Oslo cosa vedere

Stai cercando cosa vedere ad Oslo e scoprire come risparmiare nella capitale più costosa d'Europa? Allora sei incappato sul sito giusto! 

Ricordi tutte le frasi che hai letto e sentito riguardo a quanto fosse elevato il costo di un viaggio in Norvegia? Se avevi qualche dubbio, sappi che sì, sono verissime, purtroppo! Soprattutto per quanto riguarda la capitale norvegese, Oslo, probabilmente la più costosa d’Europa.

Per questo, sono sicura che ti farà piacere scoprire cosa vedere ad Oslo per risparmiare un po'.

Per la tua visita ad Oslo non devi per forza rompere il salvadanaio che alimenti con tanto amore da quando sei piccolo!

Diamoci una mossa e scopriamo insieme cosa vedere ad Oslo gratis (lo senti quel “oink oink”? È il maialino che ci ringrazia)! (Ok, in effetti questa potevo evitarla 😅).

Cosa vedere a Oslo: indice

Oslo Pass

Qualcuno ha cercato di rispondere ai tuoi dubbi su quanto costosa fosse la Norvegia, dicendoti: “Vabbè, ma che vuoi che sia? Compri l’Oslo Pass e sei apposto!”.

Aspetta.

Apposto un bel cavolo. L’Oslo Pass, include sicuramente molti vantaggi per visitare la città, MA NON È ECONOMICO, per nulla!

Cos'è l'Oslo Pass?

L’Oslo Pass è un abbonamento valido per un determinato periodo di tempo a tua scelta tra 24, 48 o 72 ore, che ti darà la possibilità di visitare la città risparmiando un po'. Nelle ore incluse nel tuo abbonamento avrai diritto a: 

  • Ingresso gratuito in 30 musei;
  • Trasporti pubblici gratuiti;
  • Ingresso gratuito in piscina (Piscina? Cioè veramente qualcuno va ad Oslo per andare in piscina? Bah..);
  • Sconti e offerte speciali su ristoranti e negozi.

Quanto costa l'Oslo Pass?

L'Oslo Pass negli uffici turistici della città e sul sito ufficiale Visit Oslo, costa:

24h = 45€ per adulto
48h = 66€ per adulto
72h = 82€ per adulto

Psssst: un suggerimento! Su Civitatis trovi l'Oslo Pass ad un prezzo più basso rispetto al sito ufficiale del turismo (ed ha la stessa validità ed attrazioni incluse). Clicca sull'immagina per saperne di più:

Vantaggioso, ma non economico, come ti dicevo.

DOVE ACQUISTARE L'OSLO PASS:

Per risparmiare ti conviene acquistare l'Oslo Pass su GetYourGuide oppure, ancora più vantaggioso, Civitatis. Su questi siti, costa meno rispetto al sito ufficiale del turismo di Oslo! Provare per credere (ho lasciato entrambi i siti, per lasciarti modo di verificare eventuali cambi prezzo tra uno e l'altro – prezzi aggiornati 2021).

Il mio consiglio è: se hai a disposizione 2 giorni ad Oslo, puoi valutare di acquistare l’Oslo Pass il primo giorno (nella versione da 24h) e dedicarti alle attrazioni incluse. Il secondo giorno, invece, ti suggerisco di acquistare il biglietto per i trasporti pubblici valido 24h, a circa 10/20€ (in base a quante zone desidererai visitare) e dedicarti alle attrazioni gratuite: fidati, ci sono davvero molte cose da vedere ad Oslo gratis!

Cosa vedere ad Oslo: giorno 1

Dopo aver acquistare l'Oslo pass i primi giorni della tua visita ad Oslo, dedicali a visitare le attrazioni gratuite incluse nell'Oslo Pass e quelle scontate. Avrai l'imbarazzo della scelta delle cose da vedere ad Oslo incluse nella tessera, eccoti una lista delle principali:

  • Museo delle navi vichinghe
  • Museo Munch (dove vedere dal vivo il famoso urlo di Edvard Munch)
  • Centro dell'arte contemporanea
  • Museo della storia naturale
  • Castello Akershus di origine medievale
  • Centro Nobel per la Pace
  • Holmenkollen: il trampolino per il salto con gli sci più antico al mondo.

Scegli tra tutte le attrazioni incluse nell'Oslo Pass che troverai scorrendo questa pagina, e scegli come sviluppare i primi giorni ad Oslo in base alle tue preferenze.

Castello Akershus Oslo
Castello Akershus Oslo

Oslo cosa vedere: giorno 2

Il secondo o il terzo giorno della tua visita ad Oslo (insomma, quando non avrai più l'Oslo Pass valido), dedicati alla visita delle attrazioni gratuite della città. L'unica spesa che ti suggerisco di sostenere è quella dei trasporti pubblici

Spostarsi con i mezzi pubblici ad Oslo

Il biglietto per i mezzi pubblici puoi acquistarlo dall’App #RuterBillet (l’asterisco non è messo a caso, ma lo troverai sia come icona dell’App, che sui mezzi in cui valgono questi biglietti). L’unica cosa alla quale dovrai prestare attenzione è proprio il numero di zone da selezionare. Ti lascio l'immagina qui sotto per capire meglio di quante zone avrai bisogno, ma tranquillo, la troverai anche ad ogni fermata e all'interno dell'App. Il centro di Oslo è tutto nella zona 1, mentre la zona dell’aeroporto Gardenmoen è nella zona 4N, ad esempio.

Ecco qualche esempio di costo:

  • Un biglietto valido 24h nella zona 1 (quella del centro di Oslo) ha un costo di 111 NOK (circa 11€);
  • Se acquisterai il biglietto valido 24h per la zona 1 e la zona 2V (dove c'è il villaggio di Bærums Verk), spenderai 183 NOK (circa 17€).
Mappa zone trasporti pubblici Oslo

Se non vuoi spostarti con i mezzi pubblici, puoi valutare di noleggiare una bicicletta a 5€ tramite l’App OBOS. OBOS è l’App per noleggiare una bici ad Oslo. Vicino alla fila di bici pronte per essere noleggiate, vedrai un cartello in cui viene spiegato il meccanismo: inserendo il tuo numero di telefono, riceverai un codice tramite SMS per noleggiare la bici, pagando attraverso l’App.

Quando hai deciso con quale mezzo di trasporto spostarti, dai un'occhiata a cosa vedere ad Oslo gratuitamente:

1.Parco Vigeland

Questo grande parco, è un grande museo a cielo aperto di statue in bronzo, granito e ferro, dello scultore Gustav Vigeland. L'ingresso è gratuito e la scultura più famosa è quella in bronzo del bambino arrabbiato.

2.Bærums Verk

Bærums Verk Oslo

Bærums Verk è un villaggio in cui si respira un’atmosfera magica a poca distanza dal centro di Oslo. Un luogo perfetto da visitare in estate, ma ancora più suggestivo in inverno. Se anche tu stai cercando un villaggio in cui vedere le tipiche casette norvegesi in legno, botteghe alimentari e negozi d’artigianato, questo villaggio è proprio ciò che fa al caso tuo!

Visitare Baerums Verk è una delle cose assolutamente da fare se sei vicino ad Oslo.

Ma, dove si trova?

Baerum Verk, come già ti ho anticipato, è un villaggio davvero vicino ad Oslo. È distante solo 20 km dal centro ed è facilmente raggiungibile con gli efficienti mezzi della città. Ti basterà prendere il Bus 150 per raggiungere la cittadina in soli 30 minuti. Ti consiglio di dedicare del tempo a questo luogo magico ed incantato, soprattutto se trascorrerai un breve weekend ad Oslo, per assaporare l’atmosfera dei villaggi norvegesi, delle casette rosse e delle piccole botteghe di artigianato. Per sederti a bere un “KAFFE”, uno di quelli lunghi e insapore norvegesi, accompagnato da una bella fetta di torta con i mirtilli più grandi e gustosi che tu abbia mai mangiato.

Ti consiglio di visitare questo villaggio vicino ad Oslo, anche se stai per partire per un viaggio on the road per la Norvegia. Nonostante, durante il tragitto, incontrerai sicuramente tante casette, da sognarle anche di notte, il villaggio di Baerums Verk, merita una visita.
La merita solo per l’atmosfera che si respira. La stessa dei film americani. Quelli ambientati nei quartieri residenziali, con i parchi tanto curati, da sembrare finti. Quelli in cui i bambini corrono in strada. Quelli in cui ci sono file di case tutte uguali, una vicino all'altra. Quelli in cui scorre un fiume, che da quel senso di pace e serenità.

Villaggio vicino ad Oslo
Cosa vedere vicino ad Oslo

La storia di Bærums Verk

Baerums Verk è un luogo ricco di storia, fatta di ritrovamenti, fusione e lavorazione del ferro, oggi non più effettuata.  I lavori furono cessati nel 1964 e negli anni '80 furono sviluppati grandi tratti circostanti per scopi residenziali. Poi, il vecchio sito di fabbrica è stato riqualificato come centro commerciale al dettaglio. La pittoresca zona della fabbrica di lavorazione del ferro è uno dei luoghi più suggestivi della Norvegia, un centro per il commercio e gli oggetti d’artigianato, in legno, argento e filati. Oggi conta circa 50 attività commerciali. In ognuna di essere puoi trovare una brochure in cui viene descritta la lunga storia del villaggio. Molti edifici sono protetti, tra cui la più antica taverna della Norvegia.

3.Le due strade Damstredet e Telthusbakken

Questo piccolo quartiere, composto da due strade con il nome impronunciabile, è molto caratteristico: infatti èl’unico rimasto con le case in legno. In una Oslo evoluta e all’avanguardia, c’è ancora un piccolo angolo di paradiso per gli amanti delle casette norvegesi, costruite nel 1800 circa.

4.Anker Brygge

Il porto di Aker Brygge, è una zona all’avanguardia della cittadina di Oslo. Un vero e proprio luogo di ritrovo per gli abitanti ed i turisti. Passeggiare vicino al fiordo di Oslo, in un vero e proprio quartiere moderno, con negozi, ristoranti ed edifici contemporanei, è una cosa assolutamente da fare ad Oslo: ma sarà gratis solo se non comprerai nulla.

In che senso?

Un gelato da queste parti, non lo troverai a meno di 40 NOK (più di 4€), ad esempio!

5.Il giardino botanico e il fiume Akerselva

Il giardino botanico è situato proprio nel centro di Oslo ed è aperto tutto l’anno. L’accesso è libero. Trascorrere del tempo qui è un ottimo modo per fare il pieno di energia nella natura. Se l'aria aperta non ti basta mai, ti consiglio anche di passeggiare lungo le sponde del fiume Akerselva, che attraversa la città di Oslo. Riuscirai a dimenticarti di essere in una città!

6.Il Palazzo Reale

Palazzo reale di Oslo Norvegia

Passare davanti al Palazzo Reale di Oslo, è una cosa da fare; meglio ancora se alle 13:30. Ogni giorno a quest’ora, infatti, puoi assistere al cambio della Guardia.

Ovviamente queste sono solo le cose gratis che ho scelto di vedere io ad Oslo in un giorno. Dai un’occhiata al sito ufficiale Visit Oslo per scovarne altre! Se invece vuoi qualche altro consiglio per risparmiare ad Oslo, continua a leggere!

Cosa fare ad Oslo: giorno 3

Se trascorrerai un terzo giorno ad Oslo ti suggerisco di prenotare un'attività per vivere appieno la città. Ti consiglio di scegliere tra:

Come risparmiare ad Oslo

..e non tornare povero!

Il costo della vita ad Oslo è tanto elevato da farti rivedere la tua concezione del costo delle cose, del tipo: “Oh cavolo, davvero il materassino gonfiabile, in particelle di piume d’oca, soffice al tatto e comodo come un materasso in memory foam, costa SOLO 299€? Ok, non ho una piscina, ma a questo prezzo devo proprio prenderlo. Poi penserò anche alla piscina!”.

Ecco, è stato circa così il mio rientro dopo il viaggio in Norvegia e ben 3 giorni ad Oslo! Dunque, se non vuoi ritrovarti la casa invasa da materassini in particelle di piuma d’oca, senza neanche avere una piscina, ecco qualche consiglio su come risparmiare ad Oslo!

1.Scegli l'aeroporto di Oslo TORP, se ti conviene

La prima spesa che dovrai sostenere per il tuo viaggio ad Oslo, sarà il costo del volo.

Il mio consiglio è quello di fare qualche ricerca su Skyscanner, facendo due prove: nella prima ricerca inserisci le tue date e scegli l’aeroporto di Oslo Gardermoen (OSL); nella seconda ricerca invece, prova ad utilizzare l’aeroporto Oslo Torp (TRF). Io ho riscontrato davvero una bella differenza: atterrando e ripartendo da Oslo Torp, ho trovato un volo diretto a 36€ (andata e ritorno).

Sul serio!

Mentre, utilizzando l’aeroporto di Oslo Gardermoen, nelle stesse date, 273€ scegliendo il volo più rapido. Insomma, non è la stessa cosa e soprattutto questo è un ottimo modo per capire come iniziare a risparmiare sul tuo viaggio ad Oslo.

Cosa vedere a Oslo

Devi anche sapere che l’aeroporto Oslo Torp dista circa 1:30h dal centro di Oslo. Quindi, per spostarti dall’aeroporto al centro, e dal centro all’aeroporto al ritorno, dovrai considerare circa 25€ per il bus andata e ritorno dal centro di Oslo. Il biglietto è acquistabile dal sito di Torp Ekspressen a 244 NOK.

2.Alloggia in un appartamento

Per il tuo soggiorno, la mossa vincente per poter risparmiare ad Oslo è quella di scegliere un appartamento con cucina (ovvio, hai mai visto appartamenti senza cucina?!🤔). Ti consiglio di optare per questa soluzione per spendere meno sia sul costo dell’alloggio stesso, che, soprattutto, per quello del cibo, potendo cucinare in casa.

Io ho soggiornato ad Anker Apartment: un bel posticino. In realtà più che un appartamento, sembrerebbe un hotel, visto da fuori, ma non è così. In questa sorta di hotel, le camere sono dotate di una piccola, ma efficiente, cucina. La posizione è buona, anche se non vicinissimo al centro: biciclette e mezzi di trasporto nelle vicinanze non mancano. Ricorda però, di portare con te un sacco letto, altrimenti dovrai pagare sia per noleggiare le lenzuola, che le salviette.

Inoltre, dovrai noleggiare anche gli utensili da cucina, ogni volta che ti serviranno, pagando una cauzione di 100 NOK (circa 10 euro), che ti verrà restituita se riconsegnerai gli attrezzi puliti entro 3 ore. Collegato alla hall dell’hotel c’è anche un mini market: davvero comodissimo!

Dai un'occhiata alla mappa degli alloggi su Booking per trovare il più conveniente in base alla zona.

Ehy, ricorda che hai fino a 50€ di sconto su Airbnb con la tua prima registrazione, quindi dai un’occhiata agli appartamenti in zona.

3.Mangia al mercato alimentare Mathallen

Come risparmiare mangiando ad Oslo

Quando non avrai la minima voglia di cucinare, ti consiglio di fare un giro al mercato coperto Mathallen. Mathallen è un “luogo per il cibo”: “mat” in norvegese, infatti, significa cibo.

In sostanza:

è un mercato coperto, con banchi dove comprare carne, pesce o formaggio; ma anche stand di varie cucine, da quella italiana, a quella indiana; da quella cinese a quella norvegese, e così via. I prezzi sono norvegesi, ma leggermente più bassi della media dei ristoranti in zona. Qui potrai pranzare o cenare con una decina di euro con un grande imbarazzo della scelta: una pasta al pomodoro o un fish burger?

Io ho optato per un piatto di spaghetti al pomodoro (dopo 2 settimane ero in astinenza di carboidrati 🤣) a 9€ ed un caffè espresso a 90 centesimi. Non credevo alle mie orecchie! Visita il sito ufficiale del mercato alimentare Mathallen per consultare gli orari di apertura.

Prima di partire per un lungo viaggio o un breve weekend, dovremmo imparare a cercare sempre qualche suggerimento su come spendere meno.

Sì, perché meno spendi più viaggi, più viaggi più sei felice. È una formula matematica non lo sapevi? 😅 Brevettata da un certo Albert Einstein, non so se l'hai mai sentita.. 

E tu, sei già stato da queste parti? Se hai intenzione di organizzare un weekend ad Oslo ti consiglio di attuare questi piccoli/grandi consigli. Hai qualche suggerimento da aggiungere su come risparmiare ad Oslo? Fammelo sapere nei commenti!

A presto! 

Appunta l'articolo per dopo, Pinnalo!

Ti è piaciuto quello che hai letto? Vuoi essere aggiornato sui nuovi articoli? Iscriviti gratis!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post (tranquillo, non ti stalkerizzerò (😂) e potrai cancellare l'iscrizione in qualsiasi momento)

Iscriviti alla nostra newsletter e unisciti agli altri 122 iscritti.

Manteniamo i tuoi dati privati e condividiamo i tuoi dati solo con terze parti che rendono possibile questo servizio. Leggi la nostra politica sulla privacy completa.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *