gas presenti, l’aurora avrà gradazioni di colori differenti; generalmente, però, variano dal verde, all’azzurro, al viola, ma esistono anche le aurore rosse, che si verificano quando il vento solare è molto forte. Lo scontro tra il plasma e l’atmosfera terrestre, genera correnti elettriche che vanno a scaricarsi presso i poli, generando Aurore Boreali (al Polo Nord) ed Australi (al Polo Sud).

Periodo migliore per vedere l'aurora boreale

Il sole ha dei cicli di circa 11 anni, ovvero un periodo che va da una fase di attività minima ad una di attività più intensa. Fino al 2018 ci sono state buone possibilità di ammirarla. Gli anni che stiamo vivendo, invece, sono anni in cui l’attività solare è minima e, di conseguenza,  le occasioni per vedere l’aurora boreale nel 2020 sono più rare. Quando arriverà (finalmente) il 2025, l’attività solare avrà raggiunto di nuovo l’apice del suo ciclo e daremo il via alle danze della signora verde. 

Ciò non esclude, però, che si possa verificare qualche tempesta solare e generare delle aurore che passeranno alla storia.

Bassa attività solare non significa che non ci siano aurore boreali, ma che sono delle aurore fievoli, con basso indice kp (continua a leggere per scoprire di cosa si tratta).  Per questo, voglio comunque darti qualche dritta sul periodo ed i luoghi migliori in cui assistere a questo fenomeno di Madre Natura, per iniziare a sognare il tuo prossimo viaggio.

Luoghi migliori per vedere l'aurora boreale

I mesi da ottobre a marzo rappresentano il periodo in cui il fenomeno naturale dell’aurora boreale è più visibile in paesi come Norvegia settentrionale, Svezia e Islanda. Gli orari della giornata migliori sono le prime ore della notte: circa dalle 21 all’una di notte. I luoghi migliori in cui vedere l’aurora boreale sono le zone più vicine al Polo Nord. Precisamente alle latitudini da 66 a 72 gradi dell’emisfero settentrionale: zone tendenzialmente fredde ed innevate.

Per scegliere il periodo migliore bisogna tenere in considerazione soprattutto il luogo scelto per assistere allo spettacolo di luci danzanti, in quanto non vale la stessa regola per tutti i posti, anche se più o meno è abbastanza simile. 

Ecco i luoghi migliori in cui vedere l’aurora boreale:

  • l’aurora boreale in Islanda si può vedere da ottobre fino a marzo. Il luogo migliore in assoluto è la laguna glaciale di Jökulsárlón, in cui i colori dell’aurora riflettono la loro bellezza nell’acqua e sui pezzi di ghiaccio.
  • l’aurora boreale in Norvegia, invece, si può vedere solo nella zona settentrionale, sempre nel periodo invernale/primaverile. Il luogo migliore in assoluto sono le Isole Lofoten.
  • vedere l’aurora boreale in Lapponia svedese, e più nello specifico, nella cittadina di Abisko è una cosa da provare almeno una volta nella vita. Ad Abisko si trova anche l’Aurora Sky Station, l’osservatorio dell’aurora boreale. Qui potrai soggiornare nel Parco Nazionale di Abisko. Il periodo migliore è sempre quello da ottobre fino alle prime settimane di marzo.

Dai un’occhiata qui se ti va di approfondire i luoghi migliori in cui vedere l’aurora boreale!

Posti economici per vedere l’aurora boreale

Una mia amica e grande viaggiatrice dice sempre: “Più in un luogo fa freddo e più il costo della vita aumenta”.

È sicuramente vero, i paesi che sviluppano il loro territorio oltre il circolo polare artico, non sono mete propriamente low cost. Devi sapere che non esistono posti economici per vedere l’aurora boreale, ma con dei piccoli-grandi accorgimenti puoi evitare di spendere una fortuna.

  • Durante un viaggio per vedere l’aurora boreale in Norvegia, ti consiglio di limitare al massimo le cene al ristorante, bensì di portare il cibo da casa. Non che in Norvegia non ci sia cibo, anzi, solo che costa di più. Prediligi alloggi con la cucina e spostati con i mezzi pubblici (efficientissimi). 
  • Durante un viaggio per vedere l’aurora boreale in Islanda, vale esattamente lo stesso concetto per quanto riguarda il cibo. Ma, se hai intenzione di vedere l’Islanda in lungo e in largo, ti sconsiglio di utilizzare i mezzi pubblici, bensì di noleggiare l’auto. In più persone sarete, però, più riuscirete a risparmiare.

Non sei obbligato ad acquistare un tour per vedere l’aurora boreale: l’aurora boreale è GRATIS e con i consigli che ti darò in questa guida, potrai tranquillamente andare a caccia d’aurora da solo.

  • Ma, sicuramente prenotare un’escursione per vedere l’aurora boreale in Lapponia, ha tutto il suo fascino, anche se la fa scendere all’ultimo posto dei luoghi economici per vedere l’aurora boreale. Dai un’occhiata qui per scoprire quanto costa un viaggio in Lapponia svedese.

Come fotografare le luci del nord

Per assistere al meglio alla danza delle luci del nord, se non hai optato per un tour guidato per vedere l’aurora boreale, recati in un luogo buio e lontano dall’illuminazione delle città. Ti consiglio di portare con te una pila da testa ed alcune batterie di scorta, così da essere preparato se il freddo dovesse giocare un brutto scherzo alla carica, come spesso accade. 

Se hai in programma di fotografare lo spettacolo a cui stai per assistere, dovrai munirti di macchina fotografica e cavalletto, per fotografie in lunga esposizione. 
Su Amazon puoi trovare alcuni cavalletti molto leggeri e maneggevoli, ma allo stesso tempo stabili. Quest’ultima caratteristica è indispensabile per far fronte all’eventuale vento. Questo è molto ben recensito e davvero pratico e maneggevole.

Per fotografare l’aurora boreale imposta la macchina così: apertura f/2.8, ISO 800 (aumenta se è molto buio) e 8 secondi di tempo di esposizione. Tieni presente che se l’aurora si muove molto rapidamente, dovrai ridurre il tempo di scatto.

aurora boreale tutto quello che c'è da sapere
Guarda il treppiedi su Amazon

Prima di iniziare il tour per vedere l’aurora boreale, ti consiglio di installare l’applicazione “My Aurora Forecast” sul tuo smartphone. Ti sarà molto utile per conoscere l’indice KP corrente (tranquillo, tra poco ti spiego cos’è) e scoprire la possibilità che hai di vedere l’aurora, in base al luogo in cui ti trovi.
Ho scelto per te l’applicazione che ritengo più precisa ed affidabile, che puoi scaricare direttamente dallo store del tuo dispositivo cliccando semplicemente qui: App Store o Google Play.

Il dato più importante da interpretare è proprio L’INDICE KP.

Ti stai chiedendo cosa sia? Scopriamolo insieme!

L’indice KP è un valore che va da 0 a 9. Usando questa scala, è facile determinare quale numero di KP è necessario per avere la possibilità di vedere l’aurora dove sei. Ciò significa che a indice KP 0 c’è un’aurora molto debole o inesistente, mentre al massimo, 9, è in corso  una grande tempesta geomagnetica con aurore visibili probabilmente in Francia e persino nel nord della Spagna. Ecco un grafico che lo rappresenta perfettamente:

indice kp aurora boreale

“Ma Eleonora, servirà pur a qualcosa quest’applicazione o devo farmi tutto il lavoro io?”

Tranquillo fa tutto lei: tiene in considerazione il KP corrente e ti fornisce la percentuale di possibilità di vedere l’aurora, in base al luogo in cui ti trovi ed alle condizioni meteorologiche. Eh già, perchè con il cielo coperto non ci sono molte probabilità di vederla; ma continua a leggere che dopo ti dirò cosa fare se il cielo è nuvoloso.

come vedere l'aurora boreale
Come vedere aurora boreale

L’applicazione mostra anche una lista dei migliori paesi in cui vedere l’aurora in tempo reale, una rappresentazione grafica di questo fenomeno e le immagini del Sole per vedere quante macchie solari sono presenti. È inoltre possibile consultare le previsioni dell’aurora boreale.

Non ti serve nient’altro per vedere e fotografare l’aurora boreale, uno degli spettacoli più belli di Madre Natura.

Ricorda di scegliere un luogo buio e se le probabilità dell’applicazione saranno buone, non dovrai far altro che attendere per assistere alla danza dell’aurora boreale. 

Anche se il cielo è coperto? O posso starmene al calduccio davanti al camino? Continua a leggere per scoprire i miei consigli (ho ancora un piccolo segreto da svelarti)!

 

Abbigliamento artico per uscire a caccia di aurora boreale

Vuoi sapere il segreto per non avere freddo mentre aspetti l’aurora boreale? Beh.. forse non è proprio un segreto: vestirti come un omino Michelin! 

Ecco gli strati da indossare per uscire a caccia di aurora boreale:

  1. Intimo tecnico, il più importante. Non badare a spese per questo, il più bello e che svolga al meglio il suo ruolo. Perfetto se in lana merino.
  2. Calze tecniche, anche queste in lana merino.
  3. Pile e maglioni in abbondanza.
  4. Pantaloni felpati.
  5. Guanti touch sotto i guanti da sci.
  6. Berretta, paraorecchie o colbacco (soprattutto se in Lapponia)
  7. Scaldacollo.
  8. Giacca e pantaloni antivento o tuta da sci, perfetti se impermeabili.

In molti utilizzano anche delle bustine riscaldanti, per tenere al caldo soprattutto le estremità. Però, io (che sono una freddolosa cronica) vestita esattamente come ti ho appena elencato, non ne ho mai avuto bisogno, neppure durante il mio viaggio per vedere l’aurora boreale in Lapponia. Al massimo puoi scaldarti con una bella corsetta! A parte gli scherzi, se il freddo ti spaventa, queste possono essere una buona soluzione, oltre alla tuta artica che viene spesso noleggiata in questi luoghi.

La mia esperienza a caccia della regina dei cieli

La primissima volta in cui sono uscita in cerca d’aurora, sono rientrata molto perplessa ed anche un pò abbattuta. 

Perché?

Ora ti spiego per chiarirti le idee una volta per tutte ed arrivare al giorno in cui uscirai anche tu per vedere l’aurora boreale, preparatissimo. La fotografia qui sotto rappresenta ciò che ho visto la prima sera in cui sono uscita a caccia d’aurora. Sono rientrata chiedendomi: “Sul serio lo spettacolo delle luci danzanti di cui tutti parlano, è solo quella roba lì? Allora è tutto merito di Photoshop??”
La sera successiva ho visto l’aurora sul serio e non aveva nulla a che fare con questa.

  1. Chiariamo il primo concetto: se l’aurora boreale c’è, la vedi ad occhio nudo.
    Non commettere il mio stesso errore di trascorrere tutta la sera con gli occhi al cielo alla ricerca della minima macchiolina verde nascosta tra le stelle. Ovviamente dipenderà molto dall’indice KP, ma finchè non vivrai l’esperienza di non saper più dove guardare perchè l’aurora riempirà il cielo davanti e sopra di te, non potrai dire d’aver assistito allo spettacolo delle luci danzanti.
  2. L’aurora boreale non è bianca!! Questa è decisamente una leggenda metropolitana!
    È, però, vero, che l’aurora assume colorazioni diverse in base ai gas presenti nell’atmosfera. Generalmente variano dal verde, al viola, al rosso più o meno chiaro.
Aurora boreale dove e quando ammirarla
L'aurora la sera successiva

3.  Se il cielo è coperto, esci comunque. 
Nei paesi lapponi, ma anche in Islanda, non è raro che il vento spazzi via tutte le nubi in pochi istanti, e lasci dietro di se uno spettacolo indimenticabile. 

4.Quando sei all’aperto, direziona il tuo sguardo a nord!

5.La luna piena, sarà tua nemica, in caso di una piccola aurora boreale, ma lo spettacolo del paesaggio circostante illuminato dalla neve, compenserà la “sfortuna”.

6. Le temperature troppo basse, sono nemiche dell’aurora boreale.

Lo sapevi che in Islanda esiste un hotel con chiamata in camera in caso di avvistamento di aurora boreale? L’Hótel Laxá è famoso per l’avvistamento della regina dei cieli assicurato, per un soggiorno di almeno 3 notti! Dagli un’occhiata su Booking ed inizia ad organizzare il tuo viaggio a caccia di aurora boreale in Islanda.

Viaggio per vedere l'aurora boreale in Lapponia nel 2020

Vorresti assistere alla danza dell’aurora boreale con una guida esperta, per evitare di vagare senza una meta, andando così a colpo sicuro?

Mi dispiace dirtelo, ma con l’aurora boreale non esiste niente di sicuro!

Nonostante tu lo sappia molto bene, ti piacerebbe provare, almeno una volta, ad uscire a “caccia” delle luci del nord con una persona che sappia il fatto suo? Oppure, molto più semplicemente, non hai mai visto l’aurora boreale e vorresti concederti un’escursione guidata per ammirarla? 

Se le cose stanno così, che aspetti a concederti un bel viaggio per vedere l’aurora boreale in Lapponia nel 2020, senza aspettare ulteriore tempo prezioso?

Sappi che se ci hai fatto anche solo un pensierino, la il tour a caccia d’aurora boreale in Svezia, nella bellissima Lapponia svedese, è ciò che fa per te. 

In Lapponia svedese, nei pressi della cittadina di Kiruna, non posso che consigliarti di affidarti a Kiruna Guidetur. Con la loro professionalità ti faranno vivere un’esperienza indimenticabile. Le escursioni tra cui puoi scegliere sono molte: puoi guidare una slitta trainata dai cani sotto l’aurora boreale o, addirittura, goderti lo spettacolo al caldo su un mezzo cingolato. Io ti consiglio l’escursione con le motoslitte serale, a caccia d’aurora boreale: un po’ più freddina, ma potrebbe decisamente valerne la pena! 

Dopo averti insegnato come guidare la motoslitta, la guida accompagnerà il tuo gruppo nei boschi svedesi, in cerca dell’aurora boreale.

Il tour per avvistare l’aurora boreale in Lapponia nel 2020, avrà finalmente inizio!

Una gita fantastica tra alberi ricoperti di neve ed un cielo tanto scuro quanto bello. La neve riflette la luna ed illumina le tracce che le motoslitte lasciano dietro di loro. Gli alberi ricoperti di neve con i fari della motoslitta brillano, come fossero ricoperti di diamanti.

“Sembra un bosco di Swarovski” ho pensato, ma sai cosa ti dico? Un’esperienza così, non vale quanto una negozio intero di oggetti luccicanti: vale molto di più!

Quando ci si ferma e si spengono le motoslitte, il silenzio è assordante. Se sarai fortunato potrai godere dello spettacolo dell’aurora boreale sopra di te e sarà davvero qualcosa di unico, anche se sarà la centesima volta in cui la vedrai!

E se non ci sarà l’aurora boreale?

Dopo aver spento le motoslitte, la guida vi accompagnerà nel bosco fino ad una tipica casetta in legno. All’interno si accenderà il fuoco e vi potrete scaldare. Qui verranno servite alcune prelibatezze della Lapponia, come carne di renna e caffè svedese.
La guida racconterà storie e miti sull’aurora boreale. Se nel frattempo il cielo non si sarà liberato dalle nubi, permettendo di ammirare l’aurora boreale, non sentirai comunque d’aver sprecato i tuoi soldi, perché sarà stata un’esperienza molto suggestiva comunque.

Noi siamo stati sfortunati perché il cielo non si è scoperto nemmeno per un secondo. Il ragazzo svedese con il quale abbiamo fatto l’escursione, ha detto una frase che mi ha colpito molto e mi ha fatto riflettere: “A me non serve sapere che ore sono, la vita è adesso e voglio godermi ogni secondo, voglio rilassarmi davanti a questo fuoco e restare così, semplicemente fermo a godermi l’attimo.” Devo ammettere che aveva immensamente ragione: è stata una serata speciale, ricca di emozioni, anche senza l’aurora in cielo.

Quanto costa il tour per vedere l’aurora boreale?

Il costo dell’escursione con le motoslitte e l’assaggio di specialità locali, ma senza cena, è di 1790 SEK (circa 180 euro) per 2 persone con una motoslitta inclusa.

In alternativa, potresti  valutare di regalare o regalarti un’escursione a caccia d’aurora a Rovaniemi, in Finlandia, al costo di circa 70 euro; un vero e proprio tour fotografico nella magica Norvegia o, se proprio vuoi esagerare, un tour in quad alla ricerca dell’aurora boreale da Reykjavík per vivere un’esperienza unica tra i bellissimi paesaggi islandesi.  

Hai davvero l’imbarazzo della scelta su dove organizzare un tour per vedere l’aurora boreale nel 2020!

Scopri come comunicano le destinazioni ai tempi di COVID-19

Vedere l'aurora boreale da casa in diretta streaming: webcam live

Non importa che tu l’abbia vista 10, 100 o 1000 volte.. non importa che tu, magari, non l’abbia mai vista con i tuoi occhi.. vedere l’aurora boreale dal proprio divano di casa, prima di andare a dormire o appena svegli, ti scuote l’anima. Punto. È l’emozione che brilla negli occhi quando la aspetti, lo scopo. È il restare lì incantato davanti allo schermo, come un bambino che guarda i cartoni, incosciente di ciò che accade intorno a se.

Prepararsi per vedere l’aurora boreale in streaming live: il necessario

  1. Telefono carico o, in alternativa, power bank
  2. Una buona connessione internet
  3. Luminosità dello schermo del telefono, tablet o pc al massimo
  4. Viveri per sopravvivere un paio d’ore senza alzarsi dal divano
  5. Abbigliamento consigliato: pigiama.

Tutto pronto per vedere l’aurora boreale in streaming?

Hai 2 fasce orarie indicative per vedere l’aurora da casa: dalle 04 alle 10 di mattina, oppure dalle 21 a mezzanotte.

“Ma come Eleonora, l’aurora boreale si verifica 2 volte in un giorno??”

No assolutamente, semplicemente per vedere l’aurora boreale da casa in diretta, ti basterà collegarti ad una delle 2 webcam live che sto per consigliarti:

  • la prima, è posizionata in Canada e, di conseguenza potrai vederla la mattina, tra le 04 e le 10, quando sarà buio notte la, considerando il fuso orario. Ti basterà collegarti al canale YouTube di Explore.org o direttamente al video dell’aurora live. Su questo canale è installata una webcam a 360 gradi, per avere una vista complessiva del cielo e dell’aurora da ogni sua angolazione;
  • La seconda webcam che ti consiglio, invece, si trova in Lapponia finlandese, quindi gli orari di buio coincidono indicativamente con i nostri e potrai vederla dalle 21 di sera circa. Ecco qui il link al video.

Se ti sei perso l’aurora in diretta streaming, entrambe le cam hanno la possibilità di “andare indietro nel tempo” fino a 12 ore.

È sempre possibile vedere l’aurora boreale in streaming?

Il periodo migliore per vedere l’aurora boreale è in inverno, quando le ore di luce sono ridotte, indicativamente nei mesi da settembre a marzo. Non sempre sarà possibile vedere l’aurora boreale in streaming, perché non sempre ci sarà. Potrebbero esserci lunghi periodi in cui il cielo sarà coperto e non ne si vedrà nemmeno l’ombra, periodi in cui sarà immensa e periodi in cui sarà una piccola striscia verde nel cielo.

Quello che puoi fare è fare un po’ di allenamento, proprio come se fossi realmente sopra il circolo polare artico: collegati alla webcam e, se il cielo è limpido e vedi le stelle, potresti avere buone probabilità di vederla. Nel frattempo scarica l’App aurora forecast e, in base all’indice Kp, valuta quante possibilità hai di vederla in base al luogo in cui ti trovi virtualmente.

Tutto chiaro come vedere l’aurora boreale da casa con una webcam live?

A me stessa è capitato di vedere l’aurora boreale proprio stamattina, mentre scrivevo quest’articolo: mi sono collegata per caso e sono rimasta per 20 minuti ad osservare la danza della signora verde in cielo…

aurora boreale in streaming live
Questa foto dell'aurora boreale è un vero fermo immagine della fotocamera live

Il fatto che si possa assistere al fenomeno dell’aurora boreale con una webcam live, non compenserà sicuramente il vederla dal vivo, ma se ti immedesimi per bene, saprà regalarti emozioni uniche. Quello che stai guardando attraverso uno schermo, sta realmente accadendo nel cielo del Canada o della Lapponia Finlandese ed i tuoi occhi lo stanno guardando in diretta!

Allora, hai già messo un promemoria per stasera? Tranquillo l’aurora boreale in diretta streaming, diventerà un appuntamento fisso (ovvio, prima di organizzare il tuo viaggio per essere lì ad ammirarla di persona)!

FAQ - Domande con risposte

Quando vedere l'aurora boreale?

Dalla fine dell’autunno, all’inizio della primavera, avrai più probabilità di vedere l’aurora boreale. Generalmente nei mesi da settembre a marzo, nelle ore dalle 21.00 all’1.00 di notte.

Dove vedere l'aurora boreale?

È possibile vedere l’aurora boreale al di sopra del circolo polare artico e l’aurora australe, al di sotto del circolo polare antartico. La regola generale per scegliere il luogo in cui vedere l’aurora boreale, per avere più probabilità di assistere allo spettacolo, è che sia un posto dal clima freddo (ma non troppo) e secco. I posti migliori sono: le Isole Lofoten, in Norvegia Settentrionale, la Lapponia svedese, la Finlandia e l’Islanda.

Come si forma l'aurora boreale?

Come si forma l’aurora boreale? Tutto merito delle macchie solari (zone del Sole dove c’è una forte attività magnetica). L’aurora boreale è prodotta dalle particelle energetiche emesse dal Sole, che viaggiano nello spazio formando il vento solare. Queste particelle solari, giungono fino al campo magnetico terrestre e, quando entrano in collisione con i gas presenti nell’atmosfera, formano le aurore boreali.

Perché l’aurora boreale assume diversi colori? È vero che l’aurora boreale è bianca?

È bene essere chiari fin da subito: l’aurora boreale bianca, non è aurora boreale!
Ma come?! Io ho visto un’aurora bianca!”. Mi dispiace deluderti, ma molto probabilmente, si trattava semplicemente di.. nuvole. L’aurora può assumere colori e gradazioni diverse, che generalmente variano dal verde, all’azzurro e, in alcuni casi, rosso e viola. Lo spettacolo al quale assisterai, prenderà gradazioni di colore diverso, in base ai gas presenti nell’atmosfera: ad esempio, l’ossigeno atomico è responsabile del colore verde; l’ossigeno molecolare per il rosso e l’azoto causa aurora boreali dal colore blu.

È vero che l’aurora boreale si muove?

Sì! Quella dell’aurora viene infatti definita come una danza: delle volte sinuosa e delle volte molto frenetica.

In caso di una forte esplosione solare, quanto tempo ho per organizzare un viaggio per vedere l'aurora boreale?

A seguito di un’esplosione solare la grande quantità di energia sprigionata dal sole, impiega circa 50h per raggiungere la Terra (e di conseguenza generare aurore boreali). Hai poco tempo per organizzare il tuo viaggio per vedere l’aurora boreale oltre il circolo polare artico, ma lo spettacolo sarà assicurato! 

Curiosità sull'aurora boreale: l'origine del nome

In finlandese, il nome dell’aurora boreale è “Revontulet”, che tradotto letteralmente significa “luci della volpe”. Il nome deriva da un’antica storia che viene tramandata da secoli, che racconta che il fenomeno delle luci del nord è causato da una volpe magica che spazza con la coda la neve spargendola nel cielo. Secondo questa leggenda, la volpe, corre veloce fra le montagne innevate, tenendo bassa la cosa. Quando la coda della volpe tocca il suolo innevato, i fiocchi volano verso il cielo dando vita all’aurora boreale, o ai cosiddetti “fuochi della volpe”.

 

Leggende e superstizioni sull'aurora aurora boreale

Se sei superstizioso, non urlare, fischiare o battere le mani durante un’aurora boreale. Secondo un’antica leggenda, è vietato fischiare, applaudire o richiamare l’attenzione dell’aurora boreale.  Questo, infatti, potrebbe attirare gli spiriti che si abbatterebbero sul trasgressore. Sebbene sia solo una leggenda, io scelgo di restare in silenzio! 

Vedere l’aurora boreale in Italia: fantasia o realtà?

Sì, o meglio, è accaduto l’ultima volta il 30 ottobre del 2003. L’attività solare quei giorni è stata fuori dall’ordinario (visto? Come ti dicevo è davvero difficile fare delle previsioni sull’aurora boreale) ed è stata avvistata fino alle nostre latitudini. In particolare, sono diventate famose le foto scattate a Cortina quella notte, con l’ombra delle Dolomiti a farne da cornice. Ecco qualche scatto. Chissà che possa accadere di nuovo, magari con il prossimo ciclo del sole.

L’aurora boreale emette suoni?

Come fa l’aurora boreale ad emettere suoni? Beh, in realtà non c’è ancora una vera e propria spiegazione scientifica, ma si pensa che questi suoni siano prodotti dai movimenti nel campo magnetico. Ascolta la registrazione effettuata dall’Esa:

È possibile vedere l’aurora boreale dal finestrino di un aereo?

Sì, sì, sì e decisamente sì. Vedere l’aurora boreale dal finestrino di un aereo non è una leggenda metropolitana. La primissima volta in cui ho visto l’aurora boreale è accaduto proprio così: stavamo per atterrare a Tromsø in una sera di febbraio, e prima dell’atterraggio abbiamo visto l’aurora boreale proprio sotto di noi. Inutile dirti che è stata un’emozione unica.

Conosci qualche idea regalo a tema aurora boreale?

Certo! Puoi optare per un puzzle che si illumina al buio da 1000 pezzi, oppure uno strepitoso copripiumino o, se il destinatario del tuo regalo è una lei, potresti regalarle un ciondolo che richiama la danza dell’aurora boreale con riflessi che si muovono in base alla luce.

Beh, che altro aggiungere? Non mi resta che augurarti buon viaggio (reale o virtuale), perché dopo aver letto questa guida sei più che pronto per organizzare il tuo viaggio per vedere l’aurora boreale nel 2020 con i tuoi occhi!

Hai qualche dubbio o domanda o vorresti raccontare la tua prima volta? Lascia il tuo commento qui sotto!

A presto!

Appunta l’articolo per dopo, Pinnalo!

Ti è piaciuto quello che hai letto? Vuoi essere aggiornato sui nuovi articoli? Iscriviti gratis!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post (tranquillo, non ti stalkerizzerò (😂) e potrai cancellare l'iscrizione in qualsiasi momento)

Iscriviti alla nostra newsletter e unisciti agli altri 54 iscritti.

Manteniamo i tuoi dati privati e condividiamo i tuoi dati solo con terze parti che rendono possibile questo servizio. Leggi la nostra politica sulla privacy completa.

171 Condivisioni

Fondatrice del blog Sarà Perchè Viaggio. Amante della Norvegia e aurora boreale dipendente. La mia vita ruota attorno a 3 cose: esplorare, sognare e scrivere.

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

171 Condivisioni
Share
Tweet
Share
Pin