fbpx
Zanzibar

Viaggio a Zanzibar: informazioni indispensabili

Tempo di lettura: 3 minuti

Incuriosito dalle spiagge idilliache che hai visto su Google digitando “Zanzibar” e leggendo le esperienze di chi c’è già stato, hai deciso anche tu di concederti un viaggio in questo luogo e capire una volta per tutte cosa significhi mal d’Africa.

Sei intenzionato a intraprendere questa nuova avventura, ma non sai bene cosa aspettarti. Beh, non ti preoccupare, perché sei finito proprio nel posto giusto al momento giusto!

Con l’articolo di oggi, infatti, ti fornirò le informazioni indispensabili su questo luogo. Ti illustrerò, poi, tutti i dettagli che ho appreso durante il mio viaggio e come organizzare anche tu il tuo. Ti assicuro che si tratta davvero di un gioco da ragazzi, inoltre non dovrai ricorrere all’aiuto di agenzie.

Per tutte le info del caso, continua a leggere. Prenditi cinque minuti di tempo libero, segui le indicazioni che sto per darti e ti garantisco che, in men che non si dica, riuscirai a completare correttamente tutti i passaggi per il tuo prossimo soggiorno ed avrai tutte le informazioni indispensabili per un viaggio perfetto. 

Buona lettura e, soprattutto, buon viaggio!

Indice

Documenti necessari

Necessario, con validità residua di 6 mesi al momento dell’ingresso nel Paese.

Per entrare in Tanzania, serve il visto. Dal 2018 si può richiedere prima della partenza presso l’Ambasciata di Tanzania a Roma o il Consolato Onorario di Milano. Il modulo di richiesta deve essere scaricato dal sito web.

Coloro che non potessero richiedere il visto turistico in Italia, possono ottenerlo anche all’arrivo nel Paese presso l’aeroporto compilando un modulo. In questo caso il visto potrà essere pagato sia in contanti (in questo caso conviene pagare in dollari, considerando il rapporto 1:1), che con le carte di pagamento elettroniche.

Nel caso il tuo sia un volo charter pagherai sia il visto di entrata che la tassa di uscita. Mentre in caso di volo di linea, pagherai solo il visto di entrata, in quanto la tassa d’uscita è già inclusa nel costo del biglietto.

La tassa di uscita dipende dalla compagnia aerea, con Neos, ad esempio, è di 40 usd o 40 € (il cambio è sempre 1:1). Si paga direttamente al banco del check-in e si può pagare SOLO in contanti.

Come capire se il tuo è un volo charter o di linea: La parola charter significa “noleggio”, ed è un aereo noleggiato da un Tour Operator per effettuare una determinata tratta in un determinato periodo. Il Tour operator, rivende poi i posti al cliente finale.
I voli di linea, invece, sono le normali compagnie aeree che effettuano una determinata tratta senza variazioni durante l’anno.

Moneta

Consiglio di prediligere i contanti, ed utilizzare le carte elettroniche solo per il pagamento dell’hotel. Anche i bancomat sono poco diffusi: dovrai recarti nella capitale, Stone Town, per trovarne uno.

Considera anche di portare banconote di piccolo taglio: se ti devono dare il resto, lo danno nella loro moneta, lo Scellino della Tanzania (TZS), dove 1 Euro è pari a circa 2450 TZS.

Fuso orario

+2h rispetto all’Italia; +1h quando in Italia vige l’ora legale

Lingua: parole che sentirai spesso

La lingua ufficiale è lo Swahili. In realtà, però, i Beach boys, i ragazzi che incontrerai sulla spiaggia, parlano quasi tutte le lingue. Questo grazie ai turisti con i quali si confrontano ogni giorno, ma soprattutto grazie al fatto che ogni giorno vanno a scuola proprio per studiare le lingue. Dopotutto vivono di turismo!
Noi, abbiamo sempre parlato italiano, anche durante le escursioni, tranne con il manager dell’albergo, americano Doc.

 

Ecco alcune parole che sentirai spesso

 

  • “Jambo” – “Ciao!” In Africa tutti salutano tutti.
  • “Jambo bwana” – “Ciao signore”
  • “Habari gani?” – “Come stai?”
  • “Nzuri sana” – “Molto bene”
  • “Mwakaribishwa” – “Benvenuti”
  • “Hakuna matata” – “Non c’è nessun problema”
  • “Grazie” – “Shukrani”

Consiglio di consultare il sito della Farnesina per avere informazioni sempre aggiornate.

Appunta l’articolo per dopo. Pinnalo!

Clicca per votare l'articolo!
[Totale voti: 3 Media: 5]

Fondatrice del blog Sarà Perchè Viaggio. Amante della Norvegia e aurora boreale dipendente. La mia vita ruota attorno a 3 cose: esplorare, sognare e scrivere.

Rispondi

EnglishItalian
13 Condivisioni
Condividi
Tweet
Condividi
Pin