Barcellona in 4 Giorni: Cosa Vedere con Itinerario (da salvare)

Cosa vedere a Barcellona in 4 giorni

Scopri cosa vedere a Barcellona in 4 giorni e prendi nota delle attrazioni che non puoi proprio perderti in città! La cosa interessante è che non dovrai stare per giorni a scervellarti su quali siano le migliori cose da visitare a Barcellona, perché ho già pensato a tutto io. Per semplificarti la vita ho preparato per te 4 itinerari da scaricare ed utilizzare direttamente sul tuo smartphone (li troverai nella parte finale dell'articolo). A te basterà leggere i consigli che troverai nelle prossime righe, informarti un po' sulle attrazioni che stai per visitare e riservare gli ingressi prioritari in quelle che ti interessano, così da non trascorrere la maggior parte del tuo prezioso tempo a Barcellona in coda. 

Eh eh, ma tu credi davvero che sia finita qua? No, ho ancora qualche asso nella manica per stupirti! Che dici, iniziamo a pianificare i tuoi 4 giorni a Barcellona

Cosa vedere a Barcellona in 4 giorni: indice

  • Consigli per visitare Barcellona in 4 giorni
  • ...
  • Giorno 1 a Barcellona
  • Consigli per visitare Barcellona in 4 giorni

    • Barcellona è una città molto grande e, anche se il suo centro è abbastanza concentrato, i mezzi pubblici sono un ottima scelta per risparmiare tempo e fatiche, considerando soprattutto che in 4 giorni potrai visitare molto. Pagare la singola corsa di volta in volta non è conveniente: la scelta migliore è quella di acquistare la tessera dei trasporti illimitati (inclusi tram, autobus, treni, metropolitana e il tragitto da e per l'aeroporto) sul sito ufficiale;
    • Le attrazioni di Barcellona sono quasi costantemente precedute da file chilometriche. Per visitarle senza dover aspettare (anche per ore) in coda, scegli i biglietti saltafila ed acquistali online con anticipo (in particolar modo ti segnalo: i biglietti della Sagrada Familia, i biglietti di Casa Batllò, La PedreraParc Güell).
    • Dove soggiornare per godere della praticità massima per seguire questo itinerario di 4 giorni a Barcellona? Se hai scelto di NON acquistare la tessera dei trasporti, scegli un alloggio nei dintorni di Plaça de Catalunya, come l'economico Hostal Goya. I prezzi di questa zona aumentano durante i weekend di alta stagione, quindi preferisci il quartiere gotico soggiornando all'Hostal Fernando. Se hai la tessera dei trasporti, invece, anche il più economico quartiere El Raval andrà bene per dormire a Barcellona.
    • Un buon modo per iniziare a scoprire Barcellona (se non è la tua prima volta in città), è quello di partecipare ad un free walking tour in italiano durante il primo giorno.
    • Se hai meno giorni per visitare Barcellona non utilizzare questo itinerario accorciandolo. Passa invece a cosa vedere a Barcellona in 3 giorni o l'itinerario di 2 giorni a Barcellona.

    GIORNO 1 a Barcellona

    Ricorda: infondo all'articolo ti ho lasciato i link delle mappe giorno per giorno, da aprire comodamente sul tuo smartphone al termine della lettura.

    1 - Plaça de Catalunya e Passeig de Gràcia

    Inizia l'itinerario di questo primo giorno a Barcellona dal cuore della città: Plaça de Catalunya. Proprio da qui si diramano Passeig de Gràcia e La Rambla. Prosegui verso la prima, una via elegante e maestosa. Questo quartiere era dove risiedeva l’alta borghesia fino al secolo scorso, quindi è decisamente una cosa da visitare a Barcellona. Con un bel po' di fantasia potrai ancora sentire il rumore delle carrozze trainate dai cavalli, annusare i primi tram ed evocare le passeggiate delle signore eleganti a braccetto con i mariti: così era Passeig de Gràcia. Ora questa via è la zona più costosa di tutta la città. Qui troverai le marche di abbigliamento più famose a livello mondiale e molte opere UNESCO. Proprio qui si trova l'Illa de la Discòrdia, un complesso di tre edifici eretti in stile modernista. In ordine troverai: Casa Lleó Morera, Casa Batlló e Casa Amatller. Per il momento soffermati solo ad ammirarli esternamente e poi prosegui verso La Monumental.

    2 - La Monumental

    La Monumental è una delle plazas de toros più importanti di Barcellona, ma anche della Spagna intera. La Plaza è risalente al 1914 e, al suo interno si trova il Museo Taurino di Barcellona, in cui potrai ammirare gli abiti di famosi toreri, teste di tori celebri e altri oggetti storici relativi al mondo della corrida.

    La Monumental, una cosa da vedere a Barcellona in 4 giorni

    3 - Sagrada Familia

    Proseguendo lungo Carrer de la Marina, giungerai a lei, la maestosa ed imponente Sagrada Familia. La Sagrada Familia è sicuramente una cosa da visitare a Barcellona, perché è uno di quei monumenti che ti incanta. È senza dubbio un’opera impressionante dall'esterno, ma merita una visita soprattutto all'interno, per scoprire un mondo unico nel suo genere, immerso in uno spettacolo di luci e colori e per avere una vista senza paragoni su Barcellona salendo sulle sue torri. Anche se visiterai Barcellona in 4 giorni e ti sembra di avere molto tempo, la scelta più conveniente è comunque quella di acquistare il biglietto saltafila (consigliatissimo sempre quando si tratta di Sagrada Familia!). Dovrai prenotarlo online con anticipo per assicurarti il posto. Incluso nel biglietto c'è anche l'audioguida che arricchirà la tua visita di informazioni.

    Riservati il biglietto per le tue date proprio qui o valuta una visita guidata con o senza accesso alle torri se preferisci.

    Cosa Visitare a Barcellona La Sagrada Familia

    Cose da sapere sulla Sagrada Familia

    Forse ti interesserà sapere che questo edificio ha una storia davvero particolare: la sua costruzione è iniziata nel 1882 ed è ancora in corso (terminerà nel 2030 probabilmente). Forse non lo sai, ma la prima pietra della Sagrada Familia non fu messa da Gaudì come si potrebbe pensare: i lavori inizialmente vennero affidati ad un altro architetto, Francisco de Paula del Villar y Lozano. Il progetto di questo, però, non incontrò le richieste dei donatori e l’anno dopo i lavori vennero affidati a Gaudì, il quale dedicò ben 43 anni della sua vita alla sua costruzione. Nonostante ciò, Gaudì non lasciò nessun progetto cartaceo della Sagrada Familia, perché voleva che ci fosse il contributo anche delle generazioni future.

    4 - Casa Vicens: una cosa da visitare a Barcellona in 4 giorni

    Scoprirai ben presto che di edifici “bizzarri”, o che sembrano usciti dal libri di fiaba, a Barcellona ce ne sono davvero tanti. Uno di questi è la prima opera di Atonio Gaudì, considerato il padre del modernismo catalano. Si tratta di Casa Vicens, Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO nel 2005 e progettato nel 1878. Per raggiungerlo dalla Sagrada Familia puoi utilizzare la metro L5, cambiando a Diagonal, e poi L3 scendendo a Fontana (indicazioni qui).

    Puoi visitare Casa Vicens e scoprire i suoi interni stravaganti, acquistando il biglietto saltafila con audioguida in italiano.

    5 - Parc Güell e tramonto

    Per certi versi può essere considerato il simbolo di Barcellona: sfogliando le immagini rappresentative della città, sarà proprio questo parco che vedrai raffigurato più spesso. I colori sgargianti delle sue case, le pareti ricoperte di mosaico di ceramica ed i tetti tondeggianti, che brillano con i riflessi del sole. Entrare a Parc Güell è come varcare la soglia del paese di Alice delle Meraviglie: lunghi viali, circondati da una folta vegetazione in cui vivono chiassosissimi e verdissimi pappagalli. Parc Güell avrebbe dovuto essere un’opera molto più imponente, rispetto a quello che troverai. Il progetto, infatti, era quello di creare un quartiere residenziale di lusso con circa 60 dimore, al di fuori della frenesia della città. Il parco si sviluppa interamente su una collina che regala viste mozzafiato su Barcellona ed il mare (magnifico al tramonto). Purtroppo però, Güell, colui che commissionò il progetto a Gaudì e dal quale il parco prese il nome, non riuscì a vendere neppure una delle 2 case che Gaudì creò come esposizione, e il progetto andò in fumo. Negli anni Parc Güell è diventato un bellissimo parco cittadino dichiarato patrimonio dell’umanità UNESCO. Ti consiglio di restare qui per godere del tramonto su Barcellona.

    Per raggiungere Parc Güell da Casa Vicens, utilizza il bus 24 (indicazioni qui). L'ingresso ha un costo di circa 13 € per avere accesso a (quasi) tutte le zone del parco, ad esclusione della casa museo di Gaudì acquistabile in loco. Attenzione, però: rispetta l’orario di ingresso e sii puntuale perché potrai entrare solo nell'orario indicato sul ticket. Dal 01 giugno 2020 non è più possibile entrare gratuitamente al parco, neppure al di fuori degli orari di apertura. 

    Acquista il biglietto salta fila per Parc Güell proprio qui.

    Salamandra Parc Guell

    GIORNO 2: cosa vedere a Barcellona

    Il consiglio di Sarà Perchè Viaggio: se preferisci scoprire la città ed i monumenti che la compongono facendoti accompagnare da una guida, allora potrebbe interessarti scoprire le 11 visite guidate a Barcellona (alcune anche in italiano).

    1 - Casa Milà (la Pedrera) e Casa Batllò

    Le prime tappe di questo itinerario a Barcellona in 4 giorni sono distanti pochi metri l’una dall'altra, ma su due vie diverse. Una ricca di dettagli all'esterno, l’altra ricca di dettagli all'interno. La cosa che le accomuna? Entrambe sono figlie dello stesso artista, Gaudì. A colpo d’occhio è facile adorare la facciata colorata e decorata di Casa Batlló: terrazzi che richiamano dei teschi (o forse delle maschere), colori brillanti e il solito tetto tondeggiante. A primo impatto, invece, Casa Milà potrebbe non farti lo stesso effetto (non per niente chiamata anche “pedrera” per le pietre uniformi con le quali è stata realizzata). In questo caso non scordarti di salire sulla terrazza, in cui vedrai il punto di osservazione speciale che Gaudì aveva previsto per ammirare la Sagrada Familia.

    Una cosa è certa: entrambe ti affascineranno! Scegli se visitarle entrambe o solamente una: il mio consiglio è di ammirarle entrambe.

    2 - La Rambla: una cosa da vederea Barcellona in 4 giorni

    La via più famosa della città è sicuramente La Rambla ed è facilmente raggiungibile dalle due attrazioni che hai appena visitato. È lunga 1,4 km e attraversa tutto il cuore della città da Plaça Catalunya fino alla statua di Cristoforo Colombo, a 2 passi dal porto. È una via principalmente pedonale, ma ai suoi lati ci sono 2 piccole corsie. Lungo questa via troverai molti artisti di strada, il museo delle cere, il museo erotico di Barcellona (sì, hai capito bene!), Palazzo Güell, il mercato de la Boqueria e il Monumento a Cristoforo Colombo.

    Lo sapevi che circa a metà Rambla c’è un grande mosaico circolare firmato Mirò? Ogni giorno migliaia di persone lo calpestano senza saperlo, ma ai tuoi occhi non passerà sicuramente inosservato con i suoi 8 metri di diametro. 

    La Rambla Barcellona

    3 - La Rambla del Mar e Port Vell

    Dalla fine della Rambla “ufficiale” con un ponte potrai raggiungere La Rambla del Mar, che collega la fine della strada al centro commerciale Maremagnum attraverso un ponte in legno. L'aspetto più affascinante di questo tragitto è che il paesaggio cambierà drasticamente: dai viali alberati passerai alla brezza marina e al verso dei gabbiani ammirando le barche ormeggiate. Prosegui poi fino a Port Vell, il “porto vecchio” della città ora zona moderna e all'avanguardia. Qui si trova anche l'acquario più grande d'Europa (perfetto da visitare se stai cercando di capire cosa vedere a Barcellona in 4 giorni con bambini). 

    Rambla del Mar Barcellona in 4 giorni

    4 - Barceloneta e Port Olímpic

    Se la tua non vuol essere una semplice ricerca di cosa visitare a Barcellona, ma vorresti anche qualcosa da fare, sappi che potresti concederti un bel tuffo in mare, passeggiare sulla spiaggia o mangiare delle tapas o un buon piatto di paella in riva al mare in questi 4 giorni a Barcellona. La Barceloneta è il quartiere più vivace di tutta la città, grazie ai numerosi locali in zona. Qui non troverai molti edifici storici da visitare, perché questo un tempo era un quartiere popolare abitato principalmente da pescatori (oggi sostituiti da lussuosi yatch). Raggiungi poi Port Olímpic (costruito in occasione delle Olimpiadi del 1992), che coi i suoi negozi e locali, è il luogo perfetto dove trascorrere la serata!

    La Barceloneta

    GIORNO 3: Itinerario

    1 - Il quartiere gotico e la Cattedrale

    Il quartiere gotico di Barcellona (il Barri Gòtic) non necessita solo di una visita, bensì di una vera e propria immersione, per perdersi nei vicoli, lasciandosi emozionare dalle note degli artisti di strada. Questa è la zona più antica di Barcellona: alti edifici con grandi finestre, strette vie, piccole botteghe e tipici negozietti. Passeggiando qui non potrai non notare la bella cattedrale di Barcellona, costruita con massi chiari. Questa zona è una specie di labirinto, in cui potresti perderti, nel senso vero e proprio della parola. La cosa da sapere è che puoi prenotare un tour della Barcellona medievale, con una guida che ti porterà nelle zone più significative del Barri

    Se lo visiterai autonomamente, invece, appuntati di passare anche da la Plaça de Sant Felip Neri, in cui potrai vedere i segni rimasti a memoria del bombardamento ad opera di un aereo italiano che causò la morte di molti bambini del 1938, durante la guerra civile spagnola.

    Cattedrale di Barcellona

    Il Barri Gòtic è anche una delle zone migliori in cui dormire a Barcellona per visitare la città e respirarne la parte più autentica.

    2 - El Raval: Gatto di Botero e Palazzo Güell

    El Raval è il quartiere posizionato di fronte al Barri Gòtic, i due sono semplicemente divisi da La Rambla. A differenza del precedente, questo quartiere è multietnico e ricco di murales. Qui potrai vedere il Gatto di Botero, una statua molto grande di un gatto paffuto, il MACBA, il museo di arte contemporanea di Barcellona e Palazzo Güell, a poca distanza da La Rambla. Attualmente è in corso un piano di riqualifica della zona (in precedenza malfamata).

    Dormire a Barcellona per risparmiare El Raval

    3 - Basilica di Santa Maria del Mar e Museo di Picasso

    La prossima tappa di questo itinerario a Barcellona di 4 giorni è la Basilica di Santa Maria del Mar. Una grande chiesa gotica situata nel quartiere della Ribera e dedicata (appunto) alla madonna che protegge i marinai. Ti suggerisco di varcare la porta d'ingresso per ammirare la maestosità dell'opera risalente all'epoca medievale, ammirare le navate e l'ampia distanza che c'è tra le varie colonne di sostegno, che sembrano sfidare la forza di gravità. Al termine della visita, valuta poi di visitare anche il Museo di Picasso in cui è custodita la più vasta collezione di opere dell'artista spagnolo Pablo Picasso.

    Basilica di Santa Maria del Mar una cosa da vedere a Barcellona in 4 giorni

    4 - Cosa vedere a Barcellona in 4 giorni: Parc de la Ciutadella

    Attraversando Passeig del Born, raggiungi Parc de la Ciutadella. Siccome questo parco non rientra nelle cose più note da visitare a Barcellona, è frequentato per la maggiore dai locali. Vieni qui al tramonto e non te ne pentirai! La cosa più bella da vedere è sicuramente la Cascata Monumentale, ma ci sono anche un lago, delle sculture, il parlamento della Catalogna e lo zoo. Un luogo perfetto in cui trascorrere qualche ora nel verde. Il parco apre ogni mattina alle 10 e l’ingresso è gratuito. 

    Parc de la Ciutadella

    5 - L’Arco di Trionfo

    Costruito in mattoni rossi nel 1888, fungeva da ingresso principale per l'Esposizione Universale. L’Arco di Trionfo crea un contrasto perfetto con l’azzurro del cielo nelle giornate di sole e con il colore delle nubi, nelle giornate più tetre. Nella parte interna dell'arco troverai gli stemmi della città di Barcellona e delle 49 province spagnole. Questa è l'ultima tappa del terzo giorno a Barcellona!

    Cosa vedere a Barcellona in 4 giorni

    GIORNO 4 a Barcellona

    Arrivato a questo quarto giorno di itinerario a Barcellona, puoi scegliere se proseguire con la scoperta della città addentrandoti alla scoperta di un’altra zona, oppure concederti una gita in giornata. Devi sapere, infatti, che a poca distanza da Barcellona si trova un bellissimo monastero incastonato tra le rocce e famoso per la statua della Madonna nera al suo interno, il Monastero di Montserrat (trovi tutte le info nell'articolo dedicato). Se invece hai optato per la prima, continua a leggere per scoprire cosa vedere a Barcellona il giorno 4.

    1 - Montjuïc

    Trascorri la giornata nella collina del Montjuïc, considerata il polmone verde della città. Da quassù potrai assistere a panorami mozzafiato su Barcellona. Qui potrai visitare il giardino botanico, il castello di Montjuïc, il Museo Nazionale d’Arte della Catalonia e la Fondazione Joan Miro. Insomma, una volta arrivato sulla collina del Montjuïc avra l’imbarazzo della scelta delle cose da fare e vedere, proseguendo poi fino alla Plaza de toros de las Arenas.

    Montjuïc Barcellona

    2 - Arena di Barcellona

    A Barcellona potrai visitare un’arena che un tempo veniva utilizzata per la corrida (abolita nel 2012). Ciò che resta oggi dell’arena nei pressi di Piazza di Spagna, sono le mura di mattoni rossi e finestre tonde decorate con pietre chiare. L’interno dell’arena è stato convertito in un centro commerciale, ma ti consiglio di entrare per poter accedere all'ultimo piano dell’edificio. Da qui infatti potrai avere una bella vista su Barcellona e, se lo vorrai, cenare sulla terrazza panoramica. Da lassù potrai vedere la Sagrada Familia, la Fontana Magica e la Plaça d’Espanya appena sotto l’arena. Presta attenzione a non prendere l’ascensore all'esterno dell’arena: questa ti condurrà all'ultimo piano del centro commerciale pagando, ma ti basterà entrare nel Centro Commerciale per raggiungerlo gratuitamente, utilizzando l’ascensore interno o le scale mobili.

    Arena di Barcellona

    3 - Una cosa da non perdere a Barcellona in 4 giorni: la Fontana magica

    Una cosa da visitare a Barcellona in 4 giorni, nonché una delle attrazioni più famose della città, è la Fontana Magica, che con le sue coreografie è in grado di emozionare grandi e piccini. Ricorda di consultare gli orari degli spettacoli sul sito ufficiale e, una volta sicuro dell’orario, porta con te una bella birra fresca o una sangria e lasciati emozionare dallo spettacolo di luci, colori ed acqua danzante.

    Cosa vedere a Barcellona in 2 giorni la fontana magica

    Cose da sapere prima di visitare Barcellona

    • A Barcellona i ritmi sono molto lenti e rilassati. Non pensare di svegliarti all'alba per bere un caffè, perché molto probabilmente non troverai nessun bar aperto. Considera che l’orario perfetto per la cena sono le 22 e il pranzo non si consuma prima delle 14. Se ti sveglierai alle 08 di mattina, incontrerai tanta gente quanta ne incontri quando prendi coraggio e ti alzi per fare una corsetta al parco alle prime luci dell'alba. Ma ricorda, questo è molto interessante: potrai approfittare per visitare Barcellona con più calma e meno folla!
    • A Barcellona si parla prevalentemente catalano. I catalani considerano la propria cultura diversa da quella spagnola. Probabilmente nessuno si offenderà se converserai con loro in spagnolo, ma tieni a mente un paio di parole in catalano, per fare un figurone: Buongiorno =  “Bon dia”, quando vai via, invece, utilizza “Adéu”, per ringraziare dì “Merci” proprio come in francese, ma senza accento, per favore, invece, si dice “Si us plau”.

    Con questo articolo spero di essere riuscita a darti degli spunti interessanti su cosa visitare a Barcellona in 4 giorni. Come promesso, ecco a te l’itinerario del giorno 1, giorno 2 , giorno 3 e giorno 4. Una volta cliccato sul link, la mappa si aprirà direttamente sull’App di Google Maps (se installata), permettendoti la massima praticità negli spostamenti. Grazie per affidarti ai consigli di Sarà Perchè Viaggio e ricorda che se dovessi avere qualche domanda su cosa vedere a Barcellona in 4 giorni, dovrai solo lasciare un commento alla fine dell’articolo ed io ti risponderò appena possibile. A presto!

    Appunta l'articolo per dopo, Pinnalo!

    Ti è piaciuto quello che hai letto? Vuoi essere aggiornato sui nuovi articoli? Iscriviti gratis!

    Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post: non ti preoccupare, non ti scriverò spesso e potrai cancellare l'iscrizione in qualsiasi momento (ma sono fiduciosa che non ne sentirai il bisogno 🙂).

    Iscriviti alla newsletter e unisciti agli altri 2.649 viaggiatori e viaggiatrici.

    Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti che rendono possibile questo servizio. Leggi la nostra politica sulla privacy completa.

    Confermo d'aver preso visione *

    Vai di fretta?

    Organizza la tua visita a Barcellona in meno di 15 minuti!

    Voli per Barcellona

    Cerca le migliori offerte di voli per Barcellona qui (da € 23).

    Alloggi economici Barcellona

    Scegli tra i 10 migliori alloggi in centro (da € 40).

    hola bcn

    Acquista la Barcellona Card per risparmiare (da € 16).

    Prenota un free walking tour della città in italiano (da € 0 – GRATIS).

    Sagrada Familia

    Acquista il biglietto saltafila per la Sagrada Familia (da € 32).

    Tour guidati Barcellona

    Scegli tra i migliori tour di Barcellona in italiano (da € 5).

    Transfer Barcellona

    Se necessario, prenota un transfer da e per l'aeroporto qui.

    Ottieni l'assicurazione viaggio con uno sconto del 10% qui.

    14 commenti
    1. lauren
      lauren dice:

      Ciao, ho letto bene la tua guida volevo chiederti dei consigli per le mie esistenze se riesci a rispondermi.
      Io arriverò a barcellona verso le 12.30 di martedi e riparto sabato alle 15.55 volevo sapere se è meglio seguire la guida dei 3 giorni o dei 4 giorni? considera che per avere un viaggio perfetto a me piace riposare 2o 3 orette il pomeriggio magari verso le 17/18 altrimenti non reggo tutto il giorno fuori. Mi puoi consigliare cosa è meglio vedere nelle ore diurne e cosa nelle ore serali? Ti ringrazio tantissimo

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Lauren, dati gli orari dei voli e quello che mi hai detto, ti suggerisco assolutamente di seguire l’itinerario di 3 giorni a Barcellona. Nei miei articoli non includo le cose da vedere la sera (a meno che si tratti di qualche attività particolare, come uno spettacolo di Flamenco), in modo da lasciare spazio al relax. Ti suggerisco quindi di prendere le tappe nell’itinerario per organizzare i tuoi giorni a Barcellona e valutare a tua scelta se c’è qualche attrazione o attività che ti piacerebbe inserire la sera. Spero di esserti stata utile, ma se avessi qualche dubbio o domanda rispondi pure a questo commento. Un caro saluto e buona Barcellona!

        Rispondi
    2. Antonio
      Antonio dice:

      Ciao Eleonora, ho un dubbio, prenotando i biglietti separati delle varie attrazioni , sono anche salta la fila ? Go city Explorer card , dove cè incluso trasporto e biglietti salta la fila come funzionano , servono solo a fare saltare la fila e poi acquisti il biglietto ? Grazie

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Antonio, spesso i biglietti delle singole attrazioni hanno un orario di ingresso specifico che selezionerai al momento dell’acquisto, quindi eviterai buona parte della coda. In ogni caso ti suggerisco di leggere con attenzione sulla pagina di vendita del biglietto cosa effettivamente prevedono le varie versioni per non avere dubbi. Con il Go Barcelona Explorer Pass potrai entrare in 2, 3, 4, 5, 6 o 7 attrazioni tra le più famose, ma nelle attrazioni in cui non è possibile prenotare con anticipo dovrai fare la fila per entrare. Inoltre il trasporto in questa tessera non è incluso, meglio optare per la Hola BCN per il trasporto e poi acquistare i biglietti delle singole attrazioni che desideri visitare se vuoi evitare le code. Spero di esserti stata utile, un caro saluto e buona Barcellona!

        Rispondi
    3. luana mancin
      luana mancin dice:

      Ciao Eleonora, partiremo per Barcellona, io e mio marito dal 11/4 al 15/4. Intanto complimenti per la tua guida e i tuoi consigli.Sicuramente faremo un free tour per conoscere la città. Rimane sempre il dubbio quale card acquistare. Tengo a precisare che noi alloggeremo al Caledonian hotel. Pensavamo tra le miriadi di card acquistare la Digital pass. Tu cosa mi consiglieresti???? Grazie Buona giornata

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Luana, diciamo che purtroppo non esiste una card più conveniente per tutti, semplicemente perché dipende da cosa volete visitare. Personalmente ti consiglierei di prendere la penna e calcolare, in base a cosa avete in programma di visitare, se sia effettivamente più conveniente acquistare il Digital Pass, oppure la tessera dei trasporti (la Hola BCN) abbinata ai singoli biglietti delle attrazioni. Generalmente questo è il modo più conveniente per visitare Barcellona la prima volta, ma come ti ripeto, è molto soggettivo. Se hai altri dubbi o posso esserti utile in altro, rispondi pure a questo commento. Un caro saluto e buon viaggio!

        Rispondi
    4. Samantha
      Samantha dice:

      Buongiorno, Eleonora
      visiterò Barcellona con la mia famiglia dal 23/04/23 al 27/04/2023, utilizzerò sicuramente la tua guida.
      Viaggiando con 2 bambini, e i 2 nonni quale card per i trasporti mi consigli?
      I biglietti per visitare le attrazioni li prenderò tutti separatamente, con opzione salta la fila, per poter gestire gli orari e visitare i siti con i nostri tempi.
      Ti ringrazio
      Samantha

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Samantha, per usufruire del trasporto pubblico per i 4 giorni in cui starai a Barcellona, ti suggerisco di acquistare la Hola Barcelona Travel Card valida 96 ore (con anche il trasferimento aeroportuale incluso). Questa tessera si attiva dal primo utilizzo, quindi valuta se ti conviene acquistarla invece per 72 ore se vuoi risparmiare un pò, anche se credo che la praticità in questo caso abbia la priorità. Nel link che ti ho lasciato trovi tutti i dettagli della tessera, e anche i luoghi e gli orari in cui potrai ritirarla (anche in aeroporto per esempio). Ottima scelta quella di acquistare i biglietti delle singole attrazioni: in questo modo eviterete le lunghissime code che spesso ci sono in queste attrazioni di Barcellona. Spero di esserti stata utile, ma per altri dubbi sai dove trovarmi. Un caro saluto e buon viaggio a tutti voi!

        Rispondi
    5. Cosimo
      Cosimo dice:

      Buongiorno. Soggiornerò per 4 giorni a Barcellona (dal 18 al 22 Maggio) e non mancherò di utilizzare la tua splendida e chiarissima guida per visitare la città.
      Alloggerò in albergo con servizio di colazione inclusa. Potresti gentilmente suggerirmi posti di ristoro per pranzo e/o cena a prezzi contenuti?
      Grazie.

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Cosimo, dare consigli sui ristoranti tipici non è il mio forte essendo vegetariana. Mi ero salvata i nomi di ristoranti fatti da amici, ma non sono proprio economici. Ti suggerisco di provare a fare qualche ricerca online perché purtroppo non posso esserti utile. Spero troverai ciò che cerchi, un caro saluto e buona Barcellona!

        Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Francesco, puoi generare e scaricare la guida in PDF tu stesso schiacciano Ctrl + P su computer Windows o Cmd + P su Mac. In alternativa puoi invece usare anche qualche software online in cui ti basterà inserire il link della pagina che vuoi scaricare, come webtopdf.com. In questo modo potrai stampare la versione pdf delle pagine che preferisci. Un saluto!

        Rispondi

    Lascia un Commento

    Vuoi chiedere un consiglio, toglierti qualche dubbio o condividere un pensiero?
    Scrivilo qui sotto, siamo tutti orecchi - o meglio - occhi! 👀

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *