Noleggiare (e Guidare) un’Auto in Messico: Consigli Utili

Noleggio auto in Messico consigli

Se stai pensando di noleggiare un’auto in Messico per goderti un bel viaggio on the road e ti piacerebbe ricevere qualche consiglio a riguardo, lasciami dire che questa è la pagina che fa per te. Se hai qualche dubbio se sia meglio spostarsi in auto o affidarsi ai bus turistici e ai colectivos (dei minivan facilmente riconoscibili dalla scritta “colectivo” che effettuano una specifica tratta, ma senza fermate fisse), sappi che non c’è paragone sul senso di libertà che una guida in autonomia possa darti. Inoltre non ci sono particolari requisiti da rispettare per il noleggio auto e la patente di guida internazionale, seppur sia consigliata, non è obbligatoria. Nelle prossime righe riceverai anche i consigli che avrei voluto ricevere io sul tipo di auto da noleggiare e alcuni suggerimenti che ti prepareranno alle diversità della guida in Messico che è bene conoscere prima di mettersi al volante. Iniziamo!

Noleggio auto in Messico: indice

  • Consigli sul noleggio auto in Messico
  • ...
  • A quale compagnia affidarsi per il noleggio (e quale auto scegliere)
  • Cose da sapere per guidare in Messico
  • Consigli sul noleggio auto in Messico

    Durante un viaggio in Messico tra Yucatan e Chiapas ho percorso esattamente 4660 km in auto, a suon di tentati decolli su topes e vibradores (non ti preoccupare, capirai tra poco cosa siano), subendo una truffa durante un rifornimento (mea culpa, ma ti spiegherò per non farti fregare anche tu) e un tentativo di estorsione da un poliziotto “coleccionista de euros”, soprannome attribuitogli per ovvi motivi. Tutto ciò per dirti che viaggiare in autonomia in Messico non è più pericoloso di altri paesi, ma è meglio prepararsi leggendo qualche consiglio prima di noleggiare l’auto e mettersi alla guida. 

    A quale compagnia affidarsi per il noleggio (e quale auto scegliere)

    In base al luogo in cui ritirerai l'auto ci saranno differenti compagnie tra cui scegliere: alcune più famose e altre meno note. Il modo migliore per assicurarti quella con il miglior rapporto qualità-prezzo, è confrontare le tariffe per le tue date su questo e quest'altro sito (generalmente il più economico). Si tratta di comparatori di prezzi che selezionano le tipologie di auto e le tariffe delle differenti compagnie disponibili. Il mio suggerimento è quello di non puntare tutto su quella che costa meno in assoluto, ma assicurarti che le condizioni delle auto fornite siano abbastanza buone leggendo le recensioni degli altri viaggiatori. Le compagnie più diffuse, oltre a quelle internazionali, sono Mex, America e FlexWays.

    Se ti stai chiedendo che tipologia di auto scegliere, sappi che in generale non ti servirà un’auto 4×4: un’utilitaria in buone condizioni andrà benissimo. A me è stata affidata una Chevrolet Aveo piuttosto comoda, con un baule spazioso per i bagagli e le riserve d’acqua. Se la differenza di prezzo non è abissale, scegli un’auto con il cambio automatico (in ogni caso ti assicuro che saranno soldi ben spesi, ma avremo modo di approfondire nel paragrafo dedicato ai dossi, o meglio “topes” in spagnolo). Prima di procedere con la prenotazione leggi le condizioni del noleggio, assicurati che il chilometraggio sia illimitato e valuta di stipulare una polizza assicurativa aggiuntiva. 

    Guidare in Messico consigli utili

    Il consiglio di Sarà Perchè Viaggio: il sito della Farnesina raccomanda di essere in possesso della patente di guida internazionale per noleggiare un’auto e guidare in Messico, ma ricorda che è una raccomandazione e non un obbligo. Personalmente non ho avuto problemi né con la compagnia di noleggio, né ai posti di blocco mostrando la patente di guida italiana. Scegli quello che ritieni più giusto e che ti faccia vivere il viaggio senza preoccupazioni.

    Cose da sapere per guidare in Messico

    1 - I micidiali dossi, o “topes” e i “vibradores”

    La primissima fondamentale cosa da sapere sulla guida in Messico è la presenza dei dossi o “topes”, come vengono chiamati qui. Saranno il tuo peggior incubo mentre guiderai, in alcune zone più di altre. La questione è essenzialmente questa: i messicani sono in grado di costruire (dei micidiali) dossi per far rallentare sul serio le auto, tanto è vero che spesso ti ritroverai a dover mettere la prima marcia per affrontarli senza toccare sotto e rompere qualcosa dell’auto. Come se non bastasse, alcune strade sono letteralmente invase dai dossi, spesso non sono segnalati oppure vengono segnalati in modo molto artigianale con cartelli che potrebbero passare inosservati. Ecco perché pagare qualche euro in più per un’auto con il cambio automatico sarà un ottimo investimento e il miglior consiglio sul noleggio auto in Messico che ti possa dare (soprattutto per la tua salute mentale e l’incolumità dei tuoi compagni di viaggio quando frenerai all’ultimo secondo perché qualcuno dall’interno dell’auto urlerà: “Dossooooooo!!!”).

    Topes Messico

    Oltre ai dossi potresti trovare anche i “vibradores”, ossia dei dissuasori di velocità sull’asfalto: anche se non piacevoli, sono molto più tollerabili dei dossi, ma non di rado li troverai abbinati. In generale troverai topes e vibradores in concomitanza dei pueblos, ossia dei villaggi. Spesso dove c’è un dosso c’è anche un venditore ambulante di acqua di cocco, banane essiccate o oggetti vari. Quando si tratta di dossi non illuminati e non segnalati non esiste nulla di meglio che farsi fare da battistrada da un locale: se vedi che frena, apparentemente senza motivo, probabilmente ci sarà un dosso. Se seguirai un itinerario in Chiapas, sappi che la strada più snervante in termini di topes in assoluto sarà quella da Palenque a San Cristóbal de las Casas.

    Se avrai letto tardi il mio suggerimento sul noleggiare un’auto in Messico con il cambio automatico, sappi che scalare marcia e rilasciare la frizione nel punto più alto del dosso è una buona tecnica per rendere l’attraversamento più “soft”… per quanto possibile. 

    Dossi in Messico consigli sulla guida

    2 - I cartelli stradali nel “posto sbagliato”

    I cartelli stradali e i semafori si trovano dal lato opposto della carreggiata in Messico. Ciò significa che se vedrai per esempio il cartello rosso con scritto “ALTO” che corrisponde allo STOP, non dovrai fermarti sotto il cartello, ma molto prima, cioè dal lato opposto della strada.

    Cartelli stradali in Messico

    3 - Il pedaggio

    Le autopistas corrispondono alle strade a pedaggio messicane: qui non è raro che i caselli accettino solo pagamenti in contanti con pesos messicani. Le autorità hanno però messo a disposizione un sito (questo) per consultare il costo del pedaggio sempre aggiornato. Porta con te i contanti sufficienti, ma prima di metterti alla guida valuta se conviene fare la strada più lenta ma gratuita, perché spesso la differenza in termini di tempo è minima. 

    Pedaggio in Messico

    4 - Norme generali per il sorpasso

    Per farsi sorpassare i conducenti mettono la freccia a sinistra quando vedono che la strada è libera. Anche se è una cosa ampiamente diffusa, è abbastanza pericolosa: come fare a capire se una persona ti sta indicando che puoi sorpassarla o se invece vuole effettivamente svoltare a sinistra? Purtroppo è una domanda alla quale non so dare una risposta, se non facendoti aiutare dal fatto che non ci sia effettivamente una strada in cui svoltare. Il mio suggerimento è quello di partire dal presupposto che voglia svoltare e se invece effettivamente non lo fa, significa che puoi sorpassarlo. In ogni caso, se vuoi un consiglio spassionato, non fidarti più di tanto di questa freccia (non è raro che la mettano prima di una curva), non avere fretta e goditi il viaggio. Al contrario, quando vorrai farti sorpassare dovrai mettere anche tu la freccia a sinistra per indicare che la strada è libera, ma presta particolare attenzione quando invece la metterai per svoltare.

    Trasporto in Messico

    5 - Il rifornimento in Messico (e come evitare di farti fregare)

    In generale troverai distributori di carburante soprattutto nelle città, ma ti consiglio di partire sempre con il serbatoio pieno e non aspettare il prossimo distributore se hai ancora molta strada da percorrere. Quando attraverserai piccoli villaggi in cui non ci sono distributori, troverai dei venditori di benzina in taniche lungo la strada. In alternativa tieni gli occhi aperti e cerca un cartello con scritto “se vende gasolina”. Il rifornimento è spesso servito e purtroppo c’è da dire che bisogna stare particolarmente vigili perché la truffa è dietro l’angolo. Con questo non voglio generalizzare: spesso troverai operatori che prima di iniziare il rifornimento richiameranno la tua attenzione per mostrarti il contatore dei litri azzerato. Per evitare ogni tipo di problema un buon modo è quello di evitare di fare il pieno (Ileno), ma dire una cifra in pesos o il numero di litri che si desiderano, tenendo sempre controllato l’operatore che effettua il rifornimento. Dopo 3 settimane di viaggio senza truffe o problemi, è capitato che avessi richiesto un rifornimento da 500 pesos (circa 25 €), ma in un secondo di distrazione l’operatore ha azzerato i litri impostando nuovamente 500 pesos per farmi credere di aver raggiunto l’importo. Chiaramente non aveva raggiunto il numero dei litri corrispondenti perché di fatto le tacche di benzina non erano salite. Insomma, resta vigile e non farti fregare!

    Spesso mentre viene effettuato il rifornimento l’operatore pulisce il vetro della tua auto: sappi che in Messico la mancia (la propina) è richiesta e spesso pretesa un po’ ovunque. Per farla breve, sappi che non ti sta facendo un favore, vuole qualche pesos di mancia.

    In Messico troverai il diesel, mentre la benzina è di solito senza piombo ed è la Magna o la Premium, ma chiedi alla persona che ti noleggerà l’auto. Il costo del carburante oscilla tra i 22 e i 25 pesos (circa 1,12 – 1,30 €). Su questo sito puoi vedere i prezzi sempre aggiornati. 

    6 - Dove parcheggiare (e dove non farlo)

    In generale potrai parcheggiare l’auto dove ci sono i cartelli con una E. Al contrario, non potrai parcheggiare dove ci sono i cartelli con una E barrata, oppure dove c’è scritto “No Estacionar”, ossia “non parcheggiare”. Non sottovalutare queste indicazioni perché ho visto con i miei occhi procedere alla rimozione forzata di alcune auto di turisti.

    Parcheggiare per le vie del Messico

    7 - Altri consigli sul noleggio auto in Messico in sicurezza

    • Evita di guidare la notte o comunque quando è buio. Sia per una questione di sicurezza, sia perché alcuni tratti di strada possono essere letteralmente chiusi alle 21:00 o alle 22:00 dagli abitanti del luogo.
    • Durante il tuo viaggio potresti essere fermato dalla polizia: in genere effettua un controllo di routine e ti lascia andare. Nel mio caso mi è capitato di incontrare un poliziotto che dopo aver appurato che in Italia ci fosse l’euro, si è spacciato per un collezionista di euro, tentando di mettersi in tasca dei soldini con una scusa bella e buona. Anche se capirai che qualcuno sta provando a fare il furbetto, non ti innervosire e mantieni la calma.
    • Durante un viaggio in Messico potresti anche imbatterti in persone che improvvisamente tirano una corda in mezzo alla strada, mettendosi in mezzo per impedirti di passare. Di solito vogliono che tu compri qualcosa da loro, come dei bananitos. Mi rendo conto che potresti non voler comprare qualcosa da tutte le persone che ti fermano, quindi rispondi con gentilezza ringraziando. Qualcuno potrebbe innervosirsi per il tuo no, ma di solito la situazione si risolve in breve tempo permettendoti di proseguire.. magari dopo averti dato un bel pugno sull’auto. Anche in questo caso mantieni la calma.
    • Bucare non è così raro: assicurati che ci sia la ruota di scorta quando ritiri l’auto.
    • Se non avrai un navigatore GPS puoi scaricare le mappe offline della zona in cui viaggerai da Google Maps. In questo modo potrai essere sicuro di avere sempre le indicazioni stradali anche se il telefono non dovesse prendere.
    • Importante: il numero per le emergenze è il 911. In caso di incidente è bene contattare immediatamente l’ambasciata italiana.
    Itinerario in Messico di 15 o 20 giorni Yucatan e Chiapas

    FAQ - Domande con Risposte

    1 – Come spostarsi in Messico? 

    Per godere della massima libertà il modo migliore è spostarsi in Messico con un’auto a noleggio. Se però non vuoi guidare puoi spostarti con i bus della compagnia ADO che collegano le principali città e i minivan colectivos, ben distinguibili dalla scritta “colectivo” su di loro. Questi effettuano una tratta specifica indicata sul minivan, ma senza fermate definite: per salire ti basterà fare un cenno dalla strada.

    2 – Dove noleggiare la macchina in Messico?

    L’aeroporto in cui atterrerai è il luogo più pratico per noleggiare e riconsegnare l’auto. Per trovare le compagnia con il miglior rapporto qualità prezzo per le tue date puoi confrontare i prezzi su questo e su quest'altro sito

    3 – Quanto costa noleggiare un’auto in Messico?

    In generale prima prenoterai e più potrai risparmiare sul noleggio auto. Anche se il costo del noleggio auto varia nel corso dell’anno, mediamente troverai auto a partire da 150 € a settimana. Ricorda, inoltre, che spesso la cancellazione è gratuita entro 2 giorni dalla data di inizio noleggio sui siti che ti ho indicato. Ricorda che se intendi riconsegnare l’auto in un luogo differente da quello del ritiro dovrai pagare un supplemento. Sono previste delle tasse aggiuntive anche se intendi viaggiare oltre i confini del paese (ma generalmente non è consentito attraversare il confine meridionale). Ogni compagnia ha regole differenti: leggi la documentazione prima di ultimare la prenotazione.

    Con questo articolo spero di essere riuscita a darti dei consigli sul noleggio auto in Messico realmente utili e dei suggerimenti su cosa prestare attenzione alla guida. Se avessi qualche dubbio o domanda lascia un commento alla fine di questo articolo e ti aiuterò con piacere. Grazie per affidarti ai consigli di Sarà Perchè Viaggio, a presto!

    Appunta l'articolo per dopo, Pinnalo!

    Ti è piaciuto quello che hai letto? Vuoi essere aggiornato sui nuovi articoli? Iscriviti gratis!

    Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post: non ti preoccupare, non ti scriverò spesso e potrai cancellare l'iscrizione in qualsiasi momento (ma sono fiduciosa che non ne sentirai il bisogno 🙂).

    Iscriviti alla newsletter e unisciti agli altri 2.975 viaggiatori e viaggiatrici.

    Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti che rendono possibile questo servizio. Leggi la nostra politica sulla privacy completa.

    Confermo d'aver preso visione *
    25 commenti
    1. Marco
      Marco dice:

      Buonasera,
      innanzi tutto grazie per i pratici consigli.
      Scrivo per il noleggio auto.
      Ricercando per il periodo interessato trovo soluzioni analoghe per tipologia di mezzo ma con prezzi significativamente diversi. Decisamente più alti per le compagnie più quotate (cui di solito mi rivolgo), ma trovo prezzi buoni anche per compagnie con rating discreto…non riesco a capire.
      Mi è capitato spesso di leggere di inconvenienti/ sorprese occorsi al momento del ritiro (sovrapprezzi per assicurazione o altro). Vedo che di norma le soluzioni offerte dai siti cui rimandi prevedono una franchigia; da quanto scrivi non è consigliato stipulare direttamente con i siti di ricerca la Kasko, non ho idea però di quanto questa possa costare, temo di avere brutte sorprese in loco.
      Intuisco che comunque è prevista di default la nostra RCAuto e una polizza danni al mezzo con una franchigia.
      Riesci a darmi qualche dritta per favore?
      Grazie

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Marco, innanzitutto fammi precisare che se stipulerai un’assicurazione su un sito di prenotazione (e non tramite la compagnia), non si tratterà di una polizza kasko. Sarà una polizza assicurativa aggiuntiva ed estranea al noleggio, verso la quale potrai rivalerti nel caso in cui la compagnia ti addebiti dei costi. Stipulando un’assicurazione diversa rispetto a quelle proposte dalla compagnia, dovrai necessariamente versare ugualmente la franchigia. La polizza Kasko puoi stipularla solo con la compagnia al momento del noleggio. Il prezzo non è basso solitamente, quindi ti suggerirei di provare a contattare direttamente la compagnia di noleggio e farti fare una quotazione. Potrai vedere quali polizze sono incluse nel prezzo, solo nelle condizioni del noleggio. Generalmente l’assicurazione non è obbligatoria proprio perché le assicurazioni obbligatorie sono già incluse, ma è sempre meglio verificare. Spero di esserti stata utile, ma se avessi qualche dubbio o domanda, rispondi pure a questo commento. Buon viaggio!

        Rispondi
    2. daniele
      daniele dice:

      buongiorno eleonora
      saremo in messico nella metà di febbraio, dove soggiorneremo precisamente a tulum, ma con l’idea di girare molto durante il giorno.
      cosa ci consigli essendo due ragazzi di 26 anni, è una buona idea affittare un auto e fare tutto da soli?
      la situazione polizia è tranquilla?
      vorrei capire anche come è la situazione dei vari pueblos, se passando con la macchina e fermarsi per visitarli è una situazione tranquilla o da evitare?
      ed infine se hai qualche posto da consigliarci da quelle parti che non dobbiamo perderci assolutamente?

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Daniele, personalmente non vedo motivi per rinunciare al noleggio auto se avete intenzione di visitare i dintorni di Tulum. Diciamo che guidare in Messico non è molto differente rispetto all’Italia (ma ti suggerisco di dare una lettura ai consigli in questo articolo in modo da essere i più preparati possibile). Personalmente in un viaggio di un mese ho incontrato un solo poliziotto che si spacciava come “collezionista di euro” pur di mettersi in tasca dei soldi, però l’abbiamo buttata sullo scherzo ed è finita lì. Secondo me è sufficiente rispettare i limiti di velocità e mantenere la calma se la polizia vi fermasse. Per quanto riguarda i villaggi locali, anche in questo caso io ho trovato una situazione tranquillissima, fermandomi a visitarli in completa tranquillità, ovviamente rispettando le persone che ci vivono evitando di scattare foto senza chiedere il permesso ad esempio. Il consiglio più importante è quello di non viaggiare la notte, sia nei pueblos che fuori. Onestamente non ho visitato molto i dintorni di Tulum, ma in questo articolo trovi il mio itinerario di 10 giorni nella Penisola dello Yucatan, che magari potrebbe esservi di ispirazione. Spero di esserti stata utile, ma per altri dubbi o domande rispondi pure a questo commento. Un caro saluto e buon Messico!

        Rispondi
    3. Francesco
      Francesco dice:

      Ciao eleonora
      partiamo per il messico ed inizio con qualche domandina:

      MACCHINA
      – vedendo la questione dossi direi utile una macchina alta?
      – trovo buone offerte via rental car con compagnia Mas by MES ? Cosa ne pensi?
      – per assicurazione auto conviene farla via rental oppure in loco? In passato mi è capitato di arrivare al ritiro macchina e mi dicessero che rental car assicurance non coprisse tutto..

      ASSICURAZIONE HEYMONDO
      – copre anche lato macchina?
      – dopo pagamento si attiva un app o servizio di assistenza?

      Grazie per questi primi consigli, poi te ne chiederò sicuramente altri 😁

      Francesco

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Francesco, rispondo per punti alle tue domande:
        1) Generalmente le auto in Messico sono abbastanza alte, come puoi vedere nella seconda foto dell’articolo. Noleggiando l’auto più economica mi era stata data la Chevrolet che vedi in foto. Diciamo che i loro dossi sono davvero micidiali, quindi era essenziale frenare quasi al punto di fermarsi. Se riuscissi ad avere una macchina più alta potrebbe essere una comodità in più (ma mi raccomando: valuta seriamente il cambio automatico perché potrebbe essere una salvezza!).
        2) La compagnia che citi non la conosco sinceramente. Io avevo noleggiato tramite Discovercars con Flexways e mi sono trovata bene. Ti consiglierei di verificare le recensioni di chi ha noleggiato con quella compagnia, oppure se la differenza di prezzo non è abissale, spendere qualcosina in più e andare su qualche brand più conosciuto se ti può far stare più tranquillo.
        3) L’assicurazione conviene farla in loco direttamente con la compagnia secondo me. Calcola che se la stipulassi con Rentalcars e succedesse qualcosa all’auto, tu dovresti comunque sborsare i soldi della franchigia alla compagnia e poi rivalerti con l’assicurazione di Rentalcars per farti risarcire. Di solito è meglio optare per una polizza kasko direttamente con la compagnia al momento del ritiro.
        4) L’assicurazione HeyMondo non copre nulla che riguardi il noleggio auto, ma è un’ottima idea averla in caso ne abbia bisogno tu.
        5) Dopo aver acquistato la polizza, potrai vedere l’acquisto nella tua area privata dell’App, dove potrai richiedere assistenza in caso di necessità.

        Spero di esserti stata utile e di aver risposto a questi primi dubbi! Per i prossimi sai dove trovarmi. Un saluto e buon Messico 🙂

        Rispondi
        • Francesco
          Francesco dice:

          Perfetto Eleonora
          Grazie mille per gli utili consigli
          Siamo in fase organizzativa quindi è possibile che nelle prossime settimane mi faccia ancora sentire per altre domandine 😉

          Rispondi
    4. Maurizia
      Maurizia dice:

      Cara Eleonora, i miei due cellulare non supportano la eSIM.
      Ho letto delle Sim prepagate ma anche lì ci sono casi in cui, per una impostazione del telefono, non è stato possibile applicarla.
      Tu cosa mi consigli? C’è una compagnia che ha la migliore copertura possibile?
      Vorrei una soluzione internet illimitato o comunque con molta disponibilità di dati perchè vorrei evitare di ricaricare ogni volta. Io e la mia amica gireremo molto in auto tra Yucatan e Chiapas e vorrei assicurarmi la possibilità di avere disponibilità dati (al netto della eventuale connessione ballerina).
      Grazie infinite per i tuoi consigli!

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Maurizia, se il tuo telefono non supporta la eSIM ti consiglio di acquistare una SIM messicana al tuo arrivo in aeroporto. Di solito sono proprio gli addetti alla vendita della sim che procedono all’installazione, quindi è davvero difficile che questa non funzioni. Come compagnia io mi ero trovata bene con la Chorro Fon acquistata tramite Airalo (quindi una eSIM), ma non so se vendono la sim fisica in aeroporto. In ogni caso non dovresti avere particolari problemi di connessione con una qualunque sim locale venduta in aeroporto. Per quanto riguarda i giga, controlla bene cosa prevede la sim che starete per acquistare, anche perché ricaricarle non è mai semplice. Come ultima cosa suggerirei ad entrambe di scaricare le mappe offline di Google Maps, in modo da non avere problemi con le indicazioni anche quando il telefono non prende. Spero di esserti stata utile, ma per altri dubbi sai dove trovarmi. Un caro saluto e buon Messico!

        Rispondi
        • Maurizia
          Maurizia dice:

          Grazie mille Eleonora, sempre molto utile.

          Un’ultima info legata alla Assicurazione viaggio che faccio sempre.
          Sto leggendo molto su Heymondo che sembra valida nel momento in cui serve 🙂 Hai qualche riscontro in merito?
          Ne hai una che puoi consigliarmi?
          Grazie ancora davvero!!!!

          Rispondi
          • Eleonora Ongaro
            Eleonora Ongaro dice:

            Ciao Maurizia, anche io utilizzo Heymondo e la consiglio. La loro assistenza è tempestiva (anche se è sempre meglio non averne bisogno!). Se prenoterai con loro, ricorda che puoi ricevere uno sconto del 10% se prenoterai su questa pagina (lo sconto è dedicato ai miei lettori e già incluso nel preventivo). Spero di esserti stata utile. Buon Messico!

            Rispondi
    5. Giulia
      Giulia dice:

      Ciao Eleonora,
      il tuo articolo è esaustivo e molto utile! A gennaio sarò in Messico per il giro dello Yucatan on the road e sto cercando un auto a noleggio. Non mi è chiaro se sia obbligatoria la carta di credito per il pagamento e il deposito cauzionale. Tu puoi dirmi di più? Non avendo la carta di credito preferire autonoleggio che non la richiedano.
      Spero tu possa aiutarmi.

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Giulia, di solito è necessaria la carta di credito intestata al conducente principale per il deposito cauzionale (per il pagamento della tariffa potrai invece utilizzare una carta di debito o prepagata). Per vedere se è richiesta o meno, devi fare una ricerca per le tue date nella destinazione che ti interessa, poi su Discovercars lo vedi in “condizioni di noleggio” – “requisiti del conducente” in basso. Su Rentalcars invece lo vedi in “info importanti” – “Deposito Cauzionale”. Quando c’è la possibilità di noleggiare l’auto con la carta di debito, Discovercars rende disponibile tra i filtri sulla sinistra la spunta “Carta di debito”. Purtroppo ho provato a fare una ricerca per te ipotizzando il noleggio auto nell’aeroporto di Cancun, e non mi da disponibilità di noleggi che accettano la carta di debito in alternativa alla carta di credito. Ti consiglierei di provare a fare una ricerca per le tue date di viaggio e controllare se qualche noleggio offre questa possibilità (con le modalità che ti dicevo poco fa) magari a Cancun città o in un’altra località che per te sarebbe comoda per il ritiro. Spero di esserti stata utile, ma se avessi qualche altro dubbio rispondi pure a questo commento. Un caro saluto e buon viaggio!

        Rispondi
        • Maurizia
          Maurizia dice:

          Ciao Eleonora,
          parto il 30/01 per il Messico e con una amica faremo Yucatan e Chiapas, in auto. O meglio, quello che vorremmo fare è noleggiare un auto per goderci più liberamente il territorio e le tempistiche.
          Ma sto leggendo e sentendo amici che hanno agenzie viaggi) le esperienze e consigli più disparati su “auto da sole si” “auto da sole no” nell’area del Chiapas.
          Hai qualche suggerimento, esperienza da condividere per capire come muoversi? Io la noleggerei con tutte le attenzioni del caso ma ovviamente non vorrei nemmeno rischiare troppo. Help me please! 🙂
          p.s. complimenti per il blog!!!!

          Rispondi
          • Eleonora Ongaro
            Eleonora Ongaro dice:

            Ciao Maurizia, capisco perfettamente i motivi che vi spingono a voler noleggiare un’auto in Messico per girare con la massima praticità. E capisco anche i dubbi di chi ve lo sconsiglia. Io sinceramente non ho visto disagi da “due donne da sole” come mi è capitato in altri paesi, bensì più difficoltà legate alle guida in generale (come appunto i cento mila dossi nella strada da Palenque a San Cristobal che no, non è tra le strade più sicure in generale). Quindi, per quella che è stata la mia esperienza, non vi sconsiglierei di rinunciare al vostro viaggio on the road, ma innanzitutto prenderei un’auto con il cambio automatico (fidati, mi ringrazierai 😅) ed eviterei di fare la tratta diretta Palenque-San Cristobal, facendo invece il giro più lungo che passa da Villahermosa. Se hai dato un’occhiata al mio itinerario di Yucatan e Chiapas, ti suggerirei di concentrarti solo sulle attrazioni principali del Chiapas, come San Cristobal e dintorni (evitando quindi le zone più remote della cascata Velo de Novia e la Laguna de Montebello). Spero di esservi stata utile, ma se aveste qualche altro dubbio sapete dove trovarmi. Buon viaggio e attente alle “topes”! 🙂

            Rispondi
            • Maurizia
              Maurizia dice:

              Cara Eleonora, ti chiedo scusa del ritardo con cui ti rispondo, e ti ringrazio :-), ma non riuscivo a vedere il tuo commento.
              Grazie del tuo consiglio lo condivido subito con la mia amica e, a questo punto, ti chiedo se hai una compagnia di noleggio da consigliarmi.
              Ti auguro un bellissimo tempo di feste e tantissimi auguri per tutto ciò che il tuo cuore desidera.
              Maurizia

            • Eleonora Ongaro
              Eleonora Ongaro dice:

              Ciao Maurizia, mi dispiace che tu abbia avuto dei problemi a vedere il commento (se hai qualche consiglio per migliorare, sono tutta orecchi!). Per quanto riguarda la compagnia di noleggio, non ne ho una specifica, ma ti consiglierei di confrontare le tariffe su questo e quest’altro sito (generalmente il più economico), per trovare la compagnia con il miglior rapporto qualità-prezzo per le vostre date. Io ad esempio avevo trovato una buona offerta con Flexways, ma non è detto che per le vostre date sia la scelta migliore. Insomma, dagli un’occhiata e se hai qualche dubbio sai dove trovarmi. Un abbraccio, buone feste e buon Messico!

    6. enzo
      enzo dice:

      Ciao Eleonora,
      grazie per le dritte circa noleggio auto in Messico,
      andrò a Cancun il 24 dic per una settimana e farò giro tra Yucatan e Quintana Roo.
      Trovo la seguente clausola ogni volta che provo a noleggiare un’auto.

      Deposito cauzionale
      13.333,00 USD
      Al momento del ritiro, il conducente principale dovrà lasciare un deposito cauzionale rimborsabile di 13.333,00 USD sulla sua carta di credito. Contanti e carte di debito non sono accettati Il personale al desk confermerà l’importo del deposito cauzionale.

      Sai dirmi se davvero bloccano tale cifra e come è possibile evotare questo?
      Grazie.
      Enzo

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Enzo, sono contenta che le informazioni sul noleggio auto in Messico ti siano state d’aiuto. Quello che mi dici è davvero molto, molto strano, perché mai e poi mai potrebbero richiederti un deposito cauzionale di quella cifra (assurda!). Posso chiederti se questo ti risulta in tutte le compagnie che stai guardando, ma su un unico portale (come Disocvercars o Rentalcars)? Perché se così fosse, temo che ci sia un errore nella piattaforma e in questo caso ti suggerirei di contattarli o provare con un altro dei due portali che ho citato. A me hanno trattenuto un deposito di 600 USD giusto per darti una cifra indicativa e ho appena controllato su discovercars, e la prima auto che esce richiede un deposito di circa 700 USD. Fammi sapere se posso esserti utile in qualche altro modo e spero riuscirai a risolvere nel minor tempo possibile. Un caro saluto e buon Messico!

        Rispondi
    7. Loriana
      Loriana dice:

      Buongiorno Eleonora, grazie delle preziose informazioni.
      Il 29 dicembre io, mio marito e i nostri 3 figli inizieremo un piccolo tour di Chiapas e Yucatan. Partiremo da San Cristobal e come ultima tappa faremo Tulum, il tutto in circa dodici giorni.
      Volevo chiederti 3 cose.
      1 se i seggiolini auto per i bambini sono obbligatori
      2 se nel noleggio auto che, tutto è tranne che economico, è inclusa la tassa per la riconsegna in località diversa da quella del ritiro.
      Ho prenotato su uno dei 2 siti che consigli e il prezzo cambia di molto se metto ritiro a Tuxtla Gutiérrez e consegna a Cancun piuttosto che ritiro e riconsegna nella stessa città. Mi viene però il dubbio che comunque a Cancun mi chiedano altri soldi.
      3 volevo sapere se hai per caso qualche contatto di un autista/guida che possa accompagnarci nel tragitto da San Cristobal allo Yucatan perché abbiamo un pochino di paura della polizia.
      Io ho chiesto a delle agenzie ma mi hanno chiesto delle somme esorbitanti. Mi piacerebbe invece avere un contatto di qualche privato che posso aiutarci. Ti ringrazio in anticipo. Loriana

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Loriana, rispondo per punti alle tue domande.
        1) Come indicato sul sito della Farnesina, i seggiolini auto non sono obbligatori per i bambini, ma è proibito trasportare bambini sotto i 5 anni sui sedili anteriori (sarà quindi a vostra descrizione scegliere se noleggiare o portare dei seggiolini per sicurezza).
        2) Purtroppo il noleggio auto non è economico dato il periodo di alta stagione in cui viaggerete, in ogni caso se avrai selezionato la città di ritiro e quella di consegna corrette, il prezzo corrisponderà al totale con inclusa anche l’eventuale riconsegna in un luogo differente (purtroppo questo è sempre costoso). Ti suggerisco però di controllare per bene cosa prevede la compagnia di noleggio che avete scelto, considerando anche la franchigia o il deposito cauzionale.
        3) Purtroppo mi dispiace ma non ho contatti di autisti che potrebbero accompagnarvi. Se non doveste trovare nessuno con un buon prezzo, l’alternativa potrebbe essere quella di affidarvi ai bus della compagnia ADO o ai Colectivos, ossia dei piccoli furgoncini utilizzati per lo più dai locali.

        Spero di esservi stata utile, ma per qualunque altro dubbio sapete dove trovarmi. Un caro saluto e buon Messico! 🙂

        Rispondi
    8. Federica pervito
      Federica pervito dice:

      Ciao ! I tuoi articoli mi sono stati super utili per organizzare il mio viaggio , partito tra una settimana e prenderemo l’auto a merida per poi riconsegnarla a Cancun,
      Volevo chiederti se fosse necessario secondo te pagare il secondo conducente quando si noleggia l’auto o se invece si può evitare.
      Grazie mille

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Federica, sono felice di sapere di esserti stata d’aiuto 🙂 Non voglio darti una risposta che possa metterti nei guai, quindi dovrai essere tu a valutare anche in base alla differenza di prezzo. In linea di massima posso dirti che personalmente non mi è mai capitato che la polizia (ne in Messico, ne in altre destinazioni) controllasse che il guidatore fosse effettivamente iscritto sul contratto di noleggio. Il secondo conducente è indispensabile più che altro in caso di incidenti. Quello sì, quindi ti consiglierei di inserirlo per evitare guai. Spero di esserti stata utile e ti auguro un fantastico viaggio in Messico! 🙂

        Rispondi
    9. Giulia
      Giulia dice:

      Ciao, blog molto interessante e utile per chi vuole visitare il Messico in autonomia e spensieratezza. Intanto grazie perché mi ha aiutato molto ad avere spunti e info utili per organizzare il mio viaggio. Io e e il mio compagno partiremo con un auto a noleggio da Cancun e faremo, all’incirca, il tuo Tour Yucatan e Chiapas. Io per i miei viaggi “fai da te” mi affido spesso sulla guida della lonely planet. Però ho notato, leggendo la zona del Chiapas, che ci sono diversi problemi legati agli attacchi degli zapatisti soprattutto nella zona di Ocosingo. Ovviamente non viaggeremo mai di notte o a sera ed eviteremo strade secondarie. Però volevo sapere, essendoci tu stata più recentemente, se hai riscontrato problemi per le strade o disordini di altro tipo. Perché sinceramente volevo evitare di trovarmi in mezzo a degli scontri violenti.
      Attendo un tua risposta. Grazie mille in anticipo e continua così!. 🙂

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Giulia, anche io ho comprato come al solito la Lonely per questo viaggio e ricordo cosa c’è scritto della zona di Ocosingo. Premetto che per quella che è stata la mia esperienza, non ho assistito a nulla di allarmante in nessuna parte del viaggio in Messico, anche se mentre ero in viaggio c’è stata un pò di confusione a Cancún in cui i tassisti protestavano contro gli Uber. Ho solo incontrato un pò di insistenza dalle persone del luogo nei pressi di Agua Azul, che ci hanno tirato più volte la corda dal nulla in mezzo alla strada per “costringerci” ad acquistare dei bananitos (arrabbiandosi se all’ennesima persona ci rifiutavamo di comprarne). Il non viaggiare mai di notte è una scelta molto saggia, sia per una questione di sicurezza sia perché alcuni villaggi remoti nella zona del Chiapas chiudono proprio con delle corde di ferro i paesi alle 21 o alle 22, impedendo a chiunque di passare. Ti ripeto, io non ho visto o vissuto esperienze che mi hanno fatto sentire a disagio ne passando dalla zona di Ocosingo, ne in altre parti del Chiapas. Se però preferite evitare quella strada (che tra l’altro è un infernale susseguirsi di dossi terribili) potreste fare il giro più lungo e passare da Villahermosa. Un’altra buona norma è quella di tenere monitorato il sito della Farnesina e i media locali. Spero di esserti stata utile anche se quella che ti ho riportato è solo la mia esperienza, ma se avessi qualche altro dubbio rispondi pure a questo commento. Un caro saluto e buon Messico 🙂

        Rispondi

    Lascia un Commento

    Vuoi chiedere un consiglio, toglierti qualche dubbio o condividere un pensiero?
    Scrivilo qui sotto, siamo tutti orecchi - o meglio - occhi! 👀

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *