,

Cosa Vedere a Siviglia in 3 Giorni: itinerario (con Mappa)

Cosa vedere a Siviglia in 3 giorni

Se ti stai chiedendo cosa vedere a Siviglia in 3 giorni, sei nel posto giusto. Quello che ti suggerisco, per entrare appieno nell'atmosfera andalusa, è dedicare almeno 2 giornate piene alla scoperta della città, e un giorno ai suoi dintorni (che sanno regalare sorprese davvero piacevoli). Tre giorni a Siviglia saranno sufficienti per avere un bell'assaggio della capitale dell'Andalusia e respirarne l'anima calda e travolgente. Nelle prossime righe voglio portarti a scoprire questo luogo ricco di colore e fascino. Potresti innamorarti di questa città dai toni caldi, dall’atmosfera intensa e dalle belle strutture architettoniche che la adornano, o forse no, ma la cosa certa è che ne resterai almeno affascinato! 

Cosa vedere a Siviglia in 3 giorni: indice

  • Giorno 1: Plaza de España, parco e Cattedrale
  • ...
  • Giorno 2 a Siviglia: Alcázar e quartieri storici
  • Cosa vedere nei dintorni di Siviglia: giorno 3
  • FAQ - Domande con Risposte
  • Giorno 1: Plaza de España, parco e Cattedrale

    Visitare questa città significa scoprire una ricchissima eredità architettonica e storica, ma anche immergersi nella cultura spagnola, con tapas, sangria e flamenco. Per aiutarti a pianificare il tuo viaggio, ho preparato questa guida sulle cose da vedere a Siviglia in 3 giorni con gli itinerari da utilizzare comodamente sul tuo smartphone (troverai i link di Google Maps alla fine dell'articolo). Ecco cosa vedere a Siviglia in questo primo giorno di itinerario:

    Il consiglio di Sarà Perchè Viaggio: uno dei modi migliori per iniziare a scoprire Siviglia è partecipare ad un Free Tour in italiano della città (ma se preferisci camminare tra le vie di una Siviglia notturna, puoi optare per questo free tour serale in spagnolo). Dopodiché potrai proseguire in autonomia approfondendo le tappe che desideri.

    1 - Plaza de España

    La Plaza de España ha una forma semicircolare ed è attraversata da un canale su cui si affaccia un grande palazzo ricurvo. Questo colossale monumento è stato costruito per l'Esposizione Iberoamericana del 1929 e si trova all'interno del Parco Maria Luisa di Siviglia. La scelta di costruire un palazzo ricurvo non è un caso: quella forma rappresenta l'abbraccio della Spagna. Il motivo principale per il quale la Plaza de España è una delle prime cose da vedere a Siviglia in 3 giorni, è fare un viaggio attraverso le province spagnole in una sola mattinata: al livello della piazza, infatti, potrai ammirare ben 48 stemmi delle province spagnole. Ogni riquadro dedicato ad una provincia contiene delle rappresentazioni di ciò che la rende unica, eventi storici, immagini di vario genere e una mappa. Sono realizzati con mosaico di ceramica (tecnica spesso utilizzata da Gaudí, che ritroverai anche a Barcellona)È possibile anche attraversare il palazzo e salire sulle terrazze per ammirare il canale che attraversa la piazza (che simboleggia la strada per raggiungere l’America) ed i 4 ponti che scavalcano, rappresentanti i 4 antichi regni di Spagna. Lungo le pareti del palazzo troverai anche dei busti di importanti personaggi nazionali. 

    Potrai accedere a Piazza di Spagna gratuitamente e visitare anche le terrazze interne. Potrebbero essere anche dei ballerini di flamenco a rendere la tua visita ancora più suggestiva.

    Rappresentazioni Plaza de Espana

    2 - Il Parco Maria Luisa

    Dopo aver visitato Piazza di Spagna, intuirai facilmente che questa piazza è all’interno di un grandissimo ed enorme parco: El Parque de María Luisa de Sevilla. Questo è un parco pubblico che ti concederà dei momenti di pura pace ad ammirare le anatre negli stagni e nei piccoli laghetti, ascoltare il cinguettio degli uccellini e respirare l’aria fresca dell’ombra degli alberi, per un po' di sollievo nelle giornate più calde. Ma non cincischiare troppo: a Siviglia c’è ancora molto da vedere!

    Parco Maria Luisa una cosa fa vedere a Siviglia

    3 - La Cattedrale: una cosa da vedere a Siviglia

    La Cattedrale di Siviglia è da visitare almeno per 2 motivi: il primo è la maestosità architettonica dell’opera realizzata in più di un secolo e dichiarata Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Il secondo motivo per il quale dovresti addentrarti nella Cattedrale di Siviglia, è per i resti di Cristoforo Colombo custoditi al suo interno. La struttura è davvero imponente e, giusto per darti un’idea, si estende su una superficie di 11 mila metri quadri. Potresti faticare a credere alle mie parole, ma devi sapere che l’idea iniziale non era quella di costruire una cattedrale, bensì una moschea: durante la visita potrai capirlo dal Patio de los Naranjos e la torre (la Giralda). Proprio dalla Giralda, potrai ammirare l’intera città di Siviglia dai suoi 104 metri di altezza Potrai visitare la Cattedrale di Siviglia autonomamente prenotando il biglietto con anticipo sul sito ufficiale (ti costerà 1 € in più se lo acquisterai in loco). Se dovessi riscontrare difficoltà con il sito ufficiale come successo a me, e non vuoi sprecare tempo in fila, puoi acquistare i biglietti salta fila su questo sito e scegliere se abbinare anche l'audioguida. Se invece ti piacerebbe addentrarti nella storia di Siviglia e nella controversa costruzione di questo edificio, ti suggerisco di partecipare ad una visita guidata in italiano.
    Cattedrale di Siviglia biglietti

    Una curiosità: se hai già visitato Marrakech e la Giralda ti sembra piuttosto familiare, sappi che non ti stai sbagliando. Il minareto della Moschea di Koutoubia è stato usato come modello per costruire la Giralda di Siviglia.

    Giorno 2 a Siviglia: Alcázar e quartieri storici

    Ecco la mappa dell'itinerario di come trascorrere il tuo secondo giorno in città (ricorda, troverai il link per aprire la mappa su Google Maps alla fine dell'articolo):

    1 - Real Alcázar di Siviglia: una cosa da vedere a Siviglia in 3 giorni

    Inizia il tuo secondo giorno di itinerario in città esattamente dall'ultima attrazione di ieri. Situato a pochi passi dalla Cattedrale troverai il Real Alcázar di Siviglia: uno dei palazzi più antichi d’Europa ancora attualmente in uso dalla famiglia reale spagnola, nonché Patrimonio dell’Umanità UNESCO. È una fortezza araba a Siviglia in cui vari stili architettonici si fondono: architettura moresca, rinascimentale e mudéjar. Perditi nei dettagli, nei mille colori e nella bellezza degli immensi giardini dell’Alcázar.

    Per evitare le code chilometriche che si formano, assicurati di acquistare il biglietto online per l'Alcazár. Se invece vuoi approfondire di più su questa struttura, quello che ti suggerisco di fare è scegliere la visita guidata in italiano.

    Biglietti Alcazar Siviglia

    Il consiglio di Sarà Perchè Viaggio: il lunedì dopo le 16:00 puoi entrare gratuitamente all'Alcázar, ma ricorda di prenotare il tuo posto sul sito ufficiale (a 0 €). Se vuoi saperne di più approfondisci nell'articolo dedicato alla visita dell'Alcázar di Siviglia.

    2 - Il Barrio de Santa Cruz

    Il Barrio de Santa Cruz è il centro storico della città: non a caso proprio in questo quartiere hanno sede la Cattedrale e il Real Alcázar. Sarebbe impossibile non visitare questo quartiere quando visiterai Siviglia. Prima di addentrarti negli stretti vicoli, devi però sapere che questo è il vecchio quartiere ebraico della città. 

    Per assaporare al meglio lo spirito di Siviglia, puoi trascorrere la serata assistendo ad uno spettacolo di flamenco. Un piccolo consiglio: arriva almeno 30 minuti prima dell'inizio dello spettacolo, così da scegliere i posti migliori!

    Quartieri di Siviglia

    3 - Il Quartiere di Triana

    Il quartiere di Triana è uno di quei luoghi da vedere durante un viaggio a Siviglia per riuscire a cogliere appieno lo spirito antico della città. Questo quartiere si sviluppa sulla riva occidentale del fiume Guadalquivir e racchiude millenni di storia andalusa, non a caso è il barrio più autentico di Siviglia. Triana era un quartiere di marinai, grazie alla sua posizione, ma anche di ceramisti, dei quali è possibile vedere ancora oggi i negozi e le antichissime insegne rigorosamente in ceramica. Per scoprire questo quartiere con una guida locale, puoi partecipare ad un Free Tour di Triana.

    Questo quartiere mi ha affascinato particolarmente, tanto che ho deciso di prenotare qui il mio soggiorno a Siviglia. Alzarmi la mattina e scendere al bar “sotto casa” per dei churros con la cioccolata calda era un modo per iniziare la giornata in modo dolce. Ciò che dovresti appuntarti di visitare all’interno di questo quartiere, oltre a perderti nelle vie e respirare l’aria mattutina della città, è il Mercado de Triana.

    Quartiere Triana a Siviglia

    Il consiglio di Sarà Perchè Viaggio: se visiterai Siviglia non in alta stagione o prenoterai con anticipo, riuscendo a trovare un alloggio conveniente, ti suggerisco di alloggiare nel Barrio de Santa Cruz, il centro storico di Siviglia. In alternativa, ti consiglio di soggiornare nel quartiere di Triana, più distante dal centro, ma in cui sarà più facile trovare un alloggio ad un prezzo abbordabile. Assicurati di scoprire quale sia la zona migliore in cui dormire a Siviglia prima di prenotare l’alloggio.

    Cosa vedere nei dintorni di Siviglia: giorno 3

    Dopo aver trascorso due giorni a scoprire le attrazioni principali di Siviglia, vale la pena pensare di trascorrere una giornata a visitare luoghi poco turistici nei dintorni. Per seguire questo itinerario, assicurati di aver noleggiato un'auto. Se invece vuoi prolungare il tuo soggiorno in città, dovresti considerare di dare un'occhiata a questo free tour delle tre culture di Siviglia o considerare altre visite guidate di Siviglia in italiano.

    1 - Rio Tinto: il fiume rosso

    Hai mai visto con i tuoi occhi un fiume rosso? Cioè non rosino o tendente al rosso. Rosso vivo intendo. Se la risposta è negativa, devi sapere che in Spagna e, per la precisione in Andalusia, c’è un fiume che si chiama “Rio Tinto” non a caso. Un posto unico, con rocce a tratti di un arancione intenso, ramato e acque rosso sangue, che creano un contrasto perfetto con l’azzurro del cielo ed il verde degli alberi. Ma la zona che circonda lo scorrere del Rio Tinto è un luogo vissuto, in cui si racchiudono migliaia di anni di storia. Il fiume di per sé è visitabile in autonomia, ma considera che in base alla stagione in cui lo visiterai, potrebbe essere anche in secca. Alcune spiegazioni sono d’obbligo per visitare il Rio Tinto (considerando che personalmente ho girato come una trottola per parecchie ore prima di raggiungere il letto del fiume rosso, il Rio Tinto): scrivendo su Google Maps “Rio Tinto”, ti verrà suggerita Rio Tinto Mining: questa è una zona mineraria in cui viene estratto il rame, che diciamocelo, di turistico o di bello da vedere ha davvero poco, a meno che tu non sia un’amante degli escavatori.

    La vera e propria attrazione turistica di questa zona è l’antica ferrovia mineraria: da qui potrai percorrere circa 12 km su un trenino d’epoca ammirando il paesaggio quasi marziano, causato del colore rosso della sua terra, e le acque del Rio Tinto. Il Rio Tinto è distante circa 1h da Siviglia (sono 92 km circa). Ottieni le indicazioni su Google Maps qui.

    2 - El Rocío

    Hai presente tutti i film ambientati nel selvaggio west? Quelli in cui le strade della cittadina sono di sabbia, le persone girano a cavallo e ci sono i duelli per strada? Ecco, immagina di arrivare in un luogo proprio così, ad esclusione dei duelli. El Rocío è un piccolo villaggio (ma davvero caratteristico) della provincia di Huelva. La cosa bella è che questo villaggio è autentico: si può passeggiare tra le sue vie riempiendosi le scarpe di sabbia e fare un giro a cavallo. Oppure visitare il bianchissimo santuario che spicca tra tutti gli edifici. El Rocio è anche famoso per la Romeria: durante la domenica di Pentecoste (49 giorni dopo la Pasqua) migliaia di pellegrini si recano a El Rocío per venerare la Paloma Blanca, la Vergine. Il pellegrinaggio avviene proprio come vuole la tradizione, con carri trainati da cavalli. I festeggiamenti tra i pellegrini, tra canti e balli, continuano per tutta la settimana successiva.

    3 - Playa de Rompeculos

    A poca distanza da El Rocío sulla costa, potresti imbatterti nella Playa de Rompeculos (e no, il nome non è uno scherzo 😅): una spiaggia infinita dalla sabbia dorata affacciata sull’immensità dell’Oceano Atlantico, in cui godersi l’ultimo tramonto mozzafiato prima di terminare questo itinerario di 3 giorni a Siviglia.

    FAQ - Domande con Risposte

    1 – Quando andare a Siviglia?

    Se vuoi scoprire cosa vedere a Siviglia in 3 giorni, forse ti farà piacere capire anche quando visitarla. Devi sapere che Siviglia è una città muy muy caliente nei mesi estivi, quindi questo dovrebbe farti riflettere sul periodo più adatto per te per visitarla. Quello che ti suggerisco per organizzare qualche giorno per vedere Siviglia è evitare i mesi più caldi dell'estate, quando le temperature superano addirittura i 40° C. In concomitanza con la Pasqua, invece, devi sapere la città è molto affollata e i prezzi delle strutture potrebbero salire alle stelle! Una volta deciso questo, scopri le offerte di voli per Siviglia comodamente da qui.

    2 – In quanti giorni visitare Siviglia?

    Ti suggerisco di concederti almeno 3 giorni per visitare Siviglia con tutta calma e di personalizzare le cose da vedere in base al tempo a tua disposizione. 

    3 – Cosa vedere a Siviglia in 3 giorni?

    Perditi nei quartieri più antichi della città, come Triana e il Barrio de Santa Cruz. Trascorri qualche ora ad ammirare i dettagli della Piazza di Spagna e acquista un biglietto per visitare la Cattedrale e il Real Alcázar di Siviglia. Se dovesse avanzarti tempo l'ultimo giorno dedicati alla visita dei dintorni di Siviglia: il Rio Tinto, El Rocío e la bellissima Playa de Rompeculos.

    4 – Quanto costa un volo per Siviglia?

    Ci sono davvero tantissimi voli diretti che partono ogni giorno verso la capitale andalusa. Un volo per Siviglia costa meno di 50 €, ovviamente il prezzo dipende dalla stagione, dalle date e l'anticipo con il quale stai prenotando. Clicca qui per scovare la migliore offerta per le tue date ottimizzando i tempi!

    Con questa breve guida spero di essere riuscita a darti qualche dritta su cosa vedere a Siviglia in 3 giorni e nei dintorni (che a mio avviso meritano di essere visitati per comprendere appieno la capitale andalusa). Come promesso ecco l'itinerario del giorno 1, giorno 2 e giorno 3 da aprire direttamente su Google Maps sul tuo smartphone. Spero ti siano utili e che tu abbia trovato tutte le informazioni delle quali avevi bisogno. Se così non fosse, lascia un commento sotto all'articolo e ti aiuterò con piacere. Grazie per affidarti ai consigli di Sarà Perchè Viaggio, a presto!

    Appunta l'articolo per dopo, Pinnalo!

    Ti è piaciuto quello che hai letto? Vuoi essere aggiornato sui nuovi articoli? Iscriviti gratis!

    Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post: non ti preoccupare, non ti scriverò spesso e potrai cancellare l'iscrizione in qualsiasi momento (ma sono fiduciosa che non ne sentirai il bisogno 🙂).

    Iscriviti alla newsletter e unisciti agli altri 2.841 viaggiatori e viaggiatrici.

    Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti che rendono possibile questo servizio. Leggi la nostra politica sulla privacy completa.

    Confermo d'aver preso visione *

    Vai di fretta?

    Organizza la tua visita a Siviglia in meno di 15 minuti!

    Voli per Napoli

    Cerca le migliori offerte di voli per Siviglia (da € 42).

    Alloggi economici Napoli

    Scegli dove dormire a Siviglia tra le zone migliori (da € 30).

    Prenota un free walking tour della città (da € 0 – GRATIS).

    Scopri i migliori tour in italiano di Siviglia (da € 17).

    Biglietti per Napoli sotterranea

    Scopri tutti i dettagli per visitare l'Alcázar di Siviglia.

    4 commenti
    1. Denise
      Denise dice:

      Buongiorno, prossimamente farò un viaggio di 4 giorni nella bellissima Siviglia e cercavo proprio di capire come muovermi e cosa vedere. Avete esaudito a pieno la mia curiosità e vi ringrazio per tutte le informazioni, molto utili! Vi ringrazio!

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Annarita, appena fuori dall’aeroporto potrai prendere il bus della compagnia TUSSAM salendo su uno dei bus con scritto EA (sono i bus che fanno proprio la tratta dall’aeroporto al centro). Ti lascio il sito ufficiale della compagnia se hai bisogno di altre informazioni per il tuo viaggio. Spero di esserti stata utile, un caro saluto!

        Rispondi

    Lascia un Commento

    Vuoi chiedere un consiglio, toglierti qualche dubbio o condividere un pensiero?
    Scrivilo qui sotto, siamo tutti orecchi - o meglio - occhi! 👀

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *