Cosa Vedere a Milano in 2 giorni: Itinerario con Mappa

Cosa vedere a Milano in due giorni

Se hai deciso di dedicare un weekend alla visita del capoluogo lombardo e ti stai chiedendo cosa vedere in 2 giorni a Milano, ti dico subito che sei atterrato sulla pagina giusta. La dura realtà con la quale dovrai scontrarti, e con la quale preferisco che tu faccia i conti fin da subito, è che questa non è una città come le altre: per scovare ciò che ha davvero da offrire dovrai cercare di allargare la prospettiva e mettere in conto di macinare qualche chilometri. Il suo centro storico è sicuramente qualcosa di unico, ma oltre al Duomo, alla Galleria Vittorio Emanuele e ai Navigli, quali sono le cose da vedere a Milano? Scoprile seguendo questo itinerario e torna ogni volta che vorrai approfondire la sua visita, entrare in qualche mostra o assistere ad un evento particolare. Ti assicuro che a Milano troverai molto da fare!

Cosa Vedere a Milano: indice

  • Come arrivare e spostarsi a Milano
  • ...
  • Cosa vedere a Milano: Giorno 1
  • Dove pernottare a Milano
  • Cosa vedere a Milano in 2 giorni: secondo giorno
  • FAQ - Domande con risposte

      Come arrivare e spostarsi a Milano

      Potrai raggiungere Milano in diversi modi: con il treno, arrivando alla stazione centrale, con il Flixbus spesso si trovano tariffe convenienti dalle principali città, o con l’aereo se arrivi da più lontano. Muoversi a Milano è davvero comodo e pratico. Per la tua gita di un giorno, quello che ti suggerisco di fare è acquistare l’abbonamento giornaliero della metro. Il prezzo del biglietto giornaliero di 3 zone (M1, M2 e M3) è di € 7. Se resterai almeno 2 giorni, quello che ti suggerisco di fare è scegliere il biglietto valido 3 giorni consecutivi al costo di € 12 in modo da risparmiare un po'. Potrai acquistarlo comodamente alle macchinette poste all’ingresso di qualsiasi stazione della metropolitana e fin da subito ti renderai conto di quanto sia fondamentale. 

      Come muoversi a Milano abbonamenti

      A scanso di equivoci, sappi che nelle mappe qui sotto gli spostamenti sono a piedi, ma prendi la metro ogni volta che vorrai! Inoltre, sappi che io ti sconsiglio di acquistare il Milano pass se visiterai le attrazioni di questo itinerario di 2 giorni a Milano perché non sarebbe conveniente.

      Cosa vedere a Milano: Giorno 1

      Se hai 2 giorni a disposizione per vedere Milano assicurati di seguire questo itinerario che ti porterà dolcemente ad avvicinarti alle attrazioni più famose della città partendo però da quelle “meno note”. Questo ti farà innamorare poco alla volta, accompagnandoti a scoprire cosa vedere a Milano in 2 giorni senza dover pianificare troppo, ma semplicemente affidandoti a questo percorso. Se hai un solo giorno a disposizione, invece, concentrati sulle attrazioni principali o segui l’istinto raggiungendo quelle che ti ispirano di più (troverai comunque maggiori informazioni su cosa vedere a Milano in un giorno in fondo all’articolo). 

      Se preferisci, sappi che puoi trascorrere le prime ore della tua permanenza in città con una guida locale. Questo ti aiuterà a scoprire chicche ed aneddoti dei quali non saresti venuto a conoscenza senza. Il tour privato è la scelta più economica per i gruppi, mentre il tour a piedi ti permetterà di partecipare insieme ad altri visitatori anche se viaggerai solo. Ha un costo davvero irrisorio e una durata di 2h, dopo le quali potrai comunque proseguire con l’itinerario di 2 giorni a Milano che troverai qui sotto. In alternativa puoi anche scegliere un tour guidato in bicicletta semplicemente se è ciò che si addice meglio ai tuoi gusti!

      1 - Cimitero Monumentale

      La prima tappa che ti suggerisco di segnarti per questo itinerario delle cose da vedere a Milano in 2 giorni, è un cimitero. Beh certo, capisco la tua probabile diffidenza a veder segnalato un cimitero (soprattutto come prima tappa), ma questo non è un semplice luogo di culto come potresti immaginare. Anzi, ad essere sinceri di “semplice” ha davvero poco. “Per far parte dell’élite milanese si narra che bisogna possedere: un posto alla Scala, un banco al San Fedele e una tomba al Cimitero Monumentale”, ecco perché questo luogo è così importante. Personaggi illustri e menti eccelse riposano proprio qui: Salvatore Quasimodo, Alda Merini, Dario Fo, Giorgio Gaber, solo per citarne alcuni.

      Cimitero monumentale Milano

      La vera particolarità è che ogni tomba è un’opera d’arte: alcune sono decorate con mosaici d’oro, altre scolpite nel pregiato marmo di Carrara, altre ancora semplici ma con un tocco d’arte che lascia stupefatti. Non a caso hanno contribuito alla realizzazione di questo museo a cielo aperto i migliori artisti di tutto il mondo. Ciò che con tutta probabilità ti stupirà di più, però, sarà la zona interna del cimitero: qui ti sembrerà un po' di essere in un’antica stazione (metafora che ammetto suonare particolarmente bene) e un po' in una grande libreria. Ascoltando il rumore dei tuoi passi arriverai alla cupola centrale: in questa zona la luce filtra dalle decorazioni in ferro e vetro e il soffitto è dipinto di un blu brillante. Proprio al centro della sala riposa Alessandro Manzoni.

      Considera che il cimitero monumentale si estende su un’area di 250.000 m², quindi per quanto tu possa essere pieno di energie, potresti perderti qualcosa di affascinante semplicemente perché non sai dove si trovi o come arrivarci. L’opzione migliore è quella di partecipare ad una visita guidata del Cimitero Monumentale.

      Ingresso: gratuito. Chiuso il lunedì. 

      Interni del Cimitero Monumentale di Milano
      Tomba di Alessandro Manzoni

      Se preferisci approfondisci qui: visitare il Cimitero Monumentale di Milano.

      2 - Chinatown di Milano

      Terminata la visita al cimitero monumentale, raggiungi a piedi la Chinatown di Milano. Il quartiere si sviluppa principalmente attorno a via Paolo Sarpi, ed è caratterizzato da negozi e ristoranti di imprenditoria cinese. Per ovvi motivi, qui si trovano i migliori ristoranti cinesi della città. Il momento più affascinante dell’anno per visitare questo quartiere è in concomitanza con i festeggiamenti del Capodanno cinese, quando le vie si riempiono di lanterne e di sfilate con carri e dragoni. Non ti confondere però: le date dei festeggiamenti variano di anno in anno. Assicurati quindi di controllare quando cade il Capodanno cinese prima della tua partenza comodamente qui se ti piacerebbe assistervi durante il tuo weekend a Milano.

      Chinatown di Milano

      3 - Arco della Pace e Parco Sempione

      Una delle cose da vedere a Milano in due giorni è sicuramente Parco Sempione. Si tratta di una vasta area verde, nonché del parco più grande del centro cittadino. Al suo interno potrai vedere la statua di Napoleone III, alberi monumentali, le immancabili anatrelle che sguazzano nei laghetti, i campi attrezzati per i vari tipi di sport e il divertimento dei bambini. Prima di entrare nel parco non potrai non notare il grande Arco della Pace che ne precede l’ingresso e scorgere, esattamente dal lato opposto di Parco Sempione, i mattoncini rossi del Castello Sforzesco.

      Arco della Pace una cosa da vedere a Milano
      Parco Sempione Milano

      4 - Castello Sforzesco

      Attraversando Parco Sempione giungerai al Castello Sforzesco. Varcato l’ingresso (gratuito) potrai camminare nei cortili e scegliere se visitare qualcuno dei 7 musei al suo interno, tra cui il Museo di Michelangelo in cui potrai ammirare l’ultima opera dell’artista e mai conclusa. Il castello è di dimensioni davvero notevoli e, a meno che tu non sia solo di passaggio, il modo migliore per approfondire la sua scoperta è attraverso una visita guidata prenotabile online. La guida ti porterà a scoprire le sale interne, ma anche i fatti storici che l’hanno caratterizzato. All’uscita dal lato opposto del parco, giungerai a Fontana di Piazza Castello.

      Cosa vedere a Milano in due giorni Castello Sforzesco

      5 - Piazza del Duomo e Galleria Vittorio Emanuele II

      Terminata la visita al castello riparti a piedi seguendo Via Dante, una strada ricca di caffè e boutique. Dopo aver attraversato anche Via Orefici, giungerai nella magnifica Piazza del Duomo. Perditi nei dettagli del centro storico di Milano, ammira la statua posta al centro della piazza, i piccioni che la invadono a suon di briciole di pane, i dettagli del Duomo, le guglie, le decorazioni e le statue della facciata, ma anche nei colori e sfarzo di Galleria Vittorio Emanuele II. Varca l’ingresso della galleria e, ancora una volta, ammira minuziosamente i dipinti, le terrazze sopraelevate, la pavimentazione e le decorazioni.

      Mi raccomando: non scordarti di fare il giro sulle palle del toro con il tallone per 3 volte (dicono porti fortuna, ma non ne sono troppo convinta.. ormai il povero toro sembra non avere neanche più le palle da quanto è stato consumato a suon di cercatori di fortuna). In ogni caso sono d'accordo con te: tentar non nuoce! Troverai il toro sul pavimento a sinistra del grande mosaico centrale (entrando da Piazza Duomo). All’interno si trovano ristoranti e negozi dell’alta moda italiana.

      Duomo di Milano
      Galleria Vittorio Emanuele una cosa da vedere a Milano

      6 - Visita del Duomo e terrazze al tramonto

      Come ultima cosa di oggi di questo itinerario di 2 giorni a Milano, ti suggerisco di concederti qualcosa di davvero magico: visitare il Duomo e salire sulle terrazze al tramonto. Sarà per i colori caldi che il marmo è in grado di assumere al calar del sole, ma questo orario è gettonatissimo. Assicurati di prenotare il biglietto sulla pagina dedicata con sufficiente anticipo, oppure evita questa fascia oraria se hai improvvisato una fuga senza preavviso. Una volta sceso dalle terrazze, sarà il momento di visitare la chiesa, ammirare le immense colonne al suo interno e le meravigliose vetrate ed i dipinti che la costituiscono. Con lo stesso biglietto potrai visitare anche il museo del Duomo e l’area archeologica.

      Se soffri di vertigini ti sconsiglio di acquistare i biglietti per le terrazze del Duomo, ma riservarti solo l’ingresso nella chiesa, comunque davvero maestosa e degna di una visita (puoi acquistare il biglietto qui). La salita avviene in sicurezza, ma le scalinate sono esposte e permettono di vedere la piazza sottostante, ecco perché te lo sconsiglio.

      Visita delle terrazze del Duomo di Milano biglietti

      Approfondisci nell'articolo dedicato ai consigli per visitare il Duomo di Milano.

      Dove pernottare a Milano

      Grazie alla comodità della metropolitana, non avrai davvero problemi ad essere certo di aver trovato una sistemazione adatta a questo itinerario di 2 giorni a Milano. Confronta le migliori tariffe per le tue date su questa pagina ed assicurati semplicemente che la sistemazione si trovi nei pressi di una fermata della metro. Se hai più tempo, dedicati invece alla lettura dell'articolo dedicato alla zona migliore in cui dormire a Milano.

      Cosa vedere a Milano in 2 giorni: secondo giorno

      Sondaggio: avremmo mai potuto non dedicare questa seconda parte dell’itinerario di cosa vedere a Milano in 2 giorni, allo shopping? Beh, anche se magari non sarai una di quelle persone che vagano per la città con una decina di borse tra le mani (come ti capisco!), nella capitale della moda non potevamo non prendere in considerazione almeno di vedere con i nostri occhi le tanto famose vie di boutique  e negozi prestigiosi. Tranquillo, nonostante con questo itinerario passerai da qui, non sarà nulla di troppo palloso, ma semplicemente un modo per scoprire meglio Milano e le sue sfaccettature.

      1 - Palazzo Reale Milano

      Al mattino del secondo giorno, fai ritorno alla Piazza del Duomo. Sulla sinistra del Duomo vedrai una piazza: sarà proprio questa la tua prima tappa oggi! Qui si trova il Palazzo Reale di Milano, utilizzato nel Medioevo come sede del Governo e come abitazione delle famiglie reali che si sono susseguite poi. Ad oggi vale la pena raggiungerlo perché è diventato un centro culturale davvero degno di nota e spesso si tengono mostre prestigiose. Quando l’ho visitato io, ad esempio, c’era la mostra di Monet. Consulta il programma del Palazzo Reale per scoprire i prossimi eventi in calendario.

      Palazzo Reale Milano

      2 - Shopping in Via Torino

      Se il buongiorno si vede dal mattino, il tuo portafoglio potrebbe non essere troppo esaltato da questa cosa: passeggiare lungo Via Torino. Questa è una delle strade commerciali più famose della città e collega Piazza del Duomo ai Navigli. Qui si trovano negozi per tutti i portafogli e, anche per questo motivo, molti giovani animano Via Torino. 

      3 - Cosa vedere a Milano in 2 giorni: la Basilica di Sant’Ambrogio

      La Basilica di Sant'Ambrogio è il secondo edificio di culto più importante della città (dopo il Duomo ovviamente), perché è dedicata al patrono della città. L’edificio in mattoncini rossi non passa inosservato neanche camminando dal lato opposto della strada, ma vale la pena vederlo più da vicino e, se lo desideri, visitare i suoi interni in cui sono custoditi anche i resti di Sant’Ambrogio in uno scrigno d’oro.

      Cosa vedere a Milano in 2 giorni Basilica di Sant’Ambrogio

      4 - Cenacolo Vinciano: l’ultima cena di Leonardo da Vinci

      Un’opera che ne ha passate davvero molte, tra cui la realizzazione con una tecnica sperimentale, bombardamenti e restauri, ma è qualcosa da vedere con i propri occhi almeno una volta nella vita. L’ultima cena di Leonardo da Vinci è ancora sulla parete dipinta da Leonardo stesso, ma ha avuto bisogno di molti restauri nel corso degli anni proprio perché la tecnica da lui scelta e l’umidità del refettorio, l’hanno portata a sgretolarsi sempre di più. È possibile visitarla seguendo turni da 15 minuti e senza avere liquidi con sé. 

      La visita al Cenacolo Vinciano è completamente opzionale, in quanto il biglietto deve essere prenotato con largo, o larghissimo anticipo in base al periodo, sulla pagina ufficiale. Se invece tu sei alla ricerca di cosa vedere a Milano in due giorni semplicemente perché hai deciso all'ultimo minuto di partire, ti suggerisco di non sprecare tempo e non tentare di acquistare i biglietti in loco. Se nel momento della prenotazione ti rendessi conto che non ci fossero più biglietti disponibili per la data che ti interessa, una valida alternativa potrebbe essere quella di acquistare il tour del Cenacolo con i biglietti salta fila inclusi (ovviamente il costo sarà più alto, ma la visita molto più interessante e ricca di informazioni).

      Cenacolo Vinciano Biglietti
      Cenacolo Vinciano l’ultima cena di Leonardo da Vinci

      Bonus: se non avessi prenotato con sufficiente anticipo il cenacolo e neppure l’ingresso con la guida riuscisse ad aiutarti, sappi che potresti dedicarti comunque all’affascinante scoperta delle opere di Leonardo da Vinci all’interno del Museo nazionale della scienza e della tecnologia. Ottieni qui i biglietti.

      5 - Chiesa Santa Maria delle Grazie

      Nella stessa piazza in cui si trova l’ingresso per il cenacolo vinciano, si trova l’ingresso della Basilica di Santa Maria delle Grazie patrimonio UNESCO. In realtà è esattamente la chiesa nel cui refettorio è stata dipinta l’ultima cena, ma i due ingressi sono separati. Se passerai di qui potrebbe essere piacevole anche ammirare i suoi interni, frutto della ricostruzione del 1943 quando i bombardamenti l’hanno quasi rasa al suolo.

      Chiesa Santa Maria delle Grazie Milano

      6 - Teatro alla Scala

      Anche se dall’esterno potrebbe non sembrare un edificio di particolare rilievo, gli interni del Teatro alla Scala sono sfarzosi, lussureggianti e poter assistere ad uno spettacolo seduto su quelle poltrone è qualcosa di indimenticabile. L’unico modo per visitare il Teatro alla Scala è con un tour guidato prenotabile sulla pagina dedicata, che ti darà accesso anche al museo. All'interno del museo sono custoditi molti accessori utilizzati durante le esibizioni liriche.

      Teatro alla Scala

      7 - Via Montenapoleone e Corso Vittorio Emanuele II

      In Via Montenapoleone e Corso Vittorio Emanuele si palesa ciò che è MIlano: la capitale della moda. Via Montenapoleone, in particolar modo, è il luogo in cui si trovano le vetrine dei marchi di alta moda, ma anche eccellenze della gioielleria. Durante la settimana della moda in questa via camminano modelli e modelli di tutto il mondo e VIP di fama internazionale. Corso Vittorio Emanuele è invece il luogo classico per una passeggiata in centro a Milano.

      Via Montenapoleone Milano
      Corso Vittorio Emanuele una cosa da vedere a Milano

      8 - Colonne di San Lorenzo e Corso di Porta Ticinese

      Se vuoi ammirare i resti della Milano Medievale, una cosa che dovresti vedere in questi due giorni è la Porta Ticinese Medievale: era una delle 6 porte che consentivano l’accesso alla città. Nelle vicinanze potrai vedere anche le 16 colonne in marmo e la Basilica di San Lorenzo. All’interno della Basilica, che mostra una Milano imperiale, è possibile ammirare una delle copie del cenacolo dipinta da un allievo di Leonardo da Vinci. All’interno anche i mosaici meritano la tua attenzione.

      Cosa vedere a Milano in due giorni le colonne di San Lorenzo

      9 - Navigli

      È una delle zone più frequentate dai giovani milanesi, i Navigli sono un insieme di canali che collegavano Milano alla Svizzera (sì, hai letto bene) anche se oggi non vengono più utilizzati per il commercio. Se vuoi approfondire la sua storia e la costruzione dei canali, ti suggerisco di partecipare al tour dei Navigli. In ogni caso questo è il luogo perfetto in cui trascorrere la serata a Milano.

      Puoi scegliere di fermarti qui fino al tramonto, concedendoti un aperitivo in uno dei tanti locali e trascorrendo la serata qui. Se invece dovessi avere il treno di rientro in serata (e soprattutto TI VA), potresti prendere in considerazione di raggiungere il Binario 21 in cui ora è custodito il memoriale della Shoah nei pressi della stazione centrale.

      Naviglio grande Milano

      10 - Memoriale Della Shoah: il Binario 21

      Non avrei voluto concludere questa guida su cosa vedere a Milano in due giorni con un memoriale di questo tipo, ma sono convinta che solo ricordando la storia e come è stata possibile la realizzazione di certi atti disumani, si possa migliorare il futuro. Se ripartirai dalla stazione di Milano Centrale, devi sapere che appena fuori dall’edificio si trova l’unica stazione di partenza con la quale venivano deportati gli ebrei, rimasta in Europa. Al suo interno potrai entrare negli stessi vagoni di legno in cui venivano ammassate persone innocenti, vedere quelle stesse rotaie su cui scorrevano le ruote dei treni e capire come una cosa così disumana fosse sotto gli occhi di tutti. Devi sapere che questo binario veniva utilizzato per il trasporto della posta e proprio per questo motivo posizionato ad un piano inferiore rispetto alla stazione per il trasporto degli uomini. Il binario venne poi sequestrato ed utilizzato per deportare centinaia di migliaia di persone innocenti. 

      Se vorrai, è giusto che tu sappia che puoi visitarlo pagando un biglietto di € 10. Qui le indicazioni per raggiungerlo (ma ricorda che dovrai uscire dalla stazione).

      Memoriale Della Shoah Milano

      FAQ - Domande con risposte

      Cosa vedere a Milano in un giorno?

      Se hai un solo giorno a disposizione per scoprire Milano, assicurati di concentrarti sulle attrazioni principali: il Castello Sforzesco, Parco Sempione, il Duomo e la salita sulle terrazze, la galleria Vittorio Emanuele, i Navigli e il Cenacolo. 

      Cosa fare a Milano?

      Visita la città a piedi, ammira il tramonto dalle terrazze del Duomo, mangia una pizza sui navigli, passeggia lungo via Montenapoleone e Corso Vittorio Emanuele, assisti ad uno spettacolo al Teatro alla Scala, perditi nei dettagli della Galleria Vittorio Emanuele o partecipa a qualche evento tra la miriade di proposte presenti in città (qui il calendario).

      Qual è il periodo migliore in cui visitare Milano?

      Anche se è difficile dirlo, sembra che settembre sia uno dei mesi più belli per visitare Milano. L’estate è da evitare per la grande afa che si respira e l’inverno per il freddo pungente che la caratterizza. In ogni caso vedere Milano durante le festività natalizie è qualcosa di davvero magico. La primavera è un buon periodo per visitare la città.

      Con questo itinerario hai le informazioni necessarie su cosa vedere a Milano in 2 giorni, ma ovviamente se vuoi modificare o sostituire qualche tappa perché non rispecchia le tue preferenze di viaggio, sei liberissimo di farlo (anzi, è ciò che ti suggerisco). Grazie per affidarti ai consigli di Sarà Perchè Viaggio e, ricorda che se dovessi avere qualche dubbio o domanda su qualsiasi cosa citata, potrai lasciare il tuo commento qui sotto e ti risponderò volentieri. A presto e goditi Milano!

      Appunta l'articolo per dopo, Pinnalo!

      Ti è piaciuto quello che hai letto? Vuoi essere aggiornato sui nuovi articoli? Iscriviti gratis!

      Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post (tranquillo, non ti stalkerizzerò (😂) e potrai cancellare l'iscrizione in qualsiasi momento)

      Iscriviti alla nostra newsletter e unisciti agli altri 339 iscritti.

      Manteniamo i tuoi dati privati e condividiamo i tuoi dati solo con terze parti che rendono possibile questo servizio. Leggi la nostra politica sulla privacy completa.

      Vai di fretta?

      Organizza la tua visita a Milano in meno di 15 minuti!

      Cerca le migliori offerte di voli per Milano qui (da € 11).

      Scegli dove dormire a Milano tra le zone migliori (da € 21).

      Prenota un tour a piedi della città (da € 20).

      Acquista il biglietto saltafila per visitare il Duomo di Milano (da € 12).

      Preparati a visitare il Cimitero Monumentale di Milano.

      Se necessario, prenota un transfer da e per l'aeroporto qui.

      Ottieni l'assicurazione viaggio con uno sconto del 10% qui.

      0 commenti

      Lascia un Commento

      Vuoi partecipare alla discussione?
      Sentitevi liberi di contribuire!

      Lascia un commento

      Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *