,

Itinerario Portogallo 10 giorni: da Lisbona all’Algarve

Portogallo Sarà Perchè Viaggio

Quando ho iniziato a pianificare il mio itinerario in Portogallo di 10 giorni, ho immediatamente capito che non avrei potuto vedere “tutto” in così poco tempo. Ho scelto quindi di concentrare il viaggio nella zona sud: partendo da Lisbona ho deciso di visitare i suoi dintorni, attraversare l’Alentejo e scoprire l’Algarve in un fantastico viaggio on the road. Perché ti ho fatto questa premessa? Semplicemente perché se cerchi un itinerario della zona nord del Portogallo, questo articolo NON fa per te (dai un'occhiata invece a questo se cerchi un tour da Lisbona a Porto di 10 giorni oppure questo itinerario in Portogallo di 7 giorni). In caso contrario, questo tour sarà proprio ciò di cui hai bisogno per iniziare a pianificare il tuo viaggio giorno per giorno, dando un’occhiata alla mappa, seguendo i consigli e modificando le tappe per cucire questo percorso in base alle tue preferenze ed esigenze di viaggio. Che dici, sei pronto per questa nuova avventura? Se è vero che il viaggio inizia pianificandolo, a me non resta che augurarti buon viaggio!

Itinerario in Portogallo di 10 giorni

  • Itinerario Portogallo di 10 giorni
  • ...

    Itinerario Portogallo di 10 giorni

    Piccoli villaggi dalle case bianco candido ma dai bordi colorati, scogliere, tramonti incredibili, città che sembrano uscite dai libri di fiaba, spiagge dalla sabbia oro, fari bianchi e rossi posizionati su alte scogliere sotto le quali le onde dell’Oceano Atlantico si infrangono, zone brulle, aride e alberi di sughero che ti accompagneranno lungo (quasi) ogni strada che percorrerai. Seguendo il mio itinerario di 10 giorni in Portogallo scoprirai il punto più ad ovest d’Europa, da dove gli esploratori delle epoche passate partivano senza sapere se e quando sarebbero rientrati; visiterai Lisbona, Sintra e il capoluogo dell’Algarve. Con tutta probabilità lascerai il cuore davanti ad un tramonto, quello che diventerà un appuntamento fisso di questo viaggio, scoprirai anfratti nella roccia che potrai visitare a bordo di un kayak, mangerai tante pastel de nata quasi fino a scoppiare, ma compenserai percorrendo meravigliosi trekking. Ecco cosa ti riserverà questa avventura!

    Qui sotto trovi la mappa dell’itinerario che sto per illustrarti (non ti preoccupare di salvare la mappa ora, troverai il link alla fine dell'articolo).

    Premessa: anche se può sembrare insensato nonostante l’atterraggio a Lisbona, ho deciso di lasciare la visita della città ed i suoi dintorni negli ultimi giorni di permanenza in Portogallo. Il motivo è molto semplice in realtà: ho lasciato per ultimi alcuni luoghi che a mio avviso sono i più belli del viaggio. Ok, ora smettiamo di perderci in chiacchiere: ecco l'itinerario di 10 giorni in Portogallo.

    Giorno 1: Vila Nova de Milfontes

    Arrivo a Lisbona in giornata. Partenza in direzione di Vila Nova de Milfontes (dove trascorrerai la notte). Il tragitto ha una durata di circa 2:20h, in cui attraverserai intere distese di alberi di sughero, l’oro verde del Portogallo. Vila Nova de Milfontes è una piccola cittadina con le case bianche dai profili gialli e blu, in cui camminare la sera per il suo piccolo centro storico (Bairro Monte Vistoso) può essere davvero molto molto piacevole. Ma non prima di aver fatto una cosa: aver ammirato il tramonto dalla Praia do Carreiro da Fazeda ed aver raggiunto il suo faro. 

    Pernottamento: a Vila Nova de Milfontes a Raminhos Guest House o a Pirata Milfontes Guest House, con un fantastico rapporto qualità prezzo, cucina e uno spazio all'aperto davvero carino.

    Ottieni l'itinerario del giorno 1 su Google Maps.

    Giorno 2: Zambujeira do Mar

    Al mattino successivo, prima di lasciare Vilanova De Milfontes, fai una visita al piccolo e tipico Mercado da Freguesa. Qui potrai trovare frutta, verdura e pesce, ma anche una pasteleria in cui acquistare le prime pastel de nata del viaggio (dolci di pasta sfoglia ripieni di crema). Dopo colazione, è il momento di lasciare Vila Nova de Milfontes e dirigersi a Zambujeira do Mar, dove trascorrerai la notte. La prima tappa della mattinata è però il Faro Do Cabo Sardão, ma non per il faro in sé (che non ha molto da offrire), ma per i sentieri in cima a meravigliose scogliere che partono proprio da lì. Puoi scegliere tu se andare verso nord o sud e per quanto proseguire, ma se hai in programma di goderti una bella mattinata di trekking, il mio consiglio è quello di indossare scarpe comode (anche se sarebbe fattibile percorrere questa strada anche con le infradito). Il percorso è costituito da sabbia e sassi a tratti che regalano viste sulle scogliere, l’Oceano e le onde che si infrangono sugli scogli di colore scuro.

    Per pranzo dirigiti nella parte più antica e autentica di Zambujeira do Mar, dove vedrai piccole case dei pescatori con le reti nel cortile e troverai il ristorante A Barca: è proprio qui che si ritrovavano a mangiare dopo una battuta di pesca, quindi se vuoi mangiare del buon pesce cucinato in chiave locale, questo è sicuramente il posto che fa per te. Segui poi la via principale (in auto) che ti porterà nella parte più viva di questo piccolo villaggio: percorri il suo minuscolo centro a piedi passeggiando tra negozietti, bancarelle e locali a gestione familiare, fino a giungere alla bella spiaggia cittadina sulla quale domina una piccola chiesa dai colori chiari ed i bordi blu e concediti un tuffo nell'Oceano se ti va. La sera mangia in uno di questi locali e passeggia per le sue vie illuminate.

    Pernottamento: a Zambujeira do Mar al B&B Azul, in pieno centro o a Montes Das Alpenduradas, in una posizione tranquilla ma a poca distanza dal centro cittadino.

    Ottieni l'itinerario del giorno 2 su Google Maps.

    Giorno 3: Aljezur, Carrapateira, Sagres, Cabo de São Vicente

    Partenza in mattinata da Zambujeira do Mar in direzione di Aljezur, una piccola cittadina con un antico castello (del quale restano solo parte delle mura) a proteggerla dall’alto. Visita la parte vecchia della città e pranza in un locale della zona prima di ripartire in direzione di Carrapateira, un luogo con belle scogliere e onde, per questo frequentato per lo più da surfisti. Segui la costa (a piedi o in auto) fino a Praia do Amado e poi rimettiti sulla carreggiata puntando verso Sagres, famosa per il surf e la grande fortezza sulla scogliera – visitabile pagando un biglietto di 3,50 € anche se come fortezza non ha molto da offrire, potresti godere di alcuni begli scorci sulla costa. Prima di sera dirigiti a Cabo de São Vicente, dove potrai godere dell'ultimo tramonto (per ora) di questo itinerario in Portogallo di 10 giorni sulla costa ovest. Fai poi ritorno a Sagres in serata.

    Pernottamento: a Sagres all'appartamento Tonel Apartamentos Turisticos a soli 50 metri dalla spiaggia, o al B&B Mareta View.

    Ottieni l'itinerario del giorno 3 su Google Maps.

    Giorno 4: Ponta da Piedade

    Giornata dedicata a Ponta da Piedade, le sue scogliere ed i suoi bellissimi faraglioni color ocra, utilizzati in primavera dagli aironi per nidificare. Dirigiti al “Farol da Ponta da Piedade Lagos”, dove potrai lasciare l’auto nel grande parcheggio e percorrere un bel sentiero (o una più comoda passerella) che inizia alla destra del faro. Durante il tragitto, lungo complessivamente 6 km, potrai godere di meravigliosi scorci sulle scogliere e le spiagge bagnate dalle acque blu dell’Oceano, seguendo la direzione di Luz. Non è necessario percorrere tutto il tragitto e arrivare a Luz, quando avrai fatto il pieno di scorci (e ti assicuro che potrebbero bastarti pochi metri), attraversa la strada e fai ritorno al faro dalla sponda opposta: da qui potrai ammirare la Ponta da Piedade illuminata dalla luce del sole e scendere la scala che ti porterà fino alle sue acque. Ciò che ti consiglio, è spezzare i due sentieri e ripararti all’ombra almeno per un’oretta e pranzare, perché le zone d’ombra sono praticamente inesistenti durante il trekking (porta una borraccia colma di acqua fresca, soprattutto nei periodi più caldi!!). Troverai un ristorante vicino al porto e alla Praia do Camillo.

    Nel pomeriggio concediti la possibilità di ammirare i faraglioni anche dall’acqua con un piacevole tour in kayak o un rilassante tour in barca, che ti condurrà all'interno delle grotte nascoste posizionate alla base delle scogliere. Finita la gita sarà un piacere passeggiare per le vie di Lagos di sera che si riempiono di bancarelle ed atmosfera marittima.

    Pernottamento: a Lagos al Carvi Beach Hotel, con piscina e in una posizione favolosa, o al più economico Dom Pedro Lagos.

    Ottieni l'itinerario del giorno 4 su Google Maps.
    Leggi anche: 10 Cose Spettacolari da Vedere e Fare in Algarve.

    Giorno 5: Percorso delle Sette Valli Sospese

    Un altro piacevole trekking che ti suggerisco di fare durante questo itinerario di viaggio di 10 giorni in Portogallo, è il percorso delle 7 valli sospese: la partenza si trova a spiaggia di Centeanes e la destinazione finale è Praia da Marinha. Durante questo trekking di circa 6 km (in cui ti consiglio di indossare scarpe da trekking e portare con te molta acqua, soprattutto nei mesi estivi), potrai ammirare scorci incredibili sulla costa dell’Algarve. Vedrai faraglioni, acqua cristallina, fari, grotte nella roccia scavate dall'erosione e camminerai su passerelle sulla cima delle scogliere e sui vecchi fondali marini ancora adornati di conchiglie fossili. Il tragitto è ben segnalato da delle linee rosse e gialle disegnate su paletti di legno, quindi non avrai il minimo problema a camminare qui per la prima volta (NON seguire i sentieri segnalati con la X rossa e gialla). Se vuoi essere più tranquillo, ti suggerisco di scaricare l’App Maps.me dove troverai il tragitto ben segnalato, che ti porterà ad ammirare questi panorami.

    Durante il percorso raggiungerai anche Praia de Benagil, da dove potrai raggiungere la famosa grotta di Benagil rigorosamente via acqua. Durante il tragitto a piedi potrai vedere il buco superiore della grotta, ma oltre a questo non scorgerai nulla di più. La soluzione più economica per raggiungerla è noleggiare l'attrezzatura da paddle surf (da € 20) e raggiungere la grotta in autonomia. In alternativa puoi riservare il tuo posto per un tour in kayak (da € 35) o in motoscafo anche al tramonto (da € 32) della grotta e delle coste, in base alle tue preferenze. Prenditi l’intera giornata per questo percorso fermandoti su qualche bella spiaggia di tanto in tanto evitando di camminare nelle ore più calde e, in serata, raggiungi Faro dove trascorrerai la notte.

    Pernottamento: a Faro al bed & breakfast Lemon Tree Stay o a Casa Saudade.

    Ottieni l'itinerario del giorni 5 su Google Maps.
    Attenzione!!!!
    – nella mappa di Google Maps il percorso delle 7 valli sospese non è ben segnalato: utilizzalo solo per prendere in considerazione i punti di partenza e arrivo.

    Giorno 6: Faro ed Évora

    Visita il capoluogo dell’Algarve in mattinata seguendo il mio itinerario a piedi di Faro, attraversa gli archi e perditi nei vicoli della città vecchia, ammira la cattedrale e passeggia a Faro Marina, dove troverai anche la più fotografata scritta della città “LOVE FARO”. Dopo un pranzo nei vicoli della parte antica di Faro parti in direzione Évora, fermandoti in piccoli e isolati villaggi che sembrano colpirti già dalla strada. Di Portal, ad esempio, non potrai fare a meno che ammirare il grande castello dalla strada. Una volta giunto ad Évora, devi sapere che ti troverai in una città Patrimonio dell'Umanità UNESCO di origine romana, dotata ancora oggi di mura medievali. Fai un giro per le vie molto diverse da quelle a cui potresti esserti abituato fino ad ora: qui infatti si trovano i resti romani meglio conservati di tutto il Portogallo. Soffermati a visitare i resti del Tempio Romano, visita la Cattedrale poco dopo e sali sulla torre per ammirare la città dall’alto (costo 3,50 € a persona); prosegui poi la visita raggiungendo la singolare (e piuttosto macabra) Capela dos Ossos, dove sono cementati gli scheletri di circa 5000 umani. In serata cena nel suo raffinato e tranquillo centro storico.

    Pernottamento: a Évora a Casa das Arcadas nella piazza centrale di Évora, ma dotata di comodissimo parcheggio privato.

    Ottieni l'itinerario del giorno 6 su Google Maps.
    Potrebbe interessarti approfondire in questo articolo cosa vedere ad Évora.

    Giorno 7: Lisbona

    Al mattino parti da Évora e raggiungi la capitale in circa 1:30 h. Assicurati di acquistare la Lisbona Card valida 48h per spostarti illimitatamente sui mezzi pubblici (anche se avrai l'auto, dimentica di averla in questi due giorni: il servizio di trasporto pubblico non ti deluderà). Inizia il tuo itinerario di Lisbona da Piazza del Commercio, attraversa Rua Augusta, fermati alla Fábrica de Pastéis de Nata per iniziare la giornata con la giusta dose di zuccheri in corpo, visita la “chiesa senza il tetto” (il Convento do Carmo), fai il giro completo sul famoso Tram 28, entra nel Castello di São Jorge e sali sulla torre della chiesa del castello. All'ora del tramonto precisa fatti trovare al Miradouro de Santa Luzia per vedere le case dell'Alfama, il quartiere storico di Lisbona, tingersi di arancione e la sera assisti ad uno spettacolo di Fado tradizionale.

    Pernottamento: la zona migliore in cui soggiornare a Lisbona è quella in cui si trova la stupefacente Casa Balthazar e il più economico affittacamere Heart of Lisbon. Perché sono in una delle zone più belle? Semplicemente perché regalano viste incredibili sul centro storico di Lisbona con il castello che domina dall'alto (senza contare il fatto che la posizione è davvero strategica per visitare la città).

    Cosa vedere a Lisbona

    Nell'itinerario appena sopra ho messo nero su bianco il percorso che ti consiglio di seguire a Lisbona, ma presta attenzione perché Google Maps non è sempre collaborativo! La tappa “Tram 28” è la fermata in cui dovrai salire sul tram, ma alla tappa successiva non ci dovrai arrivare a piedi, bensì a bordo del tram. Approfondisci nell'articolo dedicato a cosa vedere a Lisbona per scovare anche l'itinerario da aprire su Google Maps.

    Giorno 8: Lisbona e Cabo da Roca

    In questo ottavo giorno del tuo itinerario in Portogallo di 10 giorni, visita il quartiere di Belém (Lisbona) posizionato sulla sponda del fiume Tago, ma non prima di esserti avvicinato al rosso Ponte 25 de Abril per ammirarlo a distanza ravvicinata ed aver acquistato qualche pastel de nata a Pastéis de Belém (dove si vocifera che siano stati inventati). Visita in autonomia il Monastero dos Jerónimos e la vicina Praça do Império. Prosegui poi verso il Monumento alle Scoperte e, infine, raggiungi la Torre di Belém. In alternativa, se vuoi scoprire chicche ed aneddoti, prenota un free tour del quartiere di Belém con una guida che parla italiano.

    Torre di Belem Lisbona

    Per il tramonto recati a Cabo da Roca (il tragitto durerà poco più di mezzora): il punto più ad ovest d'Europa. Concediti del tempo per rilassarti, del tempo per te stesso e fermati a contemplare l'Oceano Atlantico. Ammira le onde che si infrangono sulla costa appena sotto di te, perditi nel battito d'ali degli uccelli o nei dettagli dei pescherecci che tornano a casa dopo una lunga giornata. Goditi questo punto e ammira le scoperte dell'uomo: si credeva che questo fosse il punto in cui il mondo finiva. Sarà stata suggestione probabilmente, ma l'energia che ho percepito qui mi ha fatto scendere la lacrimuccia. Ascolta questo luogo con le corde più profonde della tua anima (nonostante l'esorbitante numero di turisti che potrebbe esserci), fidati di me.

    Pernottamento: trascorri la notte alla Quinta do Cabo Guesthouse.

    Cabo da Roca itinerario 10 giorni in Portogallo

    Ottieni l'itinerario del giorno 8 su Google Maps.

    Giorno 9: Sintra

    Anche se il primo impatto con Sintra potrebbe non essere dei migliori a causa dei grandi edifici, ti basterà addentrarti nelle vie e dare uno sguardo più accurato alle abitazioni dalle finestre ad arco, i tetti a punta, gli angoli nascosti da cui sbucano fontane colorate o ricoperte di muschio verde, che caratterizzano il centro storico. Come prima tappa della giornata ti suggerisco il Castelo dos Mouros (biglietto qui a 8 €), per avere una panoramica sulla città ed i monumenti che la caratterizzano sulle cime circostanti. Visita poi il Palacio National da Pena (biglietto completo qui a 14 €), attraversa il suo viale alberato con immensi alberi, enormi felci e, infine anche lo Chalet della contessa.

    In serata passeggia tra le via di Sintra che lentamente si svuotano e fermati a cenare in uno dei locali che si trovano nei vicoli, facendo rientro all'alloggio previsto per questa notte dell'itinerario: Águamel Sintra, in pieno centro.

    Ottieni l'itinerario del giorno 9 su Google Maps.
    Sappi che per visitare per bene Sintra servirebbero almeno 2 giorni: se hai tempo, valuta di prolungare il tuo soggiorno qui di almeno un giorno e approfondisci nell'articolo dedicato a cosa vedere a Sintra.

    Giorno 10: Azenhas do Mar

    Dopo una ricca colazione da Saudade, è l’ora di lasciare Sintra. Fai il pieno di scorci meravigliosi sulla costa, goditi la giornata ovunque tu voglia, magari restando spaparanzato in spiaggia. Nel pomeriggio raggiungi Azenhas do Mar, passeggia e concediti l’ultimo tramonto di questo incredibile viaggio, guardando dritto verso a ovest e cenando nel ristorante Azenhas do Mar che ti regalerà un posto in prima fila per ammirare il sole cadere sotto la linea dell’orizzonte. L'indomani raggiungi Lisbona per il rientro.

    Portogallo Sarà Perchè Viaggio

    Ottieni l'itinerario del giorno 10 su Google Maps.

    Consigli di viaggio

    • L’aeroporto di atterraggio e partenza di questo itinerario concentrico è Lisbona: cerca le migliori offerte per le tue date qui.
    • Questo viaggio on the road è di circa 800 km: il modo migliore per spostarsi liberamente, è ritirare l’auto al tuo arrivo in aeroporto (utilizza questo e quest'altro sito per comparare i prezzi e trovare le migliori tariffe).
    • Dai un'occhiata a questi consigli sul noleggio auto in Portogallo per approfondire.
    • Se vuoi seguire questo itinerario in Portogallo, assicurati di avere almeno 10 giorni effettivi a disposizione. Se ne avessi meno, valuta di atterrare a Lisbona e ripartire da Faro modificando l’ordine delle tappe. Se ne hai di più, anche 14 o 15, puoi sfruttare comunque questo itinerario, aumentando il tempo di permanenza in luoghi che ti ispirano particolarmente e trascorrendo qualche giorno spaparanzato in spiaggia. Valuta anche di spostarti ancora più a nord, magari raggiungendo Peniche e l’Arcipelago delle Berlengas.
    • Il periodo migliore per un viaggio in Portogallo sono i mesi da aprile ad ottobre: la primavera e la fine dell’estate sono però le stagioni migliori in cui godere di un clima non troppo caldo.
    • Porta con te delle felpe o giacche leggere antivento anche in estate, il vento può rendere il clima piuttosto fresco di sera. Un cappellino o una bandana per le giornate più calde: il sole dell’Algarve è veramente tosto (e i posti all’ombra scarseggiano come l’acqua nel deserto). Se seguirai questo itinerario le scarpe da trekking saranno indispensabili.

    Arrivato a questo punto l’avrai capito benissimo: scegliere di seguire questo itinerario in Portogallo di 10 (o più) giorni ti porterà alla scoperta di luoghi tanto diversi tra loro, paesaggi selvaggi in cui la natura la fa da padrona e città in cui invece è l’uomo ad aver preso il sopravvento. Lasciati trasportare da questa terra e goditi il tuo incredibile viaggio in Portogallo tra Lisbona, l’Alentejo e l’Algarve. Come promesso, ecco qui la mappa dell'itinerario da aprire comodamente sul tuo pc o smartphone. Se avessi qualche dubbio o domanda, lascia il tuo commento sotto all’articolo e ti risponderò il prima possibile. Grazie per affidarti ai consigli di Sarà Perchè Viaggio, a presto!

    Appunta l'articolo per dopo, Pinnalo!

    Ti è piaciuto quello che hai letto? Vuoi essere aggiornato sui nuovi articoli? Iscriviti gratis!

    Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post: non ti preoccupare, non ti scriverò spesso e potrai cancellare l'iscrizione in qualsiasi momento (ma sono fiduciosa che non ne sentirai il bisogno 🙂).

    Iscriviti alla newsletter e unisciti agli altri 2.841 viaggiatori e viaggiatrici.

    Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti che rendono possibile questo servizio. Leggi la nostra politica sulla privacy completa.

    Confermo d'aver preso visione *
    32 commenti
    1. Anna
      Anna dice:

      ciao Eleonora, ho letto il tuo itinerario e mi piace molto. Vorrei chiederti: io sto organizzando un viaggio con il mio ragazzo di 9 giorni con atterraggio e ripartenza a Faro, quindi seguirei il tuo itinerario al contrario diciamo. Secondo te posso riuscire a godermi tutto tranquillamente pur facendolo al contrario? hai qualche consiglio da darmi in merito?

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Anna, non vedo nessun problema a seguire questo itinerario al contrario (anzi!). L’unica cosa che ti consiglierei di fare è di visitare prima la parte dell’Algarve, quindi le zone di Albufeira, Benagil, ecc. all’inizio del viaggio, lasciando Évora come destinazione finale prima di fare ritorno a Faro. In questo modo riuscirai a vedere comunque tutto, ma al contrario. Spero di esserti stata utile, ma per qualche dubbio o domanda specifica, sai dove trovarmi. Un abbraccio e buon viaggio!

        Rispondi
    2. Lucia
      Lucia dice:

      Ciao Eleonora. Innanzitutto complimenti per il tuo blog e soprattutto per questo articolo; assieme a mia sorella stiamo pianificando un tour simile al tuo, però la nostra intenzione sarebbe atterrare e ripartire da Lisbona ma … noleggiando un camper per gli spostamenti! Stiamo cercando altre due persone per arrivare ad essere in 4 e quindi dividere in modo più “umano” tutte le spese … secondo te è fattibile la nostra idea?

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Lucia, anche se non me ne intendo di viaggi in camper, posso dirti che nelle zone di questo itinerario (soprattutto lungo la costa e in Algarve), si incontrano moltissime persone che viaggiano con camper o van camperizzati. Anche se dovrete organizzarvi, un viaggio così è fattibilissimo in Portogallo! Spero di esservi stata utile, un caro saluto e buon viaggio 🙂

        Rispondi
    3. Giorgio
      Giorgio dice:

      ciao Eleonora, siamo due over 70 e vorremmo fare un viaggio simile a quello descritto e vorre sapere se il trekking sulla scogliera è difficoltoso o fattibile anche per noi.
      Gli alloggi per pernottare sono stati prenotati precedentemente o ti sei appoggiata a uggici turistici locali .
      grazie

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Giorgio, in questo itinerario il trekking più “difficile” è quello delle 7 Valli Sospese. Gli altri sono delle piacevoli passeggiate sulle scogliere che potrete decidere voi quando terminare. La difficoltà del percorso non è data molto dal tragitto in se, che comunque è lungo circa 6 km solo andata, bensì il caldo torrido soprattutto delle stagioni estive. Se organizzerete il vostro viaggio nelle stagioni in cui il clima è sopportabile, potrebbe essere fattibile. Per il ritorno vi suggerisco di pianificare la tratta con il bus. Per quando riguarda invece gli alloggi, io ho prenotato tutto in anticipo attraverso Booking.com. Spero di esservi stata utile, ma per altri dubbi sapere dove trovarmi. Un caro saluto!

        Rispondi
    4. Armando Rufolo
      Armando Rufolo dice:

      Ciao Eleonora, leggendo il tuo itinerario ho deciso di imbattermi in questo viaggio…volevo chid3rti per le esperienze che hai fatto (tipo trekking) e le attrezzature che hai preso, hai prenotato da qui o stesso in loco è possibile fare tutto?
      Grazie per la risposta

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Armando, puoi vedere i trekking che ho fatto il giorno 2 nei pressi di Zambujeira do Mar, un giro sulle scogliere a Ponta da Piedade prima di fare il tour un kayak e il Percorso delle Sette Valli Sospese. Questi trekking li ho fatti in autonomia, senza aver bisogno di particolare attrezzatura, a parte un buon paio di scarpe. Il resto delle attività come il tour in kayak e il giro in barca per la grotta di Benagil, li ho prenotati online attraverso i link che trovi all’interno dell’itinerario. Io ti suggerisco di prenotare online per evitare che termini la disponibilità, considerando soprattutto che la maggior parte dei tour segnalati offre la cancellazione gratuita entro 24 o 48 ore dalla data selezionata. Spero di esserti stata utile, un caro saluto e buon viaggio.

        Rispondi
    5. Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Eleonora,
      Complimenti per il tuo blog, è bellissimo e ci da sempre un sacco di consigli.
      Io e la mia ragazza faremo un tour di 10 giorni itinerante da lisbona all algarve per poi ripartire da lisbona per il ritorno.
      Abbiamo già “sfruttato” le tue informazioni, ma ci servirebbe un consiglio per il noleggio auto:
      I primi 3 giorni saremo a lisbona e l auto non ci servirebbe, poi dal quarto faremo sintra e poi scenderemo in algarve.
      Quando noleggieresti l auto? Subito all aeroporto lasciandola ferma per 3 giorni ma risparmiando tempo, alla partenza per sintra oppure dopo sintra?
      Sai inoltre consigliarci dove noleggiare? Se in centro o all aeroporto?
      Grazie mille

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Lorenzo, sono davvero felice di sapere che il blog vi sia utile 🙂 Sia Sintra che Lisbona sono destinazioni in cui avere l’auto potrebbe essere più che altro un intralcio. Per raggiungere Sintra è comodo il treno da Lisbona, ma se eventualmente deciderete di raggiungerla in auto è meglio arrivare molto presto per evitare di girare per molto tempo a trovare parcheggio. Il livello di comodità di noleggiare subito l’auto in aeroporto però non si discute, quindi se avete intenzione di visitare anche delle destinazioni extra in quei primi giorni rispetto a Sintra e Lisbona, come Cabo da Roca il punto più ad ovest d’Europa in cui poter guardare il tramonto, potrebbe essere un sacrificio che vale la pena. Un’alternativa molto comoda che generalmente seguo e vi consiglio di valutare, è noleggiare subito l’auto in aeroporto e riconsegnarla qualche giorno prima rispetto alla ripartenza. Visitando in questo modo subito la parte dell’Algarve e lasciando Lisbona e Sintra alla fine del vostro itinerario (quando già avrete riconsegnato l’auto). Per il noleggio io vi suggerisco di controllare le tariffe sia su questo che quest’altro sito, in modo da trovare la tariffe più convenienti. Per quanto riguarda il luogo di noleggio dipende da cosa deciderete di fare. Spero di aver risposto alle vostre domande, ma per altri dubbi sapere dove trovarmi. Un caro saluto e buon Portogallo 🙂

        Rispondi
    6. Emanuela Portioli
      Emanuela Portioli dice:

      Ciao Eleonora.. Ti chiedo ma arrivare Lisbona e partire da faro a parte prezzo diverso.. Cosa cambia che non fai interno

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Emanuela, sicuramente atterrare e ripartire da due aeroporti diversi ha un costo superiore anche sul noleggio auto (che spesso richiede un supplemento in caso di riconsegna in un luogo differente dal ritiro). In questo itinerario specifico ti perderesti ben poco se atterrassi a Lisbona e ripartissi da Faro: salteresti la parte rurale dell’entroterra e nello specifico la cittadina di Évora. Eventualmente ti consiglio di spostare all’inizio le tappe a nord di Lisbona che in questo caso si trovano a conclusione del viaggio. Spero di esserti stata utile! Un caro saluto

        Rispondi
    7. Annamaria
      Annamaria dice:

      Ciao Eleonora,
      Sto programmando un viaggio simile a quello da te proposto in Portogallo e le tue informazioni sono preziosissime per organizzarlo al meglio!!! Ti vorrei chiedere anche alcuni consigli in quanto vorrei dividere il viaggio in due parti uguali di 5 o 6 giorni. I primi giorni saranno dedicati alla visita di Lisbona e dintorni, visto che arriverò nella città in aereo. Mentre nella seconda parte vorrei
      raggiungere la località di Faro, con il treno e lì noleggiare un’auto per visitare l’Algarve. Se mi potessi dare delle indicazioni riguardo hotel e autonoleggi e località oltre quelle che hai già citato da passarci una settimana. Poi per il ritorno in Italia vorrei partire dall’aeroporto di Faro. Secondo te è fattibile? Grazie ancora per la tua disponibilità.

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Annamaria, lo considero più che fattibile quello che hai in programma! Però ti consiglio di non dormire a Faro, bensì ad Albufeira o dintorni oppure a Lagos, così da alloggiare in una zona molto comoda e centrale in Algarve. Per quanto riguarda il noleggio auto, il mio suggerimento è quello di confrontare i migliori prezzi per le tue date su questo e su quest’altro sito. Si tratta di comparatori di prezzi in grado di trovare il migliore per il periodo indicato. Se atterrerai a Lisbona e ripartirai da Faro probabilmente il prezzo del volo sarà più caro rispetto all’atterrare e ripartire dalla stessa destinazione, ma non dovrebbe esserci una grossa variazione di prezzo (ma tienilo comunque in considerazione per valutare al meglio). Spero di averti aiutata, ma per altri dubbi rispondi pure a questo commento. Buon viaggio!

        Rispondi
    8. Francesco Galiffi
      Francesco Galiffi dice:

      Ciao, complimenti per la pagina e per il modo di descrivere l’itinerario, ben fatto. Abbiamo intenzione di percorrerlo in 6 giorni: ma conosciamo già’ Lisbona e la saltiamo, vi atterreremo e ripartiamo da Faro. Dal 29 Dicembre al 4 Gennaio ….Magari un po meno mare e più’ entroterra ( Visto che veniamo dalla Sardegna) o facendo un raid anche in un pezzo dell’Andalusia. Cosa mi consigli ? Ciao Grazie anticipate

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Francesco, come sai benissimo anche tu l’Algarve, dove atterrerete, è principalmente noto per le scogliere. Purtroppo non credo che l’entroterra di quella zona abbia molto da offrire. Ricordo che quando ho attraversato l’Alentejo da Faro ad Évora, ho visto moltissimi campi, zone rurali, ma praticamente nulla da visitare (qualche paesino molto piccolo, ma nulla di più). Magari potresti fare una ricerca più approfondita su cosa vedere nell’Alentejo, purtroppo io non saprei consigliarti. Credo che per quello che state cercando voi, l’Andalusia sia più indicata. Mi dispiace non potervi aiutare più di così. A prescindere, se posso fare qualcosa per voi sapete dove trovarmi. In bocca al lupo per la scelta!

        Rispondi
    9. Max Vellucci
      Max Vellucci dice:

      Ciao, bellissimo itinerario, credo proprio che lo farò.
      Potresti indicarmi in linea di massima quale potrebbe essere il costo per due persone per un viaggio del genere?

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Max, sono felicissima di sapere che stai pensando di seguire questo itinerario!! Purtroppo rispondere alla tua domanda è davvero molto difficile perché ci sono un sacco di variabili da considerare. In modo del tutto generico posso dirti che dovrei aver speso circa 1000 euro a persona nel mese di agosto (eravamo in 2), ma non prenderla come una certezza perché purtroppo non ricordo nel dettaglio. Quello che ti consiglio è di provare a fare una stima dei costi del vostro viaggio aprendo concretamente i portali di prenotazione voli, auto, alloggi e tour e farti un’idea più chiara e veritiera anche in base al periodo. Mi dispiace non riuscire a darti più informazioni, ma se dovessi avere altri dubbi sai dove trovarmi. Vi auguro un meraviglioso viaggio!

        Rispondi
    10. Annamaria
      Annamaria dice:

      Ciao Eleonora,
      Ci hai fatto sognare ad occhi aperti con il tuo meraviglioso tour del Portogallo.
      Avrei in programma un viaggio le prime due settimane di luglio.
      È troppo caldo in questo periodo. Come sono i collegamenti via treno, volevo evitare di noleggiare un auto.
      Grazie ancora per i tuoi preziosi consigli. Annamaria.

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Annamaria, ma grazie a te per affidarti a questi articoli, mi fa davvero piacere! A luglio farà caldo soprattutto in Algarve, ma ti basterà attrezzarti con un copricapo e portare sempre l’acqua con te evitando di intraprendere trekking nelle ore più calde della giornata. Anche se il Portogallo ha una buona rete ferroviaria che ti consente di raggiungere le destinazioni principali, non ti garantisce la stessa libertà negli spostamenti dell’auto. Se proprio vuoi escludere il noleggio auto ti suggerisco di provare a pianificare e combinare gli spostamenti sia con il treno che con il bus. Questo è il sito ufficiale delle ferrovie e questo quello per consultare e prenotare le tappe in autobus. Come ultimo accorgimento ti suggerirei di verificare anche l’effettiva convenienza economica. Spero di esserti stata utile e ti auguro un meraviglioso viaggio!!

        Rispondi
    11. Antonella Franzoni
      Antonella Franzoni dice:

      Grazie per la tua dettagliata descrizione del tour in Portogallo. Se avessi bisogno di ulteriori consigli posso disturbarti? Anticipatamente ti ringrazio Antonella

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Antonella, se il tuo consiglio è generico e non troppo personale, ti consiglio di lasciare un commento sotto all’articolo per ottenere una risposta in tempi brevi. Se, al contrario, avessi una domanda molto personale che non ti va di condividere puoi scrivermi a info@eleonoraongaro.it. Anche se in questo secondo caso i tempi di risposta sono un po’ più lunghi, ti risponderò il prima possibile. Grazie a te 🙂

        Rispondi
    12. daniela
      daniela dice:

      Ciao Eleonora, di nuovo io..
      Ho letto ‘cosa vedere a Lisbona in 3 giorni’ e mi sono resa già’ conto che non servirà’ l’auto!
      Allora correggo la domanda nel mio commento precedente:
      Se volessimo da Lisbona andare a Sintra/cabo de Roca/Azenhas do Mar (o viceversa), l’auto sarebbe consigliata?
      Grazie, Daniela

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Daniela, eccomi da te! Esatto, come hai ben detto secondo me non ti servirà l’auto per visitare Lisbona. Tutte le destinazioni nei dintorni che hai citato sono raggiungibili anche con i mezzi (soprattutto Sintra), quindi diciamo che la scelta è piuttosto a discrezione vostra. C’è sicuramente da dire però che soprattutto nei weekend dover cercare parcheggio a Sintra potrebbe farvi pentire della scelta auto. Quindi, secondo me, se partirete abbastanza presto il giorno in cui vi dedicherete a Sintra, l’auto ha sicuramente i suoi vantaggi a livello di praticità, dato che non sarete vincolati dagli orari dei mezzi e che sono previsti alcuni cambi per raggiungere Cabo da Roca e Azenhas do Mar. Ricollegandomi al tuo commento precedente, ti suggerirei di lasciare l’auto a noleggio dopo aver fatto l’Algarve ed aver fatto Cabo da Roca, Azenhas do Mar e Sintra (eventualmente sappi che questa è raggiungibile comodamente anche con un treno da Lisbona). In questo modo potrete riconsegnare l’auto prima di visitare Lisbona ed essere “liberi” dal dover cercare parcheggio. Spero di aver risposto alla tua domanda, eventualmente sai dove trovarmi. Buona vacanza 🙂

        Rispondi
    13. Daniela
      Daniela dice:

      Ciao! Molto ben fatto il tuo articolo. Ho letto sia 10 gg in Portogallo che 7 in Algarve:
      Il nostro viaggio sarà’ a fine agosto (coppia con figlio di 13) e durerà 10 giorni. Pensavamo di concentrarne 3 o 4 su Lisbona ed il resto verso l’Algarve ma non vorremmo che fosse troppo itinerante, per poterci anche riposare il più’ possibile.
      Pensavamo quindi, per la parte fuori Lisbona, di prendere un auto a noleggio e cercare un posto strategico fisso dove dormire per poi di giorno spostarci per varie visite ai posti che meritano di più’, che ci sembrano tutti abbastanza “vicini” per poterli visitare in giornata.
      Potresti consigliarci il posto più adatto? Pensa sia una buona idea?
      Altra domanda: per le giornate a Lisbona, consigli di tenere l’auto o muoverci con i mezzi?
      Grazie mille!

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Daniela, innanzitutto GRAZIE. Non volendo fare qualcosa di troppo itinerante io ti suggerirei di cercare l’alloggio ad Albufeira. Anche se non è in zona centralissima rispetto all’Algarve, sappi che il faro di Capo di São Vicente (il punto più a ovest) si trova a circa un’oretta di auto, quindi le altre destinazioni saranno molto più vicine. In questo caso mi permetto di consigliarti di controllare la disponibilità a Casa T’Isabel, un appartamento con 2 camere da letto. Per il resto ho già lasciato risposta nel tuo commento più recente :).

        Rispondi
        • daniela
          daniela dice:

          Grazie mille Eleonora.
          Stavamo valutando anche Ferragudo e Carvoeiro in alternativa.
          Cosa ne pensi?
          Purtroppo casa T’Isabel e’ sold out! Tra l’altro noi abbiamo un celiaco in famiglia e ci chiediamo se fosse meglio un hotel con ristorante piuttosto che un appartamento e andare alla ricerca esterna di cibo senza glutine. Tu per caso hai conoscenza di questo ambito? Grazie mille di nuovo!!

          Rispondi
          • Eleonora Ongaro
            Eleonora Ongaro dice:

            Ciao Daniela, la zona di Ferragudo e Corvoeiro è ricca di spiagge con bellissime scogliere, quindi direi che sono entrambe una validissima alternativa! Purtroppo non saprei davvero darti informazioni riguardo a ristoranti/hotel per celiaci, mi spiace. In ogni caso vi auguro una meravigliosa vacanza!!

            Rispondi
    14. ELISA
      ELISA dice:

      ciao,
      ho letto il tuo itinerraio.
      siamo 3 famiglie ( 6 adulti e 5 ragazzi di 15 anni circa ) che andremo in portogallo dal 7 agosto ( arrivo a lisbona alla sera) e ripartiremo da lisbona alla mattina presto del 20 agosto.
      Vorremmo fare prima la visita di Lisbona e poi il giro che piu’ o meno hai fatto tu , come ci consigli di procedere con le tappe dopo direi circa 3 giorni a Lisbona? Ritiro auto a noleggio il giorno che lasciamo Lisbona.
      Prima del rientro a Lisbona vorremmo fare qualche giorno al mare al sud .
      piu’ o meno le localita’ dove dormire essendo 3 famiglie?
      Grazie infinite

      Rispondi
      • Eleonora Ongaro
        Eleonora Ongaro dice:

        Ciao Elisa, innanzitutto grazie a te per affidarti ai consigli di Sarà Perchè Viaggio! Poi, passando al sodo della questione, ti direi di approfondire nell’articolo dedicato a cosa vedere a Lisbona in 3 giorni (se non l’avessi già fatto); dopodiché io dedicherei qualche bella giornata lungo le scogliere della costa ovest, in cui troverai anche alcuni tragitti a piedi all’interno dell’articolo e poi, come ben detto da te, mi concentrerei sull’Algarve. A tal proposito, potresti approfondire in questo itinerario in Algarve, scegliendo in autonomia in quali località soggiornare, valutando di fermarvi a fare qualche giorno di mare in completo relax. Personalmente vi suggerirei di farlo ad Albufeira, ma dipende dai vostri gusti e preferenze di viaggio. Spero di essere riuscita ad aiutarti, ma se così non dovesse essere lascia pure un altro commento in risposta. Grazie ancora e buona vacanza!!

        Rispondi
      • Maria Paola
        Maria Paola dice:

        Ciao Elisa , il prossimo agosto vorremmo fare il tuo stesso viaggio siamo anche noi 3 famiglie con 6 adulti e 6 ragazzi 14-17 anni. Sai darmi qualche info riguardo all’algarve? Dove avete alloggiato?

        Rispondi

    Lascia un Commento

    Vuoi chiedere un consiglio, toglierti qualche dubbio o condividere un pensiero?
    Scrivilo qui sotto, siamo tutti orecchi - o meglio - occhi! 👀

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *