fbpx
Trolltunga Masso a forma di lingua di troll
EUROPA,  Norvegia,  Norvegia in estate

Trolltunga consigli per l’escursione

Tempo di lettura: 6 minuti

Stai organizzando il tuo viaggio in Norvegia, tra fiordi e natura e vorresti trovare qualche punto panoramico da raggiungere dopo una bella camminata? Hai trovato qualche foto del Trolltunga, ti è sembrato un luogo isolato e tanto bello da non sembrare vero, e adesso vorresti alcuni consigli, ad esempio cosa portare per l’escursione al Trolltunga?
Se le cose stanno così, ho proprio ciò che fa al caso tuo. Mettiti seduto bello comodo e dedicati alla lettura dei prossimi paragrafi. A me non resta che augurarti una buona lettura!

INDICE

Trolltunga: cos’è e dove si trova?

Il Trolltunga è una roccia sporgente che letteralmente si traduce in “lingua del troll”, perché è proprio ciò che sembra! Ad un’altitudine di 1100 metri sul livello del mare, la roccia è sospesa a 700 metri sul lago Ringedalsvatnet, nei pressi della cittadina di Odda.

dov'è il Trolltunga

Trolltunga consigli per l'escursione

1.Non sottovalutare il percorso

Il percorso per arrivare al Trolltunga è bellissimo, non difficile, ma lungo e va preso con saggezza. Il tragitto è ben segnalato, anche con dei cartelli che indicano quanti chilometri mancano all’arrivo.

Tieni in considerazione che sono 765 metri di dislivello, 30 km andata e ritorno, che ho percorso in 8 ore.
L’andata, può essere più facile del previsto (incontrerai anche famiglie e bambini lungo il percorso), ma il ritorno devastante ed interminabile.

Il percorso diventa molto più pericoloso in caso di pioggia, perché è ricoperto di rocce e grandi massi. Dopo una salita iniziale tra scale di pietra, raggiunto il km 7, la strada diventa abbastanza regolare, con piccole salite e discese.

Potrebbe sembrarti di non scorgere mai il Trolltunga, ma è solo perchè resta nascosto dietro la montagna, ma ricorda che ad ogni passo mancherà sempre meno! Forza e coraggio!

2.Non è l’Everest

Non dare retta a chi lo prende sottogamba, ma non attrezzarti nemmeno come se dovessi scalare l’Everest. Il periodo consigliato per l’escursione è tra marzo e metà ottobre.

Dai un’occhiata al video dell’escursione, per capire il terreno su cui camminerai ed avere un piccolo assaggio dello spettacolo a cui assisterai. Le riprese, soprattutto se mie, non sono in grado di rendere l’idea di così tanta bellezza, davvero!

Dopo il video, continua a leggere l’articolo per avere altri consigli sul Trolltunga, tra cui cosa portare e mettere nello zaino per partire attrezzato per l’escursione.

3.È costoso

Costoso? Come cavolo fa un’escursione in montagna ad essere costosa??

Tranquillo, ora ti spiego immediatamente!
 

Ecco uno dei migliori consigli per l’escursione al Trolltunga: arrivare molto, ma mooolto presto al mattino può rivelarsi una scelta saggia e soprattutto economica. Pagando 600 NOK (circa 60 euro) del parcheggio più vicino al sentiero (P3), sarà molto più economico che parcheggiare al parcheggio più lontano e prendere 2 navette rispettivamente da 100 NOK + 130 NOK a persona, per arrivare allo stesso punto di partenza.

L’unica pecca: questo parcheggio ha solo 30 posti auto, ma ti spiego meglio nel prossimo punto.

4.Dove lasciare l’auto 

Ci sono 3 parcheggi: il P1, il più distante dall’inizio ufficiale del sentiero, che costa di 300 NOK per una giornata (il pagamento è solo con la carta) dal quale potrai prendere una navetta, al costo di 100 NOK a persona (ah, ovviamente solo andata), per raggiungere il P2. 

Dal P2, per raggiungere l’inizio del sentiero vero e proprio, dovrai percorrere 4km di tornanti asfaltati con una pendenza del 16%. Oppure, prendere un’altra navetta, a 130 NOK a persona. Ovviamente, guardando al portafoglio, non conviene affatto prendere un’altra navetta, ma i primi chilometri sull’asfalto sono davvero devastanti e al ritorno li sentirai tuttiIl P2, ha un costo di 500 NOK, ma risparmierai sulla prima navetta. 

Il P3, che è posizionato proprio all’inizio del sentiero, invece, è ciò che ti consiglio: 600 NOK, che sono uno sproposito comunque, ma non avrai ne il costo delle navette, ne la strada a tornanti da fare. Sarai direttamente all’inizio ufficiale del sentiero, risparmiando i 4 km iniziali sull’asfalto.

L’unica pecca è che ha solo 30 posti auto e bisogna essere lì molto presto al mattino. Alcune leggende narrano che alle 5 del mattino, ci sia già la fila, nei periodi di alta stagione.

Insomma, il Trolltunga è spettacolare, merita, ma è davvero molto costoso! Hanno fatto di un’attrazione naturale, un bel modo per fare incassi stellari, ma prova ad attuare i consigli che sto per darti qui sotto.. 

5.È turistico, davvero tanto turistico 

Soprattutto nei periodi di alta stagione, come agosto, c’è una fila di ore per fare la foto sul famoso masso. Il mio consiglio è: alzati all’alba o sali per il tramonto restando a dormire in tenda, ma SOLO SE TE LA SENTI. In montagna il tempo cambia rapidamente e partire molto presto al mattino o molto tardi la sera, può essere pericoloso. Personalmente, ho preferito partire al mattino, con la luce ed evitare di fare al buio un sentiero che non conosco. 

Uno dei consigli per il Trolltunga è: goditi il panorama e, se non vorrai fare una fila chilometrica per fare la foto sulla lingua del povero Troll, guardati attorno. Ci sono davvero molte altre rocce da cui si assiste ad uno spettacolo meraviglioso. Il colore dell’acqua, con i riflessi del sole, poi, fa sembrare di essere sopra ad un lago color smeraldo.

Fila per fare la foto al Trolltunga

Come vestirsi per l'escursione al Trolltunga

Ecco cosa ti suggerisco di portare ed indossare, per l’escursione al Trolltunga:

  • Scarpe comode e tacchettate per camminare sui massi scivolosi, meglio degli ottimi scarponcini impermeabili;
  • pantaloni da trekking (non jeans perchè assorbono subito l’umidità);
  • qualunque stagione sia, vestiti a cipolla: maglia a maniche corte, maglia tecnica, pile e giacca anti vento;
  • fascia per le orecchie perché l’aria è davvero pungente (anche ad agosto).
Trolltunga consigli tutto quello che devi sapere

Cosa mettere nello zaino

  • Almeno una maglia di ricambio, perché si suda molto;
  • bevande energetiche e acqua: sul percorso si incontrano delle piccole cascate, ma meglio partire attrezzati (senza esagerare);
  • impermeabile;
  • pila da testa;
  • cibo come cioccolata, frutta secca e formaggio;
  • crema solare;
  • macchina fotografica!!

Uno degli ultimi consigli per l’escursione al Trolltunga. Come ben saprai, il tempo in montagna è estremamente variabile, sii pronto a tutte le evenienze! Controlla la situazione meteo prima di partire per l’escursione e dai un’occhiata alla pagina ufficiale Facebook del Trolltunga, per informazioni sempre aggiornate dalle guardie di montagna. 

L’escursione è magnifica, non solo per il Trolltunga in sè, ma anche per la bellezza della natura e degli scorci che incontrerai lungo tutto il sentiero. Quindi, anche se davvero molto turistico (pensa che oggi circa 80 mila visitatori l’anno, lo raggiungono), il Trolltunga vale tutti gli sforzi che farai per raggiungerlo.

Mi raccomando, ricorda che la sicurezza in montagna va SEMPRE messa al primo posto. Seguire i consigli su cosa portare per l’escursione al Trolltunga, può fare davvero la differenza, soprattutto in inverno!

Spero l’articolo ti sia stato utile! Supporta il mio lavoro e, se hai trovato l’articolo interessante, condividilo. Anche se decidessi di non farlo, ti ringrazio e buon Trolltunga! 

Appunta l’articolo per dopo. Pinnalo!

Clicca per votare l'articolo!
[Totale voti: 9 Media: 5]

Fondatrice del blog Sarà Perchè Viaggio. Amante della Norvegia e aurora boreale dipendente. La mia vita ruota attorno a 3 cose: esplorare, sognare e scrivere.

Rispondi

EnglishItalian
18 Condivisioni
Condividi
Tweet
Condividi
Pin