Porto Portogallo cose da vedere e fare
EUROPA,  Portogallo

Porto Portogallo cose da vedere (e fare) in 2 giorni

36 Condivisioni

Una certezza ce l’hai: se c’è una cosa da fare a Oporto, è il tour delle cantine dell’omonimo vino! Ma, oltre a questo, ti sei chiesto quali sono a Porto, in Portogallo, le cose da vedere?  Innanzitutto devi sapere che luoghi che meritano la tua attenzione ce ne sono davvero parecchi in questa cittadina. Ma non avrai il minimo problema a raggiungerli a piedi (anche perché dovrai pur smaltire tutte le Pastel de Nata che mangerai durante il viaggio).

Andiamo per gradi e scopriamo insieme cosa vedere a Porto in 2 giorni (dolci e alcolici inclusi)!

INDICE

Meteo a Porto

Il clima a Porto è Oceanico mite. Ciò significa che le piogge sono frequenti durante l’anno ed il clima è piuttosto umido. L’inverno non è eccessivamente freddo (con minime attorno alle zero termico), ma i rovesci sono frequenti nei mesi di novembre, dicembre, gennaio, febbraio e marzo. Dunque, se andrai tra dicembre e marzo, porta con te un bell’ombrellino o un impermeabile e sappi che il meteo potrebbe non essere dei migliori. Tra luglio e agosto, invece, le temperature si aggirano attorno ai 30-35°C: occhio alle insolazioni. I restanti mesi dell’anno (aprile, maggio, giugno, settembre e ottobre) sono perfetti per scoprire la città, grazie alle temperature miti.

Azulejo portoghese

Molti edifici e case di Porto hanno le piastrelle sulle facciate, ma non sono semplici piastrelle: si tratta di azulejo. L’azulejo è un tipico ornamento portoghese e spagnolo di ceramica con superficie smaltata e decorata. Molte chiese hanno queste decorazioni al loro esterno. Ne puoi trovare un esempio anche all’interno della stazione ferroviaria di São Bento, in cui ci sono delle scene della storia del Portogallo rappresentate proprio con l’azulejo. Inutile dirti che la bellezza di questa stazione è notevole.

La gente del luogo è anche convinta che nella stazione, ci sia il fantasma di una suora che viveva nel convento che si ergeva un tempo al posto della stazione. Così, giusto per dirti che Porto è una città dai mille misteri e sfaccettature…

Azulejo portoghese
Azulejo portoghese nella stazione ferroviaria di São Bento

Il sughero in Portogallo

Il Portogallo è il primo produttore al mondo di sughero, tanto da essere definito “l’oro verde del Portogallo”. A Porto troverai tantissimi oggetti e souvenir in questo materiale: segnalibri, portachiavi, calamite e addirittura borse e zaini di sughero.

Cosa vedere a Porto

Se ti stai chiedendo quali sono a Porto le cose da vedere, prima vorrai sapere come raggiungere il centro della città. Se aggiungerai Porto in aereo dall’aeroporto Francisco Sá Carneiro e desideri utilizzare i mezzi pubblici, dovrai prendere il bus 601 o 602, appena fuori dell’uscita dell’aeroporto. Le corse degli autobus sono davvero economiche: compra un biglietto singolo a bordo a circa 2€ e scendi alla fermata “Cordoaria”. Dai un’occhiata su Google Maps.

Da qui potrai considerare di avere la città in mano: attraversata dai tipici e artistici tram e ricca di strette vie pedonali, Porto è tanto romantica quanto malinconica. Immergiti nella bellezza della città e percorri le stradine piene di storia e di “saudade” (saudade è un termine che sta a simboleggiare una forma di malinconia, un sentimento affine alla nostalgia che caratterizza Porto).

I luoghi da non perdere a Porto

  1. La Chiesa dei Chierici: appena sceso dal bus, non potrai non notare la Chiesa dei Chierici, famosa per il campanile su cui salire per avere un’ottima vista su Porto;
  2. Proseguendo lungo la strada principale arriverai facilmente al centro di Porto: il Monumento a Garrett si trova al centro della piazza. Un ottimo luogo in cui fare una foto ricordo vicino alla scritta “Porto”;
  3. Chapel Almas de Santa Catarina (Cappella delle anime), una chiesa situata lungo la via dello shopping, la Rua Catarina, con l’azulejo a rivestirne le pareti esterne;

  4. Un’altra struttura in cui ammirare la bellezza di queste piastrelle di un blu brillante, è la chiesa di Sant’Ildefonso: Igreja de Santo Ildefonso (che puoi vedere nella foto di copertina);
  5. Poco più avanti, c’è la stazione ferroviaria São Bento, costruita nel 1800. Entra anche se non hai nessun treno da prendere: dentro la stazione, capirai subito di essere entrato nella stazione più bella d’Europa. L’azzurrissimo azulejo che la decora, racconta la storia del Portogallo in quasi 20000 piastrelle in ceramica dipinte;

  6. La Cattedrale di Porto è una delle cose assolutamente da vedere: è poco distante dalla stazione. La riconoscerai subito: è un edificio affascinante e maestoso, con una gran veduta sulla città e quel pizzico di saudade che ho cercato di portare anche in questo video; 

7. Scendendo le scalinate, lungo stretti vicoli, si arriva sulle sponde del fiume Duero. Il quartiere della Ribeira costeggia il fiume e assume un velo di estremo fascino o estrema malinconia, in base al meteo. I raggi del sole ne amplificano l’immensa bellezza (non per nulla patrimonio UNESCO), o un fronte temporalesco, accompagnato dal verso dei gabbiani in volo, ne esalta quel giusto tocco di malinconia.

8. Ad amplificare il fascino del centro storico, sul fiume Duero spicca il Ponte Dom Luís I. Un ponte in ferro, che si può attraversare su 2 piani: il piano basso, funge da collegamento per le auto, ma si può attraversare anche a piedi. Presta attenzione allo stretto marciapiede, scivoloso con la pioggia e il vento. Il piano più alto, invece, è utilizzato dalla metropolitana, ma si può attraversare anche a piedi: è sicuramente quello con la vista più suggestiva. Questo ponte collega Porto con Villa Nova de Gaia. E’ il luogo più simbolico e caratteristico della città di Porto.  Il ponte è stato costruito da niente popo di meno che da un ingegnere che aveva collaborato con Eiffel.

Una cosa: presta attenzione al vento! 

9.Attraversato il ponte, arriverai a Vila Nova da Gaia, sulla riva opposta rispetto a Porto. Qui si trovano la maggior parte delle cantine di vino “Porto”, che potrai decidere di visitare. Io ho partecipato alla degustazione di vino nelle cantine Cálem, al costo di 13€ per la durata di circa un’ora.

Quanto dura la visita alle cantine di Porto?

Dipende da te (e dalla tua tolleranza all’alcol): può durare un’ora o un giorno intero (in base a quante cantine visiterai).

10.Attraversando il ponte Ponte Luís I dal lato superiore, invece, potrai raggiungere il Claustros do Mosteiro da Serra do Pilar: un monastero posizionato appena sopra il ponte, con una vista a dir poco da togliere il fiato su Porto.

Porto Portogallo
Ponte Dom Luís I Porto Portogallo

Weekend a Porto: itinerario con mappa

Cosa mangiare (e bere) a Porto

Cosa mangiare a Porto (Pastel de Nata)
Pastel de Nata
  1. Pastel di nata: un peccato di gola del diavolo in persona, sceso in terra per dimostrare di volerci male (ma tanto bene ai nostri fianchi cicciotti 😂). Pastel de nata sono dei dolci di pasta sfoglia pieni zeppi di crema, serviti tiepidi con un pizzico di cannella (sembrano leggeri e innocui, ma prendendoli in mano ti renderai conto che non è così!). Ci sono pasticcerie intere dedicate solo ed esclusivamente alle Pastel de nata: ti consiglio di non soffermarti sul primo negozio che li vende, ma affidarti a questi specializzati.. fidati, è tutta un’altra esperienza!
  2. Pesce in scatola: negozi colmi di scatole di pesce ovunque, per lo più sardine, tonno e sgombri.
  3. Francesinha: tramezzino farcito con prosciutto o carne e ricoperto di formaggio.
  4. Il Vino Porto: il famoso vino Porto è un vino liquoroso portoghese, nato esclusivamente da vigneti che sorgono lungo le rive del fiume Duero, nel nord del Portogallo.

FAQ: Domande con risposte

Cosa fare a Porto (Portogallo)?

1) Un tour gratuito della città della durata di 2:30h (prenotalo qui);
2) la visita delle cantine a Vila Nova de Gaia, che si trova sulla sponda opposta del Duero rispetto a Porto, sulla riva meridionale;
3) un giro in barca lungo il fiume Duero, con la crociera dei 6 ponti di Porto.

Cosa vedere a Porto?

Il quartiere della Ribeira, la stazione ferroviaria São Bento, le chiese ricoperte di azulejo, il Ponte Dom Luís I e la cattedrale di Porto, sono solo alcune cose da vedere.

Dove soggiornare a Porto?

Per il tuo soggiorno a Porto, ti consiglio bnapartments Rio. Questi alloggi sono degli appartamenti veri e propri, in una posizione comoda per visitare Porto, con una vista spettacolare sul fiume Duero. Un alloggio funzionale ed economico allo stesso tempo.

Cosa mangiare a Porto?

Dalle dolci pastel de nata, al pesce in scatola. Dalla francesinha, un tramezzino farcito ricoperto di formaggio (amato dai portoghesi per smaltire le sbornie), al liquoroso vino Porto.

Volo per Porto: quanto costa?

I prezzi per i voli per Porto sono economici. Le offerte disponibili partono da 29€. Dai un’occhiata alle tariffe per le date che ti interessano sul sito di Volagratis.

Porto è una città dal fascino difficile da descrivere a parole. Una città che ti commuove al solo suono di una tromba per le vie.. Un luogo che ti emoziona mentre ascolti il verso di un gabbiano dal Ponte Dom Luís I, osservando la città in tutta la sua bellezza. Una città in cui il vento ti spettina i capelli e ti scuote l’anima.

“O Porto não é um lugar, é um sentimento”, che tradotto significa “Porto non è un posto, è un sentimento” è la frase più famosa dedicata a questa città, scritta da Agustina Bessa-Luís. Devo ammettere che lo scrittori ci ha azzeccato in pieno: non perchè Porto sia l’ennesima bella città, ma perché è una città in cui si respira un’atmosfera particolare, paragonabile a quella di Napoli (sono 2 città molto diverse, ma il senso di malinconia che le contraddistingue è comune ad entrambe).

Spero di averti dato alcune dritte utili su cosa vedere a Porto in 2 giorni. Ricorda che qui trovi anche la mappa consultabile da Google Maps, per avere tutte le tappe a portata di mano. Lascia il tuo commento se vuoi condividere la tua esperienza o aggiungere altre cose da vedere a Porto.

A presto!

Appunta l’articolo per dopo, Pinnalo!

Ti è piaciuto quello che hai letto? Vuoi essere aggiornato sui nuovi articoli? Iscriviti gratis!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post (tranquillo, non ti stalkerizzerò (😂) e potrai cancellare l'iscrizione in qualsiasi momento)

Iscriviti alla nostra newsletter e unisciti agli altri 54 iscritti.

Manteniamo i tuoi dati privati e condividiamo i tuoi dati solo con terze parti che rendono possibile questo servizio. Leggi la nostra politica sulla privacy completa.

36 Condivisioni

Fondatrice del blog Sarà Perchè Viaggio. Amante della Norvegia e aurora boreale dipendente. La mia vita ruota attorno a 3 cose: esplorare, sognare e scrivere.

10 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

36 Condivisioni
Share
Tweet
Share
Pin