,

Isole Lofoten: Organizzare il Viaggio dalla A alla Z

Tour alle Isole Lofoten in barca

Se stai per organizzare un viaggio alle Isole Lofoten fai da te, innanzitutto lasciami dire che hai avuto un'ottima idea.  Indipendentemente dal periodo in cui stai programmando la partenza, questa terra di pescatori, fiordi, casette di legno sul mare, aurore boreali e sole di mezzanotte, ti entrerà nel cuore. Vale la pena andare alle Isole Lofoten solo se si è disposti a capire che qui la natura domina ancora l’uomo e non viceversa. Che ci si può emozionare davanti a tanta bellezza e che sì, certi spettacoli esistono davvero. In questo luogo la pace è palpabile, tanto da far sincronizzare i cuori e farli battere alla stessa velocità con cui un fiocco di neve si posa a terra. Con i consigli che stai per leggere riuscirai a vivere al meglio questo viaggio alle Isole Lofoten. Sei pronto? Dai che si parte!

Viaggio fai da te alle Lofoten: indice

  • Quando andare: periodo migliore
  • ...
  • Come raggiungere le Lofoten
  • Cosa vedere e fare
  • Itinerario di viaggio Lofoten
  • Dove alloggiare alle Isole Lofoten
  • Cosa mettere in valigia
  • Costo del viaggio
  • Video e webcam delle Isole Lofoten
  • Informazioni utili
  • FAQ - Domande con risposte
  • Vai di fretta?

    Scopri come organizzare un viaggio alle Isole Lofoten in meno di 15 minuti!

    Cerca le migliori offerte di voli per Bodø.

    Noleggio auto bodo

    Noleggia l'auto all'aeroporto di Bodø cercando le migliori tariffe qui.

    cruise bodo

    Prenota il traghetto Bodø – Moskenes per raggiungere le Lofoten qui.

    Itinerario Lofoten

    Prendi spunto da questo itinerario alle Isole Lofoten per organizzare il tuo viaggio.

    Scegli dove alloggiare alle Lofoten, tra i 10 rorbuer più spettacolari.

    Cosa vedere alle Lofoten

    Scopri quali sono i luoghi più belli delle Lofoten ed i migliori tour.

    Crociera Lofoten

    Prenota una crociera tra i fiordi o un tour fotografico in italiano.

    Abbigliamento Lofoten

    Scopri come vestirsi alle Lofoten e prepara la valigia.

    Ottieni l'assicurazione viaggio con uno sconto del 10% qui.

    Ma non è certo finita qui! Prenditi tutto il tempo necessario per leggere l'articolo ed approfondire tutti i dettagli.

    1 - Quando andare alle Isole Lofoten: periodo migliore

    Il mare e le correnti mitigano il clima e, per questo, la temperatura non scende mai troppo sotto lo zero. Gennaio e febbraio sono i mesi più freddi, con una temperatura media di -1° C. Luglio e agosto sono i più caldi, con una temperatura media di 16° C. Ottobre è il mese più piovoso. Venti forti possono verificarsi soprattutto nel tardo autunno e in inverno. Bisogna scegliere responsabilmente quando andare alle Isole Lofoten per essere preparati nel modo giusto, perché ricordiamoci: siamo a Nord del Circolo Polare Artico di ben 200km

    Tornare alle Isole Lofoten

    Quando andare alle Isole Lofoten mese per mese

    Stai per organizzare un viaggio alle Isole Lofoten e vuoi capire quando andare? Clicca sui mesi che ti interessano e trova il mese migliore per te in cui partire per questa terra fantastica.

    Come avrai facilmente intuito, non esiste “il” periodo migliore in cui organizzare un viaggio alle Lofoten: ogni mese ed ogni stagione ha molto da offrire. I mesi invernali sono perfetti per i cacciatori di aurora boreale o chi desidera vivere il fenomeno della notte polare sulla propria pelle. Al contrario, i mesi estivi sono perfetti per chi vuole testare il fenomeno del sole di mezzanotte ed ammirare le Isole Lofoten in veste verdeggiante, ma senza aurora boreale a causa delle giornate lunghissime. Ognuno ha le proprie preferenze, ma per prendere una decisione consapevole considera che in inverno i turisti sono meno e quindi sarà più facile trovare posto negli alloggi e nei tipici rorbuer (ad un prezzo ragionevole). In questa stagione, però, devi anche considerare che non tutte le attività commerciali saranno aperte e quindi dovrai organizzarti per bene soprattutto per quanto riguarda le provviste. Una volta scelto il periodo, dai un’occhiata ai prezzi dei voli per Bodø, l’aeroporto in cui ti consiglio di atterrare per raggiungere facilmente le Lofoten e salva questo sito per controllare le previsioni meteo durante il tuo viaggio.

    Cosa fare alle Isole Lofoten: il Reinebringen

    2 - Come raggiungere le Isole Lofoten

    Raggiungere le Isole Lofoten potrebbe rivelarsi più facile del previsto dopo aver raccolto le informazioni delle prossime righe (promesso!).

    Con l'aereo

    Per raggiungere le Isole Lofoten via aerea dovrai acquistare un biglietto con destinazione Leknes, proprio sulle Isole Lofoten. Generalmente potresti trovarti con questa combinazione di voli, in base all'aeroporto di partenza: un primo scalo ad Oslo – Un secondo volo che ti porterà a Bodø – ed infine un'ultima piccola tratta da percorrere generalmente con un turbo elica che ti porterà a Leknes (finalmente sulle Lofoten). Dai un'occhiata alle combinazioni di voli disponibili per le tue date per raggiungere le Isole Lofoten su questo sito, e se le tariffe sono convenienti, non perdere l'occasione!

    Con il traghetto

    Per raggiungere le Isole Lofoten con il traghetto, dovrai comunque acquistare prima un volo per Bodø e da qui prendere il traghetto che ti porterà a Moskenes (sulle Isole Lofoten). È possibile prenotare il traghetto su questo sito, indicando la tratta Bodø – Moskenes e selezionando di imbarcare anche l'eventuale mezzo di trasporto con il quale viaggerai (generalmente l'auto noleggiata in aeroporto). Consulta questa pagina, invece, per conoscere tariffe ed orari sempre aggiornati della tratta (che cambiano in base alla stagione).

    Se hai ancora dei dubbi su come raggiungere le Isole Lofoten o desideri capire come organizzare gli spostamenti, leggi l'articolo dedicato: Come arrivare e muoversi alle Isole Lofoten.

    3 - Cosa vedere e fare alle Lofoten (in estate e inverno)

    Le Isole Lofoten sono un luogo incantato, con lembi di terra che si gettano a picco nel mare, in cui i pescatori hanno le barche parcheggiate in “giardino” e l'aria odora di salsedine e di pesce (più di pesce in realtà). Cosa vedere e fare in questa terra così speciale? 

    Cosa fare alle Isole Lofoten

    Alle Isole Lofoten bisogna osservare, assimilare ogni dettaglio, ogni sfaccettatura del lavoro dell’uomo, in questo luogo in cui ogni singolo lembo di terra non sembra essere stato messo lì a caso. Come in una tela ricoperta di gocce di pittura uscite dal pennello di un grande artista: hanno tutte una forma diversa e soprattutto, seguono un ordine ben preciso. All’occhio umano senza senso, ma che nell’insieme rende le Isole Lofoten uno degli spettacoli più incredibili della natura! Puoi partecipare ad alcuni tour per vivere al meglio il tuo viaggio alle Isole Lofoten:

    1. Tour fotografico delle Isole Lofoten in italiano;
    2. Crociera sul Trollfjord per ammirare i fiordi da una prospettiva diversa;
    3. Tour per avvistare le aquile di mare;
    4. Partecipa ad una battuta di pesca tradizionale (se disponibile);
    5. Caccia all'aurora boreale con una guida italiana e fotografo professionista;
    6. Uscita con guida in italiano per assistere e fotografare il fenomeno del sole di mezzanotte – a partire da maggio.

    Luoghi da non perdere alle Isole Lofoten

    Qui sotto troverai un breve elenco di cosa vedere, ma per approfondire ti suggerisco di leggere l'articolo dedicato ai luoghi più belli delle Isole Lofoten in cui troverai anche una mappa di dove si trovano:

    • Hamnøy: uno dei più antichi e artistici villaggi di pescatori delle Isole Lofoten;
    • Henningsvær: un antico villaggio che fino al 1981 era raggiungibile solo via mare. Oggi è famoso per il campo da calcio su un lembo di terra e collegato da diversi ponti;
    • Reine: un villaggio con una posizione privilegiata, circondato da vette e con una vista da sogno sul Reinebringen;
    • Svolvær: la città principale delle Isole Lofoten;
    • Å: il paese con il nome più corto del mondo, nonché l'ultimo villaggio a sud delle Isole Lofoten. Non a caso “Å” è anche l'ultima lettera dell'alfabeto norvegese;
    • Rambergstranda: una spiaggia dalla sabbia incredibilmente bianca;
    • Chiesa di Flakstad: una chiesa rossa, tipicamente norvegese;
    • Collinetta di Sakrisøya: una piccola collinetta dalla quale ammirare i fiordi dall'alto: Reine, Sakrisøy e Hamnøy;
    • La casetta di Sakrisøy: una casa color ocra, forse la più fotografata delle Isole Lofoten;
    • Il museo dello stoccafisso: da visitare per avere una panoramica dello stile di vita degli abitanti delle Isole Lofoten e le loro tradizioni;
    • I ponti di Fredvang: un luogo per capire la maestria dell'uomo che ha reso questo luogo un posto bellissimo in cui vivere.
    Reine Rorbuer migliori alloggi Lofoten

    Approfondisci nell'articolo dedicato ai migliori tour ed escursioni alle Lofoten da non perdere.

    4 - Itinerario di viaggio alle Lofoten

    Organizzare il tuo viaggio alle Isole Lofoten dovrebbe essere davvero facile ora che hai letto i consigli utili su come raggiungerle e cosa vedere. Ma per renderti il lavoro ancora più facile, ho deciso di condividere con te il mio itinerario alle Isole Lofoten dal quale potrai prendere spunto per organizzare il tuo. Qui sotto lo troverai estremamente sintetizzato, ma poi potrai approfondire nell'articolo dedicato.

    Itinerario di 7 giorni alle Lofoten:

    • Giorno 1: Bodø – Moskenes
      Appena atterrato all'aeroporto di Bodø noleggia l'auto e imbarcati sul traghetto in direzione Moskenes. Trascorri la notti ad Å, soggiornando in un tipico rorbu ad Å-Hamna Rorbuer o in una stanza del Brygga Restaurant and Rooms (più economico).
    • Giorno 2: visita Å e trekking al Reinebringen
      Se il meteo e la stagione lo consentono al mattino fai il trekking più famoso delle Lofoten: il Reinebringen. Trascorri la seconda notte al Å-Hamna Rorbuer o al Brygga Restaurant and Rooms.
    • Giorno 3: Reine, Sakrisøy e Hamnøy
      Visita il villaggio di pescatori di Reine e partecipa al bellissimo tour in barca sul Reinefjorden. Raggiungi poi l'isola di Sakrisøya e trascorri la notte nei Sakrisøy Rorbuer o in questo Bed & Breakfast a Reine.
    • Giorno 4: Fredvang, Ramberg, Flakstad e Nusfjord
      Ammira i ponti di Fredvang, la spiaggia di Ramberg, la chiesa di Flakstad e raggiungi Nusfjord, il più antico villaggio di pescatori alle Lofoten. Pernotta al Nusfjord Arctic Resort o nei Lofoten Cottages.
    • Giorno 5: Henningsvær, trekking e crociera al tramonto
      Al mattino visita Henningsvær e (meteo permettendo) concediti un trekking al Festvågtind per godere di una vista spettacolare sui fiordi. Prima di sera raggiungi Svolvær dove puoi valutare una crociera serale con degustazione. Pernotta in città allo Svinøya Rorbuer o al Thon Hotel Lofoten.
    • Giorno 6: Svolvær e tour delle aquile
      Visita la cittadina di Svolvær e partecipa ad un classico tour delle aquile.
    • Giorno 7: Svolvær e rientro
      Se avessi ancora del tempo potresti concederti un trekking al Fløya trail head, per godere di una bella vista sulla città. In base all'orario del tuo volo, fai poi rientro a Bodø o prosegui il tuo viaggio verso nord.

    Questo tour delle Lofoten è puramente indicativo, anche se secondo me è il migliore per avere un assaggio di questa terra magnifica. Dai un'occhiata alla versione integrale dell'itinerario alle Isole Lofoten e sentiti assolutamente libero di personalizzarlo in base alle tue esigenze di date e ai tuoi gusti e preferenze.

    Collina di Sakrisoya

    5 - Dove alloggiare alle Isole Lofoten

    Un'altra cosa che non dovresti perderti di vivere alle Isole Lofoten? Dormire nei rorbuer, le tipiche casette dei pescatori. Non potrei non includere in questa pagina riassuntiva su come organizzare un viaggio alle Lofoten, il pernottamento. Perché? Perché soggiornare in un rorbu alle Lofoten è un modo per entrare in completa sintonia con questa terra: considera di soggiornare nei rorbuer, durante il tuo viaggio, cambiando anche struttura di tanto in tanto. Ma cosa sono i rorbuer? I rorbuer altro non sono che le vecchie case di legno, tipicamente dipinte di rosso, che vedrai sulle coste: affacciate sul mare e costruite a palafitta, sono i vecchi alloggi in cui si rifugiavano i pescatori. Molte di queste sono state ristrutturate e vengono affittate ai turisti. In questa guida ho racchiuso la mia selezione dei migliori rorbuer alle Isole Lofoten.

    sakrisoy rorbuer isole lofoten

    I rorbuer più belli delle Isole Lofoten

    Avrai l'imbarazzo della scelta in quale rorbu soggiornare ma, a mio avviso, due strutture spiccano su tutte:

    • Å Hamna Rorbuer: nel paese con il nome più corto al mondo “Å”
    • Sakrisøy Rorbuer: questi rorbuer sono su un’isola collegata dal resto delle Lofoten da ben 2 ponti. Questo alloggio per me è stato il primo in cui ho pernottato in un rorbu alle Lofoten, quindi particolarmente speciale. Su questa piccola isola troverai anche un ristorante.

    Il riscaldamento elettrico, le pareti di legno e le piccole finestre, renderanno il tuo soggiorno in un rorbu qualcosa di indimenticabile. Generalmente sono delle vere e proprie case in miniatura, dotate anche di cucina. Di solito è difficile riuscire a trovare disponibilità nei rorbuer in alta stagione: per questo ti consiglio di dedicare qualche minuto del tuo tempo per verificare la disponibilità nelle tue date e prenotare il tuo alloggio su Booking. Approfondisci nell'articolo o consulta la pratica mappa, in cui vedrai gli alloggi divisi per fascia di prezzo, ma ricorda di inserire prima le tue date di viaggio.

    Booking.com
    Hattvika Lodge dove alloggiare alle Isole Lofoten

    6 - Cosa mettere in valigia

    “Det finnes ikke dårlig vær, bare dårlige klær!”

    Ma che cavolo hai scritto, Eleonora????

    No dai, questa volta è fatto di proposito! È norvegese e significa: “Non c’è tempo cattivo, solo cattivi vestiti!”. Ok, i norvegesi sono abbastanza realisti, quindi ecco cosa indossare per non portare cattivi vestiti, per il tuo viaggio alle Lofoten. Come diceva la maestra alle elementari e la mamma quando iniziavi a sceglier da solo come vestirti: “Vestiti a cipolla, che se hai caldo al massimo ti spogli”. Esatto, anche per il tuo viaggio alle Lofoten, dovrai pensare ad un abbigliamento a strati, pronto per ogni evenienza: dalla pioggia al sole, dalla neve, al forte vento! Con il tempo così mutevole, devi cercare di essere esattamente come lui. O come un serpente che fa la muta. Insomma, devi essere pronto a spogliarti e rivestirti in qualsiasi momento (tranquillo, niente di sconcio eh 😅), quindi vestiti con 3 strati (da modificare in base alla stagione):

    1. Primo strato: calze e intimo tecnico.
    2. Strato medio: maglioni e pantaloni pesanti.
    3. Terzo strato: se inverno inoltrato, perfetta la tuta da sci.

    Å Rorbuer Lofoten

    Ho preparato due liste valigia per Lei e per Lui con tutti i prodotti Amazon da mettere in valigia per un viaggio alle Isole Lofoten in inverno. Dagli un'occhiata cliccando sui pulsanti qui sotto!

    7 - Quanto costa un viaggio alle Isole Lofoten

    Una cosa non smetterà mai di farmi sorridere: la faccia che le persone fanno quando rispondo alla domanda: “Quanto costa un viaggio fai da te alle Isole Lofoten?” e io dico una cifra con meno zeri di quelli che si aspettano. Vero anche il contrario: stupirà molti, la mia faccia da pesce palla con gli occhi fuori dalle orbite quando mi dicono quanto hanno speso per una crociera tra i fiordi norvegesi. Un vecchio saggio diceva: “De gustibus non est disputandum” che significa: “Sui gusti non si discute” (fa figo nominare il vecchio saggio, in realtà è una frase latina 😅). Questo per dirti che: se hai la possibilità di spendere tutti quei soldi per una crociera o un viaggio organizzato, FAI BENISSIMO. Spendili tutti e goditela. Ma se stai rinunciando ad un viaggio, magari proprio alle Isole Lofoten, perché costa troppo, ho qualche consiglio da darti. Innanzitutto sul fatto che la Norvegia sia cara, non si discute. Ma ora ti farò un esempio: in Norvegia il costo del pedaggio è inferiore rispetto all'Italia. Ti fa riflettere la cosa?

    Questo per dirti che: è ovvio che se hai intenzione di andare tutte le sere al ristorante, spenderai un occhio della testa. Ma la stessa cosa succederebbe in Italia. Dunque, di seguito troverai le indicazioni su quanto costa un viaggio alle Isole Lofoten, senza spendere soldi in cose non strettamente indispensabili. Dai un'occhiata alla tabella qui sotto e scopri, voce per voce, il costo di un viaggio fai da te:

    Henningsvær vista dall'alto

    Costo di un viaggio alle Isole Lofoten

    Costo del biglietto aereo180€
    Costo del pernottamento a Danzica (a causa di uno scalo di lunga durata)15€
    Prezzo del traghetto da Bodø con l’auto60€
    Noleggio auto142€
    Soggiorni in vari rorbuer370€
    Cibo (cucinando quasi sempre in casa)75€
    Carburante68€
    Traghetto per Værøy con auto22€
    Costo totale per un viaggio alle Isole Lofoten di 7 giorni932€

    VIDEO E WEBCAM DELLE ISOLE LOFOTEN

    Vuoi rifarti gli occhi o sapere cosa questo viaggio ti riserverà? Dai un'occhiata ai video girati alle Isole Lofoten e alla webcam in diretta (clicca qui).

    Riproduci video
    Riproduci video

    LO SAPEVI CHE..

    L’attività principale delle Lofoten è la pesca (e gli italiani sono gli importatori storici di stoccafisso): lo stoccafisso viene fatto essiccare su delle strutture di legno che vedrai sparse qua e là. Attento però: gli stoccafissi vengono pescati da gennaio ad aprile, dunque se andrai durante la notte polare a dicembre ad esempio, non riuscirai a vederne appesi (o ne vedrai molto pochi).

    Stoccafissi alle Lofoten

    INFORMAZIONI UTILI

    Documenti necessari

    Tutti i cittadini dell’Unione Europea possono entrare in questo Paese muniti di carta d’identità o passaporto validi per l’espatrio ed in corso di validità durante tutta la durata del soggiorno.
    Visto: non necessario.
    Patente: valida quella italiana.
    Assicurazione sanitaria: fortemente consigliata in quanto la tessera sanitaria copre solo in fase di emergenza. Sappi che se stipulerai con Heymondo (la stessa che utilizzo sempre anche io), potrai usufruire di uno sconto del 10%.

    Moneta, pagamenti, fuso orario e telefonia

    La moneta nazionale è la Corona norvegeese (NOK). I comuni metodi di pagamento elettronici sono accettati un pò ovunque: dal benzinaio, al traghetto, al negozio di paese. Il pagamento del pedaggio, avviene automaticamente attraverso la lettura del chip installato sull'auto. 
    Fuso orario: come l'Italia
    Prefisso per l'Italia: 0039
    Prefisso dall'Italia: 0047
    Pronto soccorso: 113
    Soccorso stradale: 08505

    Ricorda di visitare SEMPRE il sito di Viaggiare Sicuri prima di ogni viaggio.

    FAQ - Domande con risposte

    1 – Le Isole Lofoten dove si trovano?

    Le Isole Lofoten si trovano in Norvegia Settentrionale e sono a nord del Circolo Polare Artico di circa 200 Km. Sono immerse nelle fredde acque del Mar di Norvegia che si incastrano tra un fiordo e l'altro, regalando scenari mozzafiato in ogni stagione.

    2 – Quando andare alle Isole Lofoten?

    Se vuoi assistere al fenomeno della notte polare, ti consiglio di andare alle Isole Lofoten nel mese di dicembre. I mesi migliori per godere di un viaggio a caccia dell'aurora boreale, sono febbraio e marzo. Se invece desideri vivere sulla tua pelle il fenomeno del sole di mezzanotte, dovrai organizzare un viaggio alle Isole Lofoten da fine maggio a metà luglio.

    3 – Come arrivare alle Lofoten?

    Se vuoi assistere al fenomeno della notte polare, ti consiglio di andare alle Isole Lofoten nel mese di dicembre. I mesi migliori per godere di un viaggio a caccia dell'aurora boreale, sono invece febbraio e marzo. Se invece desideri vivere sulla tua pelle il fenomeno del sole di mezzanotte, dovrai organizzare un viaggio alle Isole Lofoten da fine maggio a metà luglio.

    4 – Cosa vedere e fare?

    Paesaggi mozzafiato, fiordi, villaggi di pescatori e stoccafissi appesi ad essiccare presi di mira dai gabbiani. Alle Isole Lofoten ogni scorcio è da vedere e vivere, perché ogni centimetro contiene così tanta bellezza in tutte le stagioni dell'anno.

    È giunta l'ora di organizzare il tuo viaggio alle Isole Lofoten!

    .. E DI INNAMORARTENE PERDUTAMENTE!

    Ti è piaciuto e soprattutto ti è stato utile quello che hai letto? Hai qualche domanda o suggerimento su come organizzare un viaggio alle Isole Lofoten? Fammelo sapere lasciando il tuo commento qui sotto. Se hai ancora molti dubbi puoi valutare di acquistare la guida completa delle Isole Lofoten. Grazie per affidarti ai consigli di Sarà Perchè Viaggio, a presto e goditi le Lofoten!

    Appunta l'articolo per dopo, Pinnalo!

    Ti è piaciuto quello che hai letto? Vuoi essere aggiornato sui nuovi articoli? Iscriviti gratis!

    Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post: non ti preoccupare, non ti scriverò spesso e potrai cancellare l'iscrizione in qualsiasi momento (ma sono fiduciosa che non ne sentirai il bisogno 🙂).

    Iscriviti alla newsletter e unisciti agli altri 1.446 viaggiatori e viaggiatrici.

    Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti che rendono possibile questo servizio. Leggi la nostra politica sulla privacy completa.

    Confermo d'aver preso visione *
    27 commenti
    1. Cantusci Laura
      Cantusci Laura dice:

      Ciao Eleonora io e le mie figlie vorremmo organizzare un viaggio alle Isole Lofoten di 6 giorni a settembre 2023 Mi hanno regalato per il compleanno la possibilita’ di andare tutte insieme a fare questo viaggio che e’ il mio sogno da molto tempo .Grazie per le informazioni che hai gia’ condiviso con noi .
      Pensi sia possibile in questo periodo riuscire a vederle senza spendere troppo e’ possibile non noleggiare la macchina e girare con i mezzi?
      Penso che sara’ la seconda meta’ di Settembre.
      Hai qualche consiglio da darci?
      Grazie Laura

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Laura, che bel regalo che ti hanno fatto le tue figlie! Sono sicura che le Lofoten non ti deluderanno 🙂 Sì, è possibile spostarsi alle Lofoten con i mezzi pubblici (ne ho parlato in questo articolo in cui trovi tutte le informazioni utili). Per tutti gli altri consigli e un itinerario suggerito, puoi dare un’occhiata alla raccolta degli articoli sulle Isole Lofoten che trovi su questa pagina. Dopo averli letti dovresti avere una panoramica molto più chiara, ma se avessi qualche dubbio specifico lascia un commento e ti risponderò con piacere. Un caro saluto, Eleonora.

        Rispondi
    2. Francois
      Francois dice:

      Ciao Eleonora,
      qualche giorno fa ti avevo lasciato un commento su un’altro articolo; non so se qualcosa è andato storto o semplicemente forse non è ancora stato pubblicato… comunque te lo riscrivo qui che forse è anche più in linea con l’articolo.
      Con un mio amico stiamo organizzando un viaggio in Norvegia per metà marzo.
      Dopo qualche giorno a Tromsø arriveremo alle Lofoten con Hurtigruten in serata, a Svolvaer. Staremo 3 giorni prima di tornare con il ferry Moskenes-Bodø.
      Che itinerario ci consiglieresti di fare in 3 giorni? Per ora abbiamo solo prenotato il safari delle aquile a Svolvaer, la prima mattinata.
      Ti volevo anche chiedere se pensi sia facile trovare un posto dove dormire vicino al porto a Moskenes? Perché abbiamo il ferry al mattino presto e non so ancora se avremo la macchina oppure useremo i mezzi…
      Grazie in anticipo, e complimenti per il bellissimo blog!

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Francois, come hai ben immaginato non avevo ancora approvato e risposto al tuo commento (i commenti sono visibili solo dopo che ho risposto), ed è per questo che non lo vedevi. Mi dispiace che tu abbia speso del tempo per scrivermi nuovamente, ma ho risposto al commento precedente e ti incollo qui la stessa risposta. Spero di esserti utile e che mi perdonerai 🙂
        A mio avviso la parte più bella delle Isole Lofoten è quella sud (nei pressi di Moskenes per intenderci). Quindi se fossi in voi farei una giornata a Svolvaer svolgendo l’attività che avete pianificato, ma poi andrei subito a sud per visitare almeno Reine, A, Sakrisøy e Hamnøy. Potreste scegliere un bel rorbu in cui alloggiare in una posizione comoda alle fermate dei bus se vi sposterete con i mezzi pubblici (in questo caso ti suggerisco il Sakrisoy Rorbuer che ha la fermata proprio fuori dai cottage). Puoi magari farti aiutare da questo itinerario se ti serve una base dalla quale partire con l’organizzazione, così da poter personalizzare i giorni in base alle vostre preferenze. Purtroppo nelle immediate vicinanze di Moskenes non ci sono alloggi disponibili, quindi se non ci fosse una corsa disponibile al mattino presto, l’alternativa migliore potrebbe essere quella di organizzare il trasferimento con l’alloggio. Spero di aver risposto alle tue domande, ma se avessi altri dubbi rispondi pure a questo commento. Un caro saluto e buone Lofoten a te e al tuo amico 🙂

        Rispondi
    3. François
      François dice:

      Ciao Eleonora,
      con un mio amico stiamo organizzando un viaggio in Norvegia per metà marzo.
      Dopo qualche giorno a Tromsø arriveremo alle Lofoten con Hurtigruten in serata, a Svolvaer. Staremo 3 giorni prima di tornare con il ferry da Moskenes.
      Che itinerario ci consiglieresti di fare in 3 giorni? Per ora abbiamo solo prenotato il safari delle aquile a Svolvaer, la prima mattinata.
      Ti volevo anche chiedere se pensi sia facile trovare un posto dove dormire vicino al porto a Moskenes? Perché abbiamo il ferry al mattino presto e non so ancora se avremo la macchina oppure useremo i mezzi…
      Grazie in anticipo, e complimenti per il bellissimo blog!

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Francois, a mio avviso la parte più bella delle Isole Lofoten è quella sud (nei pressi di Moskenes per intenderci). Quindi se fossi in voi farei una giornata a Svolvaer svolgendo l’attività che avete pianificato, ma poi andrei subito a sud per visitare almeno Reine, A, Sakrisøy e Hamnøy. Potreste scegliere un bel rorbu in cui alloggiare in una posizione comoda alle fermate dei bus se vi sposterete con i mezzi pubblici (in questo caso ti suggerisco il Sakrisoy Rorbuer che ha la fermata proprio fuori dai cottage). Puoi magari farti aiutare da questo itinerario se ti serve una base dalla quale partire con l’organizzazione, così da poter personalizzare i giorni in base alle vostre preferenze. Purtroppo nelle immediate vicinanze di Moskenes non ci sono alloggi disponibili, quindi se non ci fosse una corsa disponibile al mattino presto, l’alternativa migliore potrebbe essere quella di organizzare il trasferimento con l’alloggio. Spero di aver risposto alle tue domande, ma se avessi altri dubbi rispondi pure a questo commento. Un caro saluto e buone Lofoten a te e al tuo amico 🙂

        Rispondi
    4. Andrea
      Andrea dice:

      Buongiorno Eleonora, ho iniziato a leggere il tuo blog sulle Lofoten, complimenti davvero, si sente che ti sono entrate nel cuore e che ci metti passione. Inizio col farti due domande, poi se ne avro’ altre mi permettero’ di disturbarti ancora. 1) Consigli o meno di prendere il traghetto a piedi da Bodo a Moskenes e noleggiare li’ la macchina? Cosi’ si risparmierebbe il costo del traghetto per l’auto. 2) Per vedere l’aurora boreale e avere un clima accettabile mi sembra di capire che meta’ marzo sia un giusto compromesso. Le escursioni che proponi nel tuo itinerario sono tutte fattibili in quel periodo? (Considera che siamo una famiglia di 3 persone non troppo sportive). Ci sono escursioni per vedere le balene o per fare il giro con i cani da slitta senza dover andare necessariamente a Tromsoe? Grazie

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Andrea, scrivimi tutte le volte che vuoi senza il minimo problema, sono qui per questo! Ti rispondo per punti: 1) Prendere il traghetto Bodo-Moskenes senza auto è consigliabile se hai contatti con la compagnia di noleggio Rent a Car Moskenes (questo è il sito: http://www.rentacar-moskenes.no/ che si trova nel porto. Prova a contattarli, così risparmierai sul costo del traghetto. 2) L’inizio di marzo è un periodo ottimo per organizzare un viaggio per vedere l’aurora, perché con tutta probabilità il paesaggio sarà innevato e le ore di luce giornaliere sufficienti per godervi i paesaggi di questa terra magnifica. Il meteo purtroppo è imprevedibile, ma salvo eccezioni l’inizio marzo è buono (non spingerti troppo oltre la metà del mese). Le escursioni che propongo nel mio itinerario intese come trekking, potrebbero non essere fattibili se c’è molta neve. Valutate in base alla situazione che troverete. Per partecipare a tour con i cani da slitta dovrete spingervi a Tromso (forse troverai qualcosa anche a Narvik), mentre per i tour per l’avvistamento di balene potreste valutare sempre Tromso oppure Andenes, nelle isole Veteralen. Potrebbe quindi valer la pena valutare di atterrare a Tromso anziché a Bodo, ma dipende da quanti giorni avete a disposizione. Spero di esservi stata utile, un saluto!

        Rispondi
    5. Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Eleonora, stiamo organizzando il viaggio Lofoten + Svalbard per l’estate 2023 e abbiamo preso ottime informazioni dal tuo sito!
      Abbiamo un dubbio, dovuto all’assenza di programmazione nel calendario estivo dei traghetti: noi arriveremmo a Bodo intorno alle 16.30 con l’idea di noleggiare un’auto per muoverci nei giorni seguenti. Dato l’orario ci consigli di passar la notte a Bodo in quanto rischiamo di non trovar traghetti in partenza nel tardo pomeriggio, oppure d’estate i traghetti viaggiano con maggior frequenza anche in orari preserali? Noi preferiremmo arrivare a Moskenes il prima possibile. Un’altra possibilità che stavo prendendo in considerazione è quella di atterrare, noleggiare l’auto e spostarsi fino a Skutvika, per poi prendere il traghetto per Svolvaer il mattino seguente e percorrere le Lofoten al contrario fino a Å i Lofoten. Così riporteremmo poi l’auto a Bodo e ci potremo imbarcar sull’aereo che ci porterà alle Svalbard.
      Spero di non aver fatto troppa confusione! grazie

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Lorenzo, purtroppo non posso darti informazioni affidabili su quali saranno gli orari estivi del traghetto Bodo-Moskenes, ma posso dirti che l’idea di prendere il traghetto per Svolvaer mi sembra davvero ottima. In questo modo riuscirete a risparmiare tempo e ad organizzarvi fin da ora. Ho trovato questi orari di quella tratta in traghetto dell’estate scorsa, magari potrebbero esservi utili come riferimento. In ogni caso il mio consiglio è quello di prenotare i biglietti della tratta, essendo la stagione estiva. Un caro saluto e buon viaggio!!

        Rispondi
        • Lorenzo
          Lorenzo dice:

          Grazie! anche del link
          Aspetterò l’aggiornamento degli orari dei traghetti tra Bodo e Moskenes poi prenderò la decisione finale

          Rispondi
    6. VALENTINO
      VALENTINO dice:

      Buongiorno.
      Il tuo blog è estremamente utile e abbiamo quasi ultimato il nostro programma ma ho un dubbio.
      Abbiamo 5 giorni pieni da passare alle Lofoten (esclusi quindi i 2 giorni di viaggio) alla fine di Marzo 2023. Arriviamo all’aeroporto di Harstad/Narvik dove affittiamo un’auto.
      La nostra idea era quella di arrivare direttamente a Reine da Narvik il primo giorno (google Maps mi indica circa 5/6 ore di viaggio che non sono un problema) e risalire tappa per tappa i giorni successivi di nuovo verso Narvik.
      Nella tua esperienza i tempi che indica Google Maps sono attendibili o occorre aggiungere molto tempo causa possibili problemi con le strade ecc (ovviamente non abbiamo intenzione di correre e di goderci il panorama che la strada ci offre)? Consiglieresti di suddividere la tappa del primo giorno fermandosi ad esempio a Svolvaer?
      Grazie!

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Valentino, credo di aver ricevuto due commenti da parte tue su questo argomento, ma meglio così, almeno possiamo approfondire i quesiti sulle percorrenze 🙂 come ho accennato nell’altro commento, secondo me è consigliabile dividere il tragitto Narvik – A in almeno due tappe e poi, come ben detto da te, risalire con calma per far ritorno a Narvik. Non posso sapere come saranno le strade a fine marzo, ma potreste impiegare molto più del tempo indicato da Google Maps se dovesse nevicare. Quindi, per evitare ogni tipo di problema anche in termini di alloggi prenotati, la scelta più saggia è quella di dividere il tragitto in 2 giornate. Far tappa a Svolvaer mi sembra un’ottima soluzione. Ti lascio comunque il sito delle strade norvegesi, in cui puoi vedere le webcam live e conoscere la condizione delle strade. Spero di esserti stata utile e ti auguro un meraviglioso viaggio! 🙂

        Rispondi
    7. Valentino
      Valentino dice:

      Ciao,
      complimenti per il tuo fantastico blog.
      Abbiamo in programma di andare alle Lofoten a fino Marzo 2023 per circa 6 giorni. Arriviamo tramite aereo all’aeroporto di Harstad-Narvik dove prenderemo in affitto un’auto.
      Avevamo piacere di avere un paio di dritte da te: – rischio di trovare la E10 chiusa causa maltempo? Volevamo partire da A o Reine e toranre indietro verso Narvik. E’ fattibile partire la mattina presto del primo giorno da Narvik ed arrivare a Reine o A in giornata? Meglio una soluzione alternativa? Cosa ci consigli da non perdere assolutamente considerando i pochi giorni?
      Grazie infinite.

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Valentino, complimenti a voi per la scelta della destinazione e il periodo (uno dei migliori secondo me :)). Ecco le risposte alle tue domande: difficilmente troverete la E10 chiusa, è la strada principale che collega le Lofoten, senza la quale non ci si può spostare. Anche se tecnicamente è fattibile fare Narvik – A in auto, sono circa 5:30h e 350 km, e dato che potrebbero esserci neve e rallentamenti, è meglio suddividere questo itinerario in due giornate. Le cose più belle da vedere secondo me, si trovano nella zona sud delle Lofoten: quindi i villaggi di A, Reine, Hemnoy, Sakrisoy, le spiagge di Ramberg, Nusfjord e Henningsvaer con il suo campo da calcio. Magari questo itinerario potrebbe esserti utile per prendere ispirazione e segnare qualche luogo da vedere. Spero di averti aiutato, ma per altri dubbi sai dove trovarmi. Un caro saluto e buon viaggio!

        Rispondi
    8. roberto
      roberto dice:

      Ciao, ho in mente di andare alle lofoten in areo in dicembre , andata e ritorno fermandomi un giorno. Arrivando a leknes posso poi andare a piedi fino alla città per dormire ? posso prendere li un taxi?
      ciao e complimenti per il sito , mi è stato già molto utile

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Roberto, sono felicissima di sapere che i miei articoli ti siano stati utili! Prima di rispondere alla tua domanda mi permetto di sconsigliarti di fare una fuga così rapida alle Lofoten sia perché a dicembre sarà in corso la notte polare (e quindi ci saranno solo 4 ore di chiaro durante il giorno), sia perché Leknes non ha molto da offrire a mio avviso (ma ovviamente non conosco le motivazioni del tuo viaggio, quindi prendilo solo come un consiglio generico). Detto questo la distanza dall’aeroporto al centro è di circa 1 km e mezzo, quindi potrai tranquillamente raggiungere l’alloggio a piedi oppure utilizzare il bus che passa appena fuori dall’aeroporto. Spero di esserti stata utile!

        Rispondi
    9. paola quagliata
      paola quagliata dice:

      Cara Eleonora, complimenti per il tuo blog trovato per caso facendo ricerche sulle Lofoten e dove stiamo pensando di andare tra fine dicembre e Gennaio per 8/9 giorni. Ho sempre desiderato andarci e, magari, vedere l’aurora boreale. L’occasione è quella di uno scambio casa con una coppia di Reine. A essere sincera gli amici mi stanno un pò scoraggiando, viste le poche ore di luce, suggerendomi, invece, di rimandare il tutto a Giugno (la casa sarebbe disponibile anche per allora). Leggo che consigli di soggiornare a Reine e a Svolvaer. Per approfittare dell’ospitalità gratuita, pensi che sarebbe fattibile soggiornare solo a Reine e da lì spostarsi in auto? Immagino che le poche ore di luce non consentano grandi attività all’aria aperta…ma a me piace anche l’idea di “entrare” nella vita del villaggio…E’ il mio compagno ad essere più adrenalinico…Non riesco ad avere un panorama chiaro riguardo l’opportunità o meno di andare a Dicembre…riesci ad illuminarmi? 🙂 Grazie, Paola

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Paola, innanzitutto grazie per le tue parole!! Sicuramente quello che hanno detto i vostri amici è vero. Le ore di luce a dicembre sono davvero poche (parliamo circa di 4 ore effettive di chiaro, non di luce). A dirti la verità una volta sono stata proprio in quel periodo, e seppur io ami le Lofoten, posso dirti che se ci fossi stata per la prima volta a dicembre non le amerei così tanto (a proposito, ho girato un video proprio alle Lofoten in quel periodo per far capire l’illuminazione effettiva, dagli un’occhiata su YouTube). A prescindere i due periodi sono molto diversi, e in un certo verso opposti: a dicembre ci sarà la notte polare, probabilmente nevicherà ed avrete la possibilità di vedere l’aurora tutte le sere (meteo permettendo). A giugno ci sarà il sole di mezzanotte, potrete fare diversi trekking e godere dei paesaggi illuminati. Inoltre a dicembre ci saranno molte meno persone rispetto a giugno e non tutte le attività commerciali saranno aperte. Che dirti, come hai già intuito dipende tutto da ciò che state cercando da questo viaggio, ma se proprio avessi una sola possibilità ti direi di andare a giugno semplicemente per riuscire a goderti le Lofoten al meglio, ma se il vostro obiettivo è l’aurora, dicembre è l’alternativa migliore. Per rispondere alla tua domanda, Reine è un’ottima soluzione per soggiornare e da lì spostarsi in auto (e molto più caratteristico di Svolvær), ma tieni in considerazione che se andrete a dicembre dovrete cercare di ottimizzare le ore di luce a disposizione, quindi spesso partirete e tornerete con il buio pesto e questo limiterà la possibilità di godere dei meravigliosi paesaggi che vi circonderanno. Spero di essere riuscita a darti una panoramica abbastanza chiara, ma per altre domande sai dove trovarmi. Un caro saluto e buon viaggio!!

        Rispondi
    10. Luana
      Luana dice:

      Gentile Eleonora intanto grazie per il tuo blog che aiuta persone come me che sognano di andare alle Lofoten ma che hanno difficoltà ad organizzarsi fai da te. Sono anni che sogno di andare in Norvegia con mio marito e mia figlia ma ogni volta rinvio per difficoltà ad organizzarmi il viaggio. Finalmente avrei deciso il periodo (metà di dicembre) ho a disposizione 10 giorni. Avrei anche trovato i voli per Oslo, Bodo e Lofoten e ritorno in Italia da Tromso. Vorrei chiederti se ci sono delle guide locali che organizzano tour alle Lofoten (e escursioni varie:balene, slitta con husky e auora boreale) in quanto noi non vorremo noleggiare l’auto per non guidare.
      Ti ringrazio anticipatamente per i tuoi consigli.

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Luana, wow che bello che tu stia per realizzare il tuo sogno!! Vediamo un po’ come posso aiutarti. Se cerchi un tour operator alle Lofoten ti suggerisco di contattare Lofotenlights gestito da una coppia di italiani. Considera però che a dicembre le ore di luce saranno poche in Norvegia e che attività come il tour con i cani da slitta e l’avvistamento delle non ne troverai alle Lofoten, bensì a Tromsø sì (ti segnalo questo articolo sui tour con i cani da slitta e questo per le balene sperando che ti siano utili). Per altre domande sai dove trovarmi. Un caro saluto e buon viaggio!!

        Rispondi
    11. Ennio
      Ennio dice:

      Cercando di organizzare la prossima estate (25/7-5/8) un viaggio alle Lofoten mi sono imbattuto nel tuo blog da cui ho tratto parecchie informazioni (grazie mille!!).
      Avrei però ancora alcune delucidazioni da chiedere soprattutto riguardo alcuni costi che sto trovando molto più alto di quelli da te riportati; nello specifico:
      Volo aereo: nonostante mi sia ingeniato nel considerare tutte le più disparate combinazioni, non ho trovato voli a prezzi inferiori ai 300 € (a/r); il più comodo ed economico (€ 318) è quello che da Bergamo (io abito in questa provincia) va a Copenhagen e da qui cambiando vettore parte verso Bodo dove è necessario prenotare una notte e prendere il giorno successivo il traghetto per le Lofoten.
      Noleggio auto; tramite Expedia ho trovato un’offerta per noleggiare una piccola utilitaria per un periodo di 10 giorni al prezzo di € 850. Ho provato ad inviare un sms al noleggiatore da te indicato ma non ho mai ricevuto risposta.
      Alloggi:tramite Airbnb ho trovato degli alloggi decenti (siamo in tre) a prezzi che vanno dai 170 euro ai 220 € al giorno (non proprio economici); non c’è la possibilità di contattare direttamente i locatori “saltando” i vari intermediari?
      Sono appassionato fotografo e amo fare trekking; qui di seguito ti elenco i percorsi che avrei selezionato pregandoti di segnalarmi se ve ne fossero dei migliori non considerati: a) da Reine a Reinebringer;b)da Ramberg a Kvaluika e Ryten;c) da Uttakleiv a Haukland; d) da Eggum a Unstad; e)Svolvaergeta.
      Nel ringraziarti anticipatamente per l’attenzione che vorrai dedicarmi, ti saluto cordialmente .

      Ennio

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Ennio, mi fa davvero piacere che tu abbia trovato utili le informazioni su Sarà Perchè Viaggio e ti ringrazio per avermelo detto. Ora andiamo dritti al sodo delle tue domande: innanzitutto devi considerare che in estate i costi aumentano notevolmente rispetto alla stagione invernale (a maggior ragione nel mese di agosto). Inoltre i voli sono soggetti a moltissimi fattori purtroppo che non possiamo prevedere. In ogni caso io utilizzo sempre Skyscanner per cercare i voli migliori, se non lo avessi fatto prova magari a fare una ricerca anche qui (in questa pagina c’è già settato Bodø se vuoi provare a dare un’occhiata). Per il noleggio auto ti suggerisco di verificare su questo sito, che confronta le migliori tariffe di varie compagnie. È comunque probabile che l’agenzia che ho segnalato nell’articolo ti risponda, magari con tempi di risposta dilatati. Anche per quanto riguarda gli alloggi i prezzi sono quelli a fine luglio/inizio agosto, ma ti consiglio vivamente di trascorrere almeno una notte nelle tipiche casette dei pescatori, i rorbuer, per arricchire il viaggio (qui trovi i migliori in cui alloggiare). Per i trekking gli unici che mi sento di segnalarti in aggiunta sono il trekking Festvågtind, nei pressi di Henningsvaer e il Tjeldbergtind, nei pressi di Svolvær. Spero di esserti stata utile e per qualunque altro dubbio sai dove trovarmi. Godetevi le Lofoten anche per me. Un abbraccio!

        Rispondi
    12. Federica
      Federica dice:

      Ciao. Da ieri, improvvisamente, mi è venuta l’esigenza 😀 di visitare le Lofoten e vorrei farlo abbastanza a breve, cioè partendo intorno alla metà di questo mese, per una settimana. Pensi sia una follia organizzare dalla A alla Z un viaggio del genere in pochi giorni? Che consigli mi daresti? Avrei anche una domanda specifica sugli alloggi: è indicato, in una settimana di soggiorno alle Lofoten, dormire sempre nella stessa struttura e spostarsi durante il giorno per visitare i vari posti? A me non piace molto l’idea di dover cambiare alloggio varie volte, se posso lo evito…un’altra domanda sul noleggio auto: se scelgo di arrivare direttamente alle Lofoten in aereo, dove si può noleggiare l’auto? Grazie fin da ora per l’attenzione che mi dedicherai e complimenti per il blog !

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Federica, bella questa esigenza e sì, tutto è possibile! Quello che ti suggerisco è di sfruttare proprio questo articolo per organizzare il tuo viaggio punto per punto (diciamo che la sua finalità sarebbe proprio questa 😅). Scegli come raggiungerle, prenoti il volo, noleggi l’auto, salvi le cose da vedere e cerchi gli alloggi che si addicano alle tue esigenze. A proposito di questo, puoi benissimo evitare di spostarti continuamente se non rientra nelle tue corde. Però ti suggerirei di cambiare almeno 2 alloggi in un viaggio di una settimana alle Lofoten, in modo da essere comoda con gli spostamenti (ti suggerirei di valutare di soggiornare a Reine ai Reine Rorbuer e a Svolvær allo Svinøya Rorbuer). Per il noleggio auto, non avrai problemi a farlo in qualsiasi aeroporto in cui atterrerai. Per dubbi o domande specifiche, scrivimi pure a info@eleonoraongaro.it. In ogni caso, buon viaggio!!

        Rispondi
    13. Roberta Haupt
      Roberta Haupt dice:

      Mamma mia, ho guardato, per ora velocemente, le info sulla Norvegia: molto belle ed interessanti. Complimenti!
      Ho una domanda: forse sono riuscita a convincere mio marito a venire con me alle Lofoten, ma abbiamo le ferie nella seconda quindicina di ottobre, periodo che vedo essere sconsigliato.È davvero tanto terribile il tempo da non andarci?
      Grazie per la risposta ed ancora compimenti

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Roberta, innanzitutto grazie per leggere Sarà Perchè Viaggio, sono felice che tu abbia trovato informazioni interessanti. Anche se sulla carta ottobre è il periodo più piovoso dell’anno, il meteo alle Lofoten è sempre piuttosto incerto. Puoi andare alle Lofoten e trovare meteo abbastanza buono ad ottobre e terribile a dicembre ad esempio (come successo a me). È un’incognita, soprattutto in questa zona della Norvegia. Quello che potrei consigliarti è di andare, ma solo se riuscirai a non farti rovinare la vacanza dal meteo (lunatico) delle Isole Lofoten, sia ad ottobre che in qualsiasi periodo dell’anno. Se comunque avessi altri dubbi, sai dove trovarmi 🙂

        Rispondi

    Lascia un Commento

    Vuoi chiedere un consiglio, toglierti qualche dubbio o condividere un pensiero?
    Scrivilo qui sotto, siamo tutti orecchi - o meglio - occhi! 👀

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *