Organizzare un viaggio a Zanzibar: informazioni indispensabili

AFRICA, TANZANIA

ZANZIBAR

L’isola in cui la grandezza del cielo ed il colore dell’oceano si fondono con i sorrisi dei bambini, creando un’atmosfera magica. Le donne che ritualmente raccolgono le alghe ed i pescatori, ti regaleranno delle emozioni uniche che ti porterai nel cuore per sempre.

“Un’isola speciale, caratterizzata dalla variazione delle maree e dalla presenza di alghe sulle spiagge.  A Zanzibar ho visto per la prima volta nella mia vita persone felici, ma felici sul serio. Nella vita moderna siamo troppo impegnati, e non apprezziamo la nostra esistenza. Dovremmo farlo e sentirci in colpa quando invece non lo facciamo, pensando ai sorrisi di chi non ha nulla. Un viaggio a Zanzibar è un viaggio del cuore, che ti permetterà di guardare le cose con occhi nuovi.

Sarà Perchè Viaggio

In quest’articolo troverai..

(Quello sotto è un indice! So che non è molto chiaro, ma se ti serve, usalo!)

SEI PRONTO? 

Continua a leggere o vai a tutti gli articoli su Zanzibar.

BUONO A SAPERSI!

CHE CLIMA C'È A ZANZIBAR?

Il clima a Zanzibar è tropicale, dunque fa caldo tutto l’anno, ma con alcune variazioni (date soprattutto dalle piogge).
Il periodo più caldo, va da novembre a marzo, in cui il tasso d’umidità è molto elevato, aumentando il calore percepito; in questo periodo le temperature possono raggiungere i 38 gradi centigradi.
Le temperature rimangono gradevoli nei mesi da giugno a settembre, con massime intorno ai 29 gradi.
Ci sono 2 stagioni delle piogge, una da metà febbraio a fine maggio, con il periodo più intenso nel mese di aprile. C’è è poi la “stagione delle piccole piogge”, che caratterizza i mesi di novembre e dicembre.

Che clima c'è a Zanzibar

documenti necessari

Passaporto: necessario, con validità residua di 6 mesi.
Visto: necessario. La richiesta del visto deve essere fatta online accedendo al sito web della Tanzania dell’eVisa. In alternativa, si può fare la richiesta all’arrivo in aeroporto in Tanzania. La tariffa è di 50 USD. Per chi riparte con un volo charter (non di linea, per intenderci), ci sarà una tassa d’uscita di 50 USD da pagare solo in CONTANTI.
Patente: è necessaria la patente di guida internazionale (modello Convenzione di Vienna 1968). Guida a sinistra, sorpasso a destra.

MONETA, PAGAMENTI, FUSO ORARIO E PREFISSO

La moneta nazionale è lo scellino della Tanzania. L’Euro ed i Dollari sono ugualmente accettati: per questo ti consiglio di convertire i soldi in Dollari (molto comodi soprattutto se di piccolo taglio), prima della tua partenza, per la convenienza del tasso di conversione. Le carte di credito non sono molto diffuse e generalmente sono accettate solo negli alberghi.
Fuso orario: + 2h rispetto all’Italia; + 1h quando in Italia vige l’ora legale
Prefisso per l’Italia: 00039
Prefisso dall’Italia: 00255 
Numero per le emergenze:
00255 242230713.

LE DOMANDE PIÙ FREQUENTI

Qual è il periodo migliore per un viaggio a Zanzibar?

Il clima di Zanzibar è tropicale, dunque fa caldo tutto l’anno, ma con alcune variazioni durante le 2 stagioni delle piogge: una denominata “delle grandi piogge”, che va di norma da metà febbraio a maggio, con il periodo più intenso nel mese di aprile. I rovesci possono essere veramente molto forti, e possono provocare alluvioni. C’è poi la “stagione delle piccole piogge”, nei mesi di novembre e dicembre.

Se quello che desideri è una VACANZA TROPICALE, all’insegna del caldo vero e proprio, il periodo migliore per organizzare un viaggio a Zanzibar è il mese di gennaio fino a metà febbraio, tra le 2 stagioni delle piogge. Se invece vuoi andare al mare, ma SENZA SOFFRIRE SOTTO IL SOLE COCENTE, i mesi migliori per godere del sole e del mare di Zanzibar sono luglio, agosto e settembre. In questo periodo le temperature sono gradevoli, senza essere troppo afose.

A Zanzibar le giornate durano 12 ore. L’alba, si aggira attorno alle 6:00 circa tutto l’anno (con delle piccole variazioni), e il tramonto attorno alle 18.
Già dopo un’ora dal tramonto il cielo è abbastanza scuro per tutte le osservazioni astronomiche. Ed il cielo di Zanzibar è pazzesco! Riesci quasi a contare le stelle della via lattea ad occhio nudo…

Una volta scelto il periodo, dai un’occhiata ai prezzi dei voli per su Skyscanner.

APPROFONDISCI

Vaccinazioni e profilassi antimalarica

Per i cittadini che provengono dall’Italia nessuna vaccinazione è obbligatoria (l’unica eccezione si ha nel caso di transito aeroportuale, in un paese dove la febbre gialla è a rischio trasmissione). Dunque, come ben sai, la profilassi antimalarica non è obbligatoria e per questo fa sorgere molti dubbi.. Chi è favorevole e chi assolutamente contrario.. Hai ragione, è un bel rompicapo!

Sulla base della mia esperienza, in caso di un breve viaggio nella stagione secca e senza lunghe escursioni nelle foreste (in cui il rischio è maggiore), sconsiglio di effettuare la profilassi antimalarica in quanto il rischio di contagio è veramente molto basso in proporzione agli effetti indesiderati della profilassi stessa. La miglior tutela per un breve viaggio a Zanzibar, anche se farai la profilassi antimalarica, è l’uso di abiti lunghi e leggeri, e un buon repellente anti zanzare, come ad esempio “Autan tropical“. Inoltre le camere d’albergo sono dotate di zanzariere che ti ripareranno durante la notte; tieni le finestre chiuse o con le zanzariere abbassate, spruzza attorno ai serramenti e vicino al letto del repellente e non avrai problemi! Valuta comunque di stipulare una polizza assicurativa per il tuo viaggio a Zanzibar.

Questo sito non offre consulenza medica. L’informazione contenuta non può sostituire la consulenza medica professionale. Affidati sempre alla consulenza del tuo medico.  Non trascurare la consulenza medica o non rimandarne le ricerche soltanto perché hai letto qualcosa su questo sito!  L’affidamento sulle informazioni fornite su questo sito sono esclusivamente a tuo rischio.

APPROFONDISCI

Marea ed alghe sulla spiaggia

Zanzibar è soggetta a notevoli variazioni del livello del mare. Tutta l’isola è influenzata dal fenomeno dell’alta e bassa marea, ma con alcune differenze tra nord ed est. È importante tenere in considerazione queste differenze per la scelta della zona in cui soggiornare.
La costa nord è morfologicamente diversa dalla costa est: a nord la spiaggia sprofonda molto bruscamente e quindi il dislivello del mare risulta minimo. Ad est la spiaggia scende lievemente e l’innalzarsi ed abbassarsi del livello dell’acqua è molto visibile. Durante la bassa marea, avvicinandosi al mare, si ha l’opportunità di passeggiare sulle lingue di sabbia che emergono.

Altro fenomeno particolare della natura, che rende un viaggio a Zanzibar ancora più affascinante, sono le alghe: quando il livello del mare si abbassa, alcune donne arrivano sulla spiaggia con dei sacchi pronti per essere riempiti dalle alghe che il mare lascia dietro di se.

L’alta e la bassa marea non si realizzano sempre negli stessi orari. È bene consultare il bollettino presente nel tuo resort oppure consultando questo sito.

APPROFONDISCI

Attività da non perdere

POLE POLE

“Pole Pole” a Zanzibar non è solo un modo di dire, ma un vero e proprio stile di vita. In Swahili significa “piano piano” ed è il modo in cui affrontano la vita gli zanzibarini: rilassati e con il sorriso. A Zanzibar il tempo scorre più lentamente e questo si concretizza anche, e soprattutto, nel momento della preparazione del cibo: tutto, ma proprio tutto, viene cucinato al momento. Non importa quanta fame tu abbia: pole pole, sei in vacanza!

Scopri ancora di più

Parole che sentirai spesso

La lingua ufficiale è lo Swahili. In realtà, però, i Beach boys, i ragazzi che incontrerai sulla spiaggia, parlano quasi tutte le lingue. Questo grazie ai turisti con i quali si confrontano ogni giorno, ma soprattutto grazie al fatto che ogni giorno vanno a scuola proprio per studiare le lingue. Dopotutto vivono di turismo!
Noi, abbiamo sempre parlato italiano, anche durante le escursioni, tranne con il manager dell’albergo, americano Doc.

 

Ecco alcune parole che sentirai spesso

 

  • “Jambo” – “Ciao!” In Africa tutti salutano tutti.
  • “Jambo bwana” – “Ciao signore”
  • “Habari gani?” – “Come stai?”
  • “Nzuri sana” – “Molto bene”
  • “Mwakaribishwa” – “Benvenuti”
  • “Hakuna matata” – “Non c’è nessun problema”
  • “Grazie” – “Shukrani”

APPROFONDISCI

Cosa aspettarsi da un viaggio a Zanzibar

Quella che vivrai durante il tuo viaggio a Zanzibar sarà un’esperienza toccante ed indimenticabile.
Potrai renderti conto tu stesso che nella vita moderna siamo troppo impegnati, e non apprezziamo la nostra esistenza. Dovremmo farlo e sentirci in colpa quando invece non lo facciamo, pensando ai sorrisi di chi non ha praticamente nulla, ma quel poco che ha gli basta per essere felice.

Ecco cosa aspettarsi da un viaggio a Zanzibar: questo luogo non è solo un paradiso terrestre, ma magia allo stato puro. I sorrisi dei bambini sono la vera anima dell’isola. Le emozioni che proverai in quei giorni, saranno indescrivibili. Approfondisci qui per scoprire di più sui beach boys e le donne che raccolgono le alghe!

APPROFONDISCI

Sei pronto? inizia l'avventura!

.. ED INNAMORATENE PERDUTAMENTE!

Ti è piaciuto e soprattutto ti è stato utile quello che hai letto? Hai qualche domanda o suggerimento? Fammelo sapere nei commenti degli articoli!

 

Appunta l’articolo per dopo, Pinnalo!

Ti è piaciuto quello che hai letto? Vuoi essere aggiornato sui nuovi articoli? Iscriviti gratis!

Iscriviti a Sarà Perchè Viaggio tramite mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post (tranquillo, non ti stalkerizzerò (😂) e potrai cancellare l'iscrizione in qualsiasi momento)

Unisciti a 102 altri iscritti