Cosa vedere in Norvegia meridionale
EUROPA,  Norvegia,  Norvegia in estate

Cosa vedere in Norvegia del sud in estate

Scopri cosa vedere in Norvegia del sud in estate. La Norvegia è un paese unico, difficile da descrivere a parole. Leggi questa guida per farti un’idea generale dei punti panoramici e le città principali da visitare in Norvegia meridionale in estate.

Devo ammetterlo: la Norvegia del sud, non era nella mia lista dei viaggi da fare nel breve periodo, se non magari per qualche breve weekend.

Perché dico così?

Perché per un’amante ossessiva compulsiva dell’aurora boreale come me, scendere sotto il circolo polare artico prima di conoscere ogni sfaccettatura della Lapponia, era una specie di barzelletta. Anche se questa volta non c’erano probabilità di vedere le luci del nord, essendo un viaggio estivo, non avrei comunque optato per questa zona della Norvegia.

Perché?

Perché a istinto non mi attirava un gran che, ecco!

Poi è capitato: ho trovato un volo in offerta per Oslo Torp, e Norvegia del sud è stata!

Non avevo idea di cosa vedere in Norvegia meridionale ed ho trovato davvero poche informazioni a riguardo. Per questo, dopo aver trascorso 10 giorni on the road in Norvegia del sud, cercando cose da fare e vedere, è arrivata questa guida, pronta pronta proprio per te che stai leggendo ora!

Quindi, che altro stiamo aspettando?

Scopriamo insieme cosa vedere in Norvegia del sud!

INDICE

Percorrere la Peer Gynt road

La Peer Gynt Road (in norvegese: Peer Gynt Vegen) è una strada turistica lunga 60 chilometri, che prende il nome dal personaggio folcloristico norvegese Peer Gynt. È una strada che passa attraverso i villaggi Skeikampe Fagerhøy, Gålå, Fefor e Dalseter.

Peer Gynt road

Lasciati trasportare nella Peer Gynt road e nel regno dei troll, mentre segui questo tragitto sterrato, che offre splendide viste panoramiche. La strada sale rapidamente fino a 1053 metri.

Nonostante la breve distanza in chilometri, non pensare che sarà un viaggio breve, soprattutto a causa del terreno di ghiaia: sfrutta al meglio il tuo tempo e goditi questo tragitto in un’intera giornata. Potrebbe anche capitarti di incontrare alcuni animali sul tuo percorso quindi, non calcare troppo il pedale! Goditi la giornata e fermati ad ammirare le viste panoramiche sul paesaggio. La Peer Gynt Road è una strada a pedaggio, con 4 stazioni, una per ogni entrata; Skei, Gålå, Fefor ed Espedalen.

Vedere le renne (o almeno provarci)

Una cosa da fare, o almeno provare, è sicuramente un safari fotografico di renne. Non sono un’esperta in materia e, prima di partire, mai avrei immaginato di vederne così tante, soprattutto essendo nella zona a sud della Norvegia! Non posso dirti con certezza che se le ho viste io, le vedrai anche tu. Però posso indicarti in quale strada le ho incontrate e consigliarti di percorrerla se passerai da quelle parti.

Insomma, tentar non nuoce no?

Che ne dici, facciamo un patto: io ti lascio le indicazioni della strada e tu mi fai sapere se le incontri, ci stai?

Beh, siccome sto scrivendo e il mio interlocutore in questo momento è ancora immaginario, lo prendo per un si, sperando davvero che tu mi faccia sapere!

 

Dunque… la strada di cui ti voglio parlare è esattamente quella che porta da Skåbu (quindi dopo la Peer Gynt Road), a Nybrua, Heidal. La posizione esatta in cui è stata scattata la foto alla renna in copertina all’articolo, invece, è proprio questa (61.544659,9.244357).

Se ti interessa vedere la mappa di questo tragitto, o avere qualche informazione in più sulla nostra esperienza con le renne, ti consiglio di leggere l’articolo: “Vedere le renne in Norvegia del sud“. Oppure di dare un’occhiata al video.

Rilassarsi sulle sponde del fiume Sjoa

Fiume Sjoa Norvegia

Se stai cercando un motivo per percorrere la strada delle renne e provare a vederne qualcuna, te lo do subito io: il tuo motivo è il fiume Sjoa.

Proprio alla fine di quella strada sterrata, troverai una piacevolissima sorpresa: un fiume dalle acque tanto azzurre da sembrare irreale, circondato da pareti di roccia sopra le quali grandi alberi si innalzano verso il cielo, rendendo il tutto ancora più suggestivo. Ti consiglio di rilassarti sulle sponde di questo fiume per godere appieno della sua bellezza. Tieni in considerazione però, che se hai voglia di un po’ di avventura, questo fiume è perfetto anche per praticare rafting, ma, in ogni caso, è una cosa assolutamente da vedere in Norvegia del sud!

Stavkirke di Borgund

A Lærdal trovi la chiesa vichinga in legno di Borgund, la meglio conservata in Norvegia, risalente al 1180. La chiesa è stata costruita con 2.000 pezzi di tronchi e tavole, e anche se non è più utilizzata regolarmente per le funzioni religiose, oggi vi è un museo al suo interno.

Ammirare Aurlandfjord dal punto panoramico Stegastein viewpoint

Stegastein è un punto panoramico da cui ammirare l’Aurlandsfjord. È una struttura lunga 30 metri, costruita con legno, acciaio e vetro, ultimata nel 2006. Posizionata a 650 m sul livello del mare sopra il villaggio di Aurland, a meno di 15 minuti da Flåm. Essendo una struttura particolare, moderna, posizionata nella natura e con una vista da togliere il fiato, questo punto panoramico vicino a Flåm è molto frequentato. Ti consiglio di arrivare presto al mattino per cercare di evitare i pullman che quotidianamente accompagnano i crocieristi, oppure, essendo che al mattino ci potrebbe essere un po’ di nebbia, aspettare che se ne vadano. 

In Norvegia del sud, questa è sicuramente una cosa da vedere!

Stegastein punto panoramico Flam Aurland

Potrebbe interessarti anche: Come vestirsi in Norvegia (del sud) in estate.

Prendere la Flåmsbana

Quando mi sono informata su cosa vedere in Norvegia in estate, in tantissimi mi hanno risposto:  “la Flåmsbana”, il treno panoramico di Flåm.

La Flåmsbana è una cosa da fare, o almeno provare, a Flåm, ma leggi l’articolo “La Flåmsbana è davvero un treno spettacolare?” per avere qualche informazione sui costi e alcuni consigli per vivere al meglio l’esperienza. Purtroppo, non sono d’accordo che sia il treno panoramico più spettacolare al mondo, come è stata definita da Lonely Planet, ma sicuramente è una delle principali attrazioni di Flåm (ed è amata davvero da moltissimi turisti).

Forse la più turistica, adatta principalmente ad un pubblico che non ha ancora visto nulla dell’entroterra..

Ammirare il fiordo di Flåm dal punto panoramico Otternes Bygdetun

Raggiungendo Flåm dal Stegastein view point, incontrerai un cartello marrone che indica un’attrazione turistica: Otternes.

Ricordi che nell’articolo “Guidare in Norvegia”, ti spiegavo come cogliere l’attimo con questi cartelli? Ecco, tieni d’occhio la segnaletica e quando vedrai un cartello marrone con scritto Otternes ed il simbolo di attrazione (ꕤ), non pensarci due volte ed imbocca la strada indicata (oppure inserisci le indicazioni nel tuo navigatore).

Salirai sulla montagna (accessibile anche in auto) e ti sembrerà d’aver fatto un viaggio indietro nel tempo: vecchie case di legno originali e fattorie immerse nel verde. Se sarai fortunato da trovare bel tempo e il cielo limpido, lo spettacolo davanti ai tuoi occhi sarà indescrivibile!

Da questo luogo da cartolina, il verde dei prati crea contrasto con il rosso acceso delle case. La strada, segue sinuosa la costa del fiordo. E le montagne, che si gettano nell’acqua, sembrano essere state messe lì di proposito, per contenere il blu delle fredde, ma limpide, acque norvegesi.

Consigli per un viaggio in Norvegia in estate

Otternes non è solo una cosa assolutamente da vedere con i proprio occhi in Norvegia del sud, ma anche un punto panoramico con una delle migliori viste sul fiordo e su Flåm in cui passare qualche piacevole ora.

Visitare Bergen

Bergen, considerata la porta di accesso alla Norvegia dei fiordi, è una cittadina colorata, vivace, ma allo stesso tempo tranquilla. Il vecchio quartiere di Bryggen è sicuramente il simbolo di Bergen. Le case in legno, una vicino all’altra, sembrano sorreggersi a vicenda. Come fossero una squadra che si sostiene dopo una sconfitta. Forse trasmettono questa sensazione, a causa dell’ultimo devastante incendio che le ha quasi rase al suolo nel 1955. A Bergen avrai davvero l’imbarazzo della scelta di cose da fare, vedere e mangiare!

Cosa visitare a Bergen

Partiamo quindi dalla più importante: mangiare. Assapora i sapori e lasciati inebriare dagli odori del famoso mercato del pesce. A differenza di quello che si potrebbe pensare però, con la parola “mercato” si intende un luogo in cui mangiare pesce.. già cucinato!

Divertiti sulla funivia di Ulriken o concediti del tempo sulla funicolare Fløibanen a godere di una vista mozzafiato sulla città. Passa da un parco curato maniacalmente, ad un museo. Insomma, a Bergen avrai davvero l’imbarazzo della scelta! Leggi l’articolo e guarda il video girato in un paio di giorni a Bergen se vuoi avere qualche informazione in più!

Fare una mini-crociera

Fare una crociera attraverso un fiordo è un’esperienza da fare almeno una volta nella vita, magari proprio durante il tuo viaggio in Norvegia meridionale. Se vuoi provare l’esperienza di navigare tra i fiordi, la mini crociera sul fiordo da Bergen a Modalen è ciò che fa per te. In sole 3 ore ti condurrà sulle sponde di Modalen, un villaggio di soli 380 abitanti, dai prati tinti di un verde brillante ed avvolti da maestose montagne che si innalzano ripide, fino a raggiungere i 1200 metri.

Se vuoi avere più informazioni sulla crociera con partenza da Bergen, anche in questo caso, ti consiglio di leggere l’articolo dedicato a quest’attività e di guardare il video, per capire, in piccola parte, cosa ti aspetterà.

Raggiungere la lingua del Troll, il Trolltunga

Il Trolltunga è una roccia sporgente che letteralmente si traduce in “lingua del troll”, perché è proprio ciò che sembra! Ad un’altitudine di 1100 metri sul livello del mare, la roccia è sospesa a 700 metri sul lago Ringedalsvatnet, nei pressi della cittadina di Odda. 765 metri di dislivello, 30 km andata e ritorno, che io ho percorso in 8 ore. L’andata, può essere più facile del previsto (incontrerai anche famiglie e bambini lungo il percorso), ma il ritorno devastante ed interminabile.

Sappi che questo trekking non è l’Everest, a cui spesso viene paragonato. Ma la montagna può essere una falsa amica. Per questo, ti consiglio di dare un’occhiata ai consigli che ho preparato, per affrontare al meglio, ed in sicurezza, quest’escursione.

Visitare la capitale, Oslo

Non si può fare un viaggio in Norvegia meridionale, senza visitare la capitale! Un po’ perché i voli più economici atterrano proprio da lì è un po’, perché una cittadina così all’avanguardia ed ecologica, merita una visita. Qui potrai passeggiare nel parco Vigeland, famoso per le sue sculture, oppure nel giardino botanico; visitare il museo di storia naturale o quello di Munch, guardando “l’urlo” con i tuoi occhi. Se vuoi saperne di più su cosa vedere in questa parte della Norvegia meridionale, ti consiglio di leggere l’articolo: “Cosa vedere ad Oslo gratis”. C’è una cosa da dire però: Oslo non è per nulla economica! Per questo, dai un’occhiata all’articolo “Come risparmiare ad Oslo” per avere le idee un po’ più chiare con i miei consigli (e non tornare povero!).

Visitare Bærums Verk

Bærums Verk è un villaggio incantato vicino ad Oslo. Un luogo isolato, dove passeggiare tra piccole botteghe artigiane o sorseggiare del the alla cannella. Facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici da Oslo, questo villaggio è una cosa da vedere se ti trovi in Norvegia del sud, per ritrovare la calma dalla frenesia cittadina.

Leggi l’articolo completo per saperne di più: Bærums Verk: un villaggio incantato vicino ad Oslo.

In quest’articolo spero di essere riuscita a rispondere alle principali domande su cosa fare e vedere in Norvegia meridionale. Queste sono le principali attrazioni che ti consiglio di vedere in Norvegia in estate!

Spero l’articolo ti sia stato utile. Se così fosse, supporta il mio lavoro condividendolo, grazie! Anche se decidessi di non farlo, ti ringrazio. Se invece dovessi avere qualche dubbio o attrazioni da aggiungere, lascia il tuo commento qui sotto.

E tu? Ci sei già stato? Fammi sapere come ti sei trovato in questa zona della Norvegia, se ti va!

Ti piacciono gli articoli di Sarà Perchè Viaggio? Iscriviti per ricevere gli aggiornamenti gratuitamente al tuo indirizzo mail.

Appunta l’articolo per dopo. Pinnalo!

Clicca per votare l'articolo!
[Totale voti: 3 Media: 5]

Fondatrice del blog Sarà Perchè Viaggio. Amante della Norvegia e aurora boreale dipendente. La mia vita ruota attorno a 3 cose: esplorare, sognare e scrivere.

Rispondi

EnglishItalian
50 Condivisioni
Condividi
Tweet
Condividi
Pin