fbpx
Un viaggio alle Filippine per capire che diverso è “beautiful”
Filippine

Un viaggio alle Filippine per capire che diverso è “beautiful”

Tempo di lettura: 2 minuti

Sull’aereo di ritorno dalle Filippine inizio a riflettere e a trarre le prime conclusioni. Ogni viaggio, ogni cultura in cui provo ad immedesimarmi, ha qualcosa da insegnarmi ed i Filippini non hanno fatto alcuna eccezione. Un popolo con il sorriso stampato in faccia, in cui il turista è portato sul palmo della mano e il diverso è “beautiful”, come mi hanno fatto notare più volte.

Cosa intendo? Continua a leggere perché ho proprio intenzione di spiegartelo.

I primi giorni in questo paese, non capivo perché quando incontravo delle ragazzine, mi fissavano, e con aria quasi emozionata sussurravano “beautiful”.
 “Mica sei Angelina Jolie!” starai pensando. Infatti, questo è vero! Per questo motivo ero molto confusa e non capivo.

Poi, ho incontrato lei, una ragazza più esuberante delle altre che senza farsi troppi problemi mi è corsa incontro, mi ha abbracciato dicendomi: “sei così bella, fai una foto con me e le mie amiche?” (Ah, ovviamente con il loro smartphone, ma questa è un’altra storia che ti spiegherò nei prossimi articoli). Dopo qualche foto, erano così felici che sono corse via, senza lasciarmi il tempo di capirne qualcosa in più. Tutto questo non aveva un grande senso ed io ci stavo capendo sempre meno.

Poi James, il ragazzo dell’escursione, mi ha spiegato che a lui, e a molti altri filippini, non piace il colore della propria pelle, vorrebbero avere la pelle bianca.
Ecco spiegati tutti quei “beautiful” e richieste di fare foto con me: io sono talmente chiara che praticamente rifletto il sole!
Ho provato a convincere James che avere la pelle chiara non è bello, sopratutto quando non puoi esporti al sole senza ricoprire ogni centimetro del tuo corpo di crema; quando sei talmente chiaro, che sei diventato pure allergico al sole e ti riempi di puntini rossi che prudono in un modo indescrivibile.

Ma niente, James non voleva sentirne!

Tutto questo, però, non può far altro che far riflettere e ribadire ancora una volta il concetto che non si può giudicare, o peggio ancora discriminare, qualcuno per il colore della pelle. Alle Filippine, un paese ancora in via di sviluppo, il diverso viene ammirato, mentre il nostro Paese è indietro anni luce su queste cose. Vedo ancora troppa discriminazione per un colore che magari non piace neanche a chi lo indossa!

Viaggiare serve anche a questo, ad aprire la mente e a capire che possiamo migliorare, partendo proprio da noi stessi.

Ti aspetto nei commenti qui sotto per sapere se anche tu la pensi come me o se magari ti è capitata la stessa cosa. Condividi l’articolo se l’hai trovato interessante!

Appunta l’articolo per dopo. Pinnalo!

Clicca per votare l'articolo!
[Totale voti: 4 Media: 5]

Fondatrice del blog Sarà Perchè Viaggio. Amante della Norvegia e aurora boreale dipendente. La mia vita ruota attorno a 3 cose: esplorare, sognare e scrivere.

Rispondi

EnglishItalian
19 Condivisioni
Condividi
Tweet
Condividi
Pin