cosa vedere in Trentino in 3 giorni
Italia,  Trentino

Cosa vedere in Trentino tra castelli, meleti e laghi

Quando sei in viaggio, ti capita spesso di guardare fuori dal finestrino e vedere un castello in lontananza. Vorresti vederlo da vicino e magari anche visitarlo, ma sei solo di passaggio e non hai tempo per una fuga storica. Sei estremamente affascinato da quelle strutture così maestose che sovrastano il mondo da luoghi con una vista mozzafiato. Per questo, adesso hai deciso di dedicare qualche giorno interamente alla visita di questi luoghi antichi, unici ed affascinanti. Così, hai pensato subito al Trentino: qui i castelli non mancano sicuramente!
In quest’articolo ho intenzione di spiegarti come ottenere un pass per visitare più castelli, spendendo meno, ti racconterò il fascino dei meleti della Val di Non e ti racconterò di quel lago di montagna..rosso! Allora? Sei incuriosito e non vedi l’ora di scoprire le cose da vedere in Trentino? Mettiti seduto bello comodo e dedicati alla lettura dei prossimi paragrafi. A me non resta che augurarti una buona lettura!

Indice

L'artistico Trentino

Cose da vedere in Trentino

Non c’è storia: il paesaggio del Trentino è una vera e propria opera d’arte a cielo aperto. Dalle cime, ancora più belle se innevate, alle lunghe distese di meleti. Prati, natura e ancora altri prati fino a perdita d’occhio. Visitare il Trentino è un vero e proprio toccasana per il corpo e la mente. Non a caso, proprio in Val di Non, vengono coltivate le mele Melinda. È estremamente affascinante osservare le piantagioni di meleti dall’alto: le piante sono disposte una affianco all’altra con una precisione maniacale.

Dalla fioritura alla raccolta, lo spettacolo è garantito!

Una delle cose che non si può non vedere se si va in Trentino, ma soprattutto restarne piacevolmente colpiti. 

Dai castelli si ha una visuale sul paesaggio e sul lavoro degli agricoltori, davvero mozzafiato. 

Rispetta il lavoro degli agricoltori

I castelli del Trentino

Entrare in un castello è una di quelle cose che sogniamo sin da piccoli, ma molto spesso, crescendo, lasciamo da parte quelli che erano i nostri desideri, considerandoli troppo “da bambini”. Sarai felice di sapere che ho 3 buone notizie per te: 
la prima è che con il lasciapassare dei castelli trentini, potrai visitare ben 5 castelli spendendo una cifra irrisoria. 15€ per chi ha meno di 27 anni, e 20€ per gli over 26. Contro i 5€ o 8€ del costo d’ingresso del singolo castello. Un bel risparmio insomma! Il pass è acquistabile nel primo dei 5 castelli che visiterai.

E sopratutto, ne vogliamo parlare di quanto sia bello questo lasciapassare simile ad un passaporto??

Cioè non so se mi sono spiegata: ti fanno pure i timbri dei castelli che visiti (ecco un altro sintomo della mia sindrome di Wanderlust), secondo me è davvero una bella idea!

Non perdiamoci in chiacchiere, che sono sicura sarai curiosissimo di sapere le altre 2 belle notizie per te. 

La seconda è che hai tempo ben 1 anno per visitare questi 5 castelli; ovvero Castel Thun, Castel Stenico, Castel Beseno, Castel Caldes e il Castello del Buonconsiglio. Diciamo che è un’ottima idea perchè questi castelli non sono proprio vicini tra di loro: il totale da percorrere per raggiungerli tutti sarà di circa 120 km. Quando avrai ottenuto tutti e 5 i timbri, ti verrà lasciato un omaggio in ricordo dei castelli. 

L’ultima, ma non meno interessante per chi ha bambini al seguito, è che spesso in questi castelli organizzano una caccia all’indizio: ad esempio, nel periodo pasquale, c’erano uova disseminate nei vari angoli dei castelli, e dopo averle trovate tutte ed aver risolto gli enigmi, veniva consegnato un uovo di cioccolato ai bambini (si, lo so che lo vorresti anche tu). Visita il sito del castello se vuoi saperne di più.

Ovviamente, però, i castelli non sono solo questi. Ho preparato per te un itinerario di castelli e santuari assolutamente da vedere in Trentino!

Castello di Avio

cosa vedere in trentino: Castello di Avio

Il castello di Avio è una delle prime cose che noti quando entri in Trentino, proprio dall’autostrada. La strada per raggiungerlo non è tra le più agevoli: dovrai passare attraverso le strette vie di stampo medievale del paesino sotto il castello, per poi arrivare al parcheggio. Da qui dovrai percorrere un sentiero per arrivare all’entrata del castello. Scoprirai ben presto che la maggior parte dei castelli hanno questa caratteristica in comune: una strada in salita da percorrere per raggiungerli! Ma la vista da queste maestose strutture è davvero mozzafiato!

Potrebbe interessarti anche: Ponte tibetano in Val di Rabbi: info utili.

Castel Beseno

Il più grande complesso fortificato del Trentino: le sue dimensioni sono davvero maestuose, ed è davvero difficile non notarlo se si passa da quelle parti. Dai giardini incredibilmente curati, alle segrete visitabili (abbastanza fresche), alle terrazze panoramiche, che rendono l’idea della sua importanza strategica. Al suo interno sono state riprodotte alcune scene medievali ed un museo con armi e armature (che si possono provare!).

Se te lo stai chiedendo, sì, anche qui c’è la strada in salita di cui ti parlavo prima. Ripida, ma abbastanza breve.

Castello del Buonconsiglio

(già un castello che si chiama così, io mi fiderei a visitarlo!)

E faresti bene a fidarti! Questo palazzo si erge proprio nella città di Trento. Una bella sorpresa per chi passa di li. Un castello imponente, ricco di storia (proprio in queste mura fu giustiziato Cesare Battisti), con un museo all’interno. I giardini sono molto ben tenuti e la torre dell’Aquila è famosa per i bellissimi affreschi. Per visitare la torre però, bisogna prenotare una visita e, anche se hai il pass, pagare un supplemento di 2€.
Questo è uno degli unici castelli dell’itinerario senza salita per accedervi!

Dai giardini del castello si può ammirare, sulla montagna di fronte, il mausoleo di Cesare battisti. Anche questo è visitabile, facilmente raggiungibile in auto. Merita una visita soprattutto per la sua posizione dominante sulla città e per il bellissimo prato che lo circondano per concedersi un pò di relax dopo la visita al castello.

Castel Thun

Un bellissimo castello con un’altrettanto splendida vista sulla Val di Non. Dal parcheggio (a pagamento) c’è un breve sentiero nel bosco che ti porta all’ingresso. Molto ben conservato e ricco di ricostruzioni di come fosse arredato all’epoca. Sicuramente una delle cose migliori da vedere in Trentino!

Santuario di San Romedio

Sì, so che non è un castello, ma è un santuario.. con SORPRESA!

In che senso?

Tranquillo, ora ti spiego tutto. Innanzitutto partiamo da come arrivarci: alternativa A, in auto. Ma so che ami l’avventura, dunque ho anche l’alternativa B. Un sentiero, anzi un bellissimo sentiero, scavato nella roccia, racchiuso in una vallata. Non faticoso, con una bella rinfrescata di tanto in tanto (ci sono delle “piccole” cascate che non si possono evitare).

Arrivato al Santuario ci sarà la bella sorpresa. Eccolo, costruito sulla roccia in una valle quasi incantata, a protezione dell’orso Bruno (sì, Bruno è proprio il nome dell’orso bruno). 

Hai capito bene: il Santuario ha un recinto in cui vive Bruno. Dopo una vita tormentata, dal circo alle gabbie, adesso vive in un recito di 400m². Può essere difficile vederlo in un recinto, ma dicono che non sarebbe in grado di procacciarsi del cibo autonomamente. 

Al di la dell’aspetto religioso, il Santuario di San Romedio, merita una visita solo per l’atmosfera rilassata che si respira.

Castel Cles

Castel Cles è possibile raggiungerlo con una passeggiata che parte dal borgo di Cles, ma anche in auto, seguendo le indicazioni per “Via del Castello” (il castello non è indicato sulle mappe). Essendo una dimora privata attualmente abitata, non è visitabile, se non in alcune serate particolari, in cui viene aperto al pubblico, oppure prenotando una visita. Vale comunque la pena raggiungerlo per vederlo da vicino: di giorno per avere una meravigliosa vista sul Lago di Santa Giustina, e di sera, per ammirarlo sotto il cielo stellato.

I laghi

Se si è da queste parti, due tappe sono: l’imperdibile lago di Tovel e il lago di Santa Giustina, un bacino artificiale al centro della Val di Non, realizzato per ricavare energia elettrica. Benchè sia un lago funzionale, è anche di una bellezza unica: grande ed imponente, sorveglia la Val di Non come un prezioso diamante. Sono molti i luoghi panoramici da cui ammirarlo, dalle vette ai castelli, ma si può anche vedere da vicino! Il colore dell’acqua e il silenzio assordante, come fossi in un canyon, sono le sue caratteristiche più belle. Quasi ogni anno, riemergono dall’acqua alcuni storici ponti sommersi dalla creazione del lago di Santa Giustina! Pezzi di storia che riaffiorano, come se il tempo si fosse fermato!

Il lago di Tovel è una di quelle cose da vedere assolutamente se si è in Trentino! Leggi quest’articolo per saperne di più.

Lago di Santa Giustina
Lago di Santa Giustina

Dove soggiornare

Per visitare i castelli e i laghi della Val di Non, ti consiglio di soggiornare a Cles. Io ho scelto il B&B Incanto, una struttura nuova e curata nei minimi particolari! Se vuoi effettuare una ricerca su Booking, ti lascio il banner qui sotto in modo da risparmiare tempo!

Buon soggiorno!

Ti consiglio di dedicare 3 giorni per questo mini itinerario e ricorda di rilassarti un pò in riva al lago di Tovel, merita davvero!

Hai trovato tutte le informazioni che cercavi su cosa vedere in Trentino?
Hai dubbi o domande? Lascia un commento! 
Supporta il mio lavoro e condividi l’articolo se l’hai trovato interessante. Grazie!

Ti è piaciuto l’articolo? Pinnalo!

Ecco il video girato in questi giorni in Trentino!

Clicca per votare l'articolo!
[Totale voti: 3 Media: 5]

Fondatrice del blog Sarà Perchè Viaggio. Amante della Norvegia e aurora boreale dipendente. La mia vita ruota attorno a 3 cose: esplorare, sognare e scrivere.

Rispondi

EnglishItalian
83 Condivisioni
Condividi
Tweet
Condividi
Pin