fbpx
Lago di Tovel uno smeraldo (rosso) nella Val di Non
Italia,  Trentino

Lago di Tovel: uno smeraldo (rosso) nella Val di Non

Tempo di lettura: 3 minuti

Il Trentino è aria fresca, castelli che sorvegliano intere vallate, montagne tra le più suggestive al Mondo e laghi, stupendi laghi di montagna. Hai deciso di trascorrere qualche giorno nella Val di Non, magari per visitare i suoi meravigliosi castelli, ma poi hai capito che avevi bisogno anche di un po’ di relax, magari proprio in montagna. Se le cose stanno così, quello che fa al caso tuo è il lago di Tovel! Un lago alpino, conosciuto per una particolarità: il colore rosso delle sue acque!

Quindi, sto insinuando che esiste un lago di montagna rosso?

Sì e no. Leggi i prossimi paragrafi per scoprire di più su questo lago: da come raggiungerlo, alle alghe che crescono sul suo fondale.
Come dici, non stai più nella pelle? Perfetto, allora non mi resta che augurarti una buona lettura!

Insomma, questo lago è davvero rosso o no?

In realtà lo è stato. Fino al 1964, in estate, le sue acque si tingeva di un rosso intenso.

Immagina che cosa suggestiva fosse, osservare un lago rosso sangue. Non a caso sono nate molte leggende per cercare di spiegare questo fenomeno, come quella che il colore fosse dato da sangue di uomini morti in battaglia.

lago di tovel rosso
Foto di TrentoToday

Ecco la spiegazione scientifica: il colore rosso assunto dal lago era causato da una grande quantità di un particolare tipo di alga rossa, che aveva trovato nel Lago di Tovel, l’habitat ideale per proliferare. 

Perché oggi il lago non diventa più rosso?

Anche se le cause di questo fenomeno sono ancora in fase di studio, si è capito che l’alga colpevole del colore rosso, è ancora presente nel lago, ma in maniera ridotta. Si pensa anche che siano necessarie condizioni sia di temperatura dell’acqua, che biologiche, ottimali, ma ancora sconosciute, per vedere di nuovo il lago rosso.

La causa principale dell’alterazione del suo ecosistema, è dovuta ad un eccessivo svaso delle acque del lago effettuato nell’estate del 1964, per far fronte alla siccità, per irrigare i famosi meleti della Val di Non.

Ecco perchè oggi non diventa più rosso!

Perché andare al Lago di Tovel?

Il lago di Tovel non è solamente un lago alpino, ma è un vero e proprio smeraldo incastonato nella Val di Non. Anche se oggi non si verifica più l’arrossamento delle sue acque, vale la pena visitarlo per la sua grande bellezza. Circondato da cime innevate, riflette lo spettacolo della natura come fosse uno specchio delle meraviglie; e poi il suo colore: un vero e proprio smeraldo verde che brilla, riflettendo i raggi del sole e regalando il senso di pace che si può provare solamente immergendosi appieno nella natura più incontaminata.

Come raggiungerlo?

Quando la neve inizia a sciogliersi, il numero di visitatori aumenta di giorno in giorno. Vi sono alcuni parcheggi dislocati nella salita per raggiungere il lago, spesso gestiti dalla polizia a causa del vasto numero di turisti. Il parcheggio più in alto, vicinissimo al lago, è generalmente a pagamento e spesso al completo. I parcheggi sottostanti, consentono l’accesso al lago dopo un sentiero (in salita, non posso negarlo) di una mezz’oretta circa, ma nel complesso nulla di impegnativo (ovviamente se hai oggetti ingombranti o passeggini, puoi salire fino al parcheggio più vicino al lago per scaricare tutto).
Il lago è raggiungibile anche d’inverno, quando si trasforma in un suggestivo paesaggio innevato e silenzioso in cui ritrovare sintonia con se stessi.

Cosa fare al lago di Tovel?

Puoi scegliere di fare il giro del lago in circa un’ora e mezza; ma sono parecchi i percorsi nei dintorni. Ad esempio, puoi scegliere di concederti un percorso enogastronomico nel rifugio vicino al lago: dimentica la concezione di rifugio di montagna, qui il livello è davvero alto. Un ottimo ristorante, perfetto per rifocillarsi dopo una passeggiata in montagna, con dei formaggi locali o del pesce di lago.

Insomma, il Lago di Tovel è un ottimo posto in cui rilassarsi, immerso nella natura e nell’ottimo cibo!

E tu, sei mai stato al lago di Tovel?
Hai qualche dubbio o domanda a cui non ho risposto nell’articolo?
Fammelo sapere nei commenti!

Condividi l’articolo se l’hai trovato interessante, grazie!

Guarda il video girato in questi giorni in Trentino!

Fondatrice del blog Sarà Perchè Viaggio. Amante della Norvegia e aurora boreale dipendente. La mia vita ruota attorno a 3 cose: esplorare, sognare e scrivere.

Rispondi

29 Condivisioni
Condividi
Tweet
Condividi
Pin