fbpx
Aurora boreale: tutto quello che c’è da sapere
Consigli,  Islanda,  Svezia

Aurora boreale: tutto quello che c’è da sapere

Tempo di lettura: 7 minuti

Stai provando a raccogliere tutte le informazioni su come ammirare l’aurora boreale, ma ti sei reso conto che, per avere un’idea chiara, devi trovare una guida precisa e dettagliata che ti chiarisca le idee una volta per tutte. Purtroppo, però, hai già sfogliato parecchi articoli, ma non sei ancora riuscito a scovare quello che faccia al caso tuo.
In realtà, non è così perché sei proprio nel posto giusto al momento giusto! Ti basterà avere qualche minuto di tempo libero ed in men che non si dica conoscerai tutti i segreti per andare a caccia d’aurora boreale.

Non perdiamo altro tempo! Siediti bello comodo ed inizia a fantasticare sul momento in cui potrai ammirare le luci del nord con i tuoi occhi. 

A me non resta che augurarti una buona lettura!

Cos’è l’aurora boreale?

Sono ormai moltissime le fotografie che hai sfogliato, ma ancora non sai rispondere alle domande “Che cos’è l’aurora scientificamente? Come si forma?”. Ottimo, allora direi di partire proprio da questo!

L’aurora polare (detta anche boreale se si verifica nell’emisfero settentrionale) è uno spettacolo di luci danzanti, provocato dell’attività del sole. 
Danzanti? Non si muovono davvero?” Esatto, è proprio così! Le luci dell’aurora boreale sono in continuo movimento, delle volte lente ed altre più veloci. Quello che formano è una vera e propria danza sinuosa nel cielo. Sul mio profilo Instagram, ho pubblicato il video della danza dell’aurora boreale a cui ho assistito in Svezia. Clicca qui per vederlo e farti un’idea dello spettacolo a cui assisterai (anche se quella sera era un pò fievole, magari tu sarai più fortunato).

In termini scientifici:

le particelle solari entrano in collisione con i gas presenti nell’atmosfera terrestre, creando questo fenomeno ottico che prende il nome di Aurora Boreale. A seconda dei gas presenti, l’aurora avrà gradazioni di colori differenti; generalmente variano dal verde, all’azzurro, al viola, ma esistono anche le aurore rosse che si verificano quando il vento solare è molto forte.

Ok, ora sei perfettamente a conoscenza di cosa sia l’aurora boreale, sia in termini tecnici che in pratica! 

Passiamo ora all’azione!

Scarica l’app

Prima di uscire a caccia d’aurora, ti consiglio di installare l’applicazione “Aurora Forecast” sul tuo smartphone. Ti sarà molto utile per conoscere l’indice KP corrente (tranquillo, tra poco ti spiego cos’è) e scoprire la possibilità che hai di vedere l’aurora, in base al luogo in cui ti trovi.
Ho scelto per te l’applicazione che ritengo più precisa ed affidabile, che puoi scaricare direttamente dallo store del tuo dispositivo cliccando semplicemente qui sotto.

Il dato più importante da interpretare è proprio L’INDICE KP.

Ti stai chiedendo cosa sia? 

Scopriamolo insieme!

L’indice KP è un valore che va da 0 a 9. Usando questa scala, è facile determinare quale numero di KP è necessario per avere la possibilità di vedere l’aurora dove sei. Ciò significa che a indice KP 0 c’è un’aurora molto debole o inesistente, mentre al massimo, 9, è in corso  una grande tempesta geomagnetica con aurore visibili probabilmente in Francia e persino nel nord della Spagna. Ecco un grafico che lo rappresenta perfettamente.

indice kp aurora boreale

“Ma, servirà pur a qualcosa quest’applicazione o devo farmi tutto il lavoro sporco io?” Tranquillo fa tutto lei (sarà femmina almeno?): tiene in considerazione il KP corrente e ti fornisce la percentuale di possibilità di vedere l’aurora, in base al luogo in cui ti trovi ed alle condizioni meteorologiche.

Eh già, perchè con il cielo coperto non ci sono molte probabilità di vederla; ma continua a leggere che dopo ti dirò cosa fare se il cielo è nuvoloso.

L’applicazione mostra anche una lista dei migliori paesi in cui vedere l’aurora in tempo reale ed una rappresentazione grafica di questo fenomeno. 

È inoltre possibile consultare le previsioni per le prossime ore. 

Dove e quando ammirare l’aurora boreale?

I mesi da ottobre a marzo rappresentano il periodo in cui il fenomeno naturale dell’aurora boreale è più visibile. Gli orari della giornata migliori sono le prime ore della notte: circa dalle 21 all’una di notte. I luoghi migliori in cui vedere l’aurora boreale sono le zone più vicine al Polo Nord. Precisamente alle latitudini da 65 a 72 gradi dell’emisfero settentrionale: zone tendenzialmente fredde ed innevate.

Per scegliere il periodo migliore bisogna tenere in considerazione soprattutto il luogo scelto per assistere allo spettacolo di luci danzanti, in quanto non vale la stessa regola per tutti i posti, anche se più o meno è abbastanza simile. Ma non ti preoccupare, puoi leggere quest’articolo per avere tutte le informazioni di cui hai bisogno. Aurora boreale: tutto quello che c’è da sapere su dove e quando ammirarla.

Cosa devo portare quando esco a caccia d’aurora?

Per assistere al meglio alla danza delle luci del nord, recati in un luogo buio e lontano dall’illuminazione delle città. Ti consiglio di portare con te una pila da testa ed alcune batterie di scorta, così da essere preparato se il freddo dovesse giocare un brutto scherzo alla carica, come spesso accade. 

Se hai in programma di fotografare lo spettacolo a cui stai per assistere, dovrai munirti di macchina fotografica e cavalletto, per fotografie in lunga esposizione. 
Su Amazon puoi trovare alcuni cavalletti molto leggeri e maneggevoli, ma allo stesso tempo stabili. Quest’ultima caratteristica è indispensabile per far fronte all’eventuale vento. 

€ 156,63 su Amazon

Non ti serve nient’altro per assistere ad uno degli spettacoli più meravigliosi di Madre Natura.

Ricorda di scegliere un luogo buio e se le probabilità dell’applicazione saranno buone, non dovrai far altro che attendere per assistere alla danza dell’aurora boreale.

Anche se il cielo è coperto? O posso starmene al calduccio davanti al camino?” Leggi i miei consigli qui sotto che ho un piccolo segreto da svelarti!

Come devo vestirmi?

Vuoi sapere il segreto per non avere freddo mentre aspetti l’aurora boreale? Beh.. forse non è proprio un segreto: vestirti come un omino Michelin! 

Ecco gli strati da indossare:

  1. Intimo tecnico, il più importante. Non badare a spese per questo, il più bello e che svolga al meglio il suo ruolo. Perfetto se in lana merino
  2. Calze tecniche, anche queste in lana merino
  3. Pile e maglioni in abbondanza
  4. Pantaloni felpati
  5. Guanti touch sotto i guanti da sci
  6. Berretta, paraorecchie o colbacco
  7. Scaldacollo
  8. Giacca e pantaloni antivento o tuta da sci, perfetti se impermeabili.

Molti utilizzano anche delle bustine riscaldanti, per tenere al caldo soprattutto le estremità, cioè mani e piedi. Però, io (che sono una freddolosa cronica) vestita esattamente come ti ho appena elencato, non ne ho mai avuto bisogno. Al massimo puoi scaldarti con una bella corsetta!

A parte gli scherzi, se il freddo ti spaventa, queste possono essere una buona soluzione.

I miei consigli

La primissima volta in cui sono uscita in cerca d’aurora, sono rientrata molto perplessa ed anche un pò abbattuta

Perché? Ora ti spiego per chiarirti le idee una volta per tutte ed arrivare al giorno in cui uscirai anche tu per cercare l’aurora boreale, preparatissimo.

La fotografia qui sotto rappresenta ciò che ho visto la prima sera in cui sono uscita a caccia d’aurora. Sono rientrata chiedendomi: Sul serio lo spettacolo delle luci danzanti di cui tutti parlano, è solo quella roba lì? Allora è tutto merito di Photoshop??”
La sera successiva ho visto l’aurora sul serio e non aveva nulla a che fare con questa.

  1. Chiariamo il primo concetto: se l’aurora boreale c’è, la vedi. 
    Non commettere il mio stesso errore di trascorrere tutta la sera con gli occhi al cielo alla ricerca della minima macchiolina verde nascosta tra le stelle. Ovviamente dipenderà molto dall’indice KP, ma finchè non vivrai l’esperienza di non saper più dove guardare perchè l’aurora riempirà il cielo davanti e sopra di te, non potrai dire d’aver assistito allo spettacolo delle luci danzanti.
L'aurora la sera successiva

2.  Se il cielo è coperto, esci comunque. 
Nei paesi scandinavi, ma anche in Islanda, non è raro che il vento spazzi via tutte le nubi in pochi istanti, e lasci dietro di se uno spettacolo indimenticabile. 

3. Se sei superstizioso, non urlare, fischiare o battere le mani durante un’aurora boreale.
Secondo un’antica leggenda è vietato fischiare, applaudire o richiamare l’attenzione dell’aurora boreale.  Questo, infatti, potrebbe attirare gli spiriti che si abbatterebbero sul trasgressore. Sebbene sia solo una leggenda, io scelgo di restare in silenzio! 

4. Le temperature troppo basse, sono nemiche dell’aurora boreale.

A me non resta che augurarti buon viaggio, perché dopo aver letto questa guida sei più che pronto per assistere allo spettacolo delle luci danzanti!

Ti è piaciuto l’articolo? Pinnalo!

Fondatrice del blog Sarà Perchè Viaggio. Amante della Norvegia e aurora boreale dipendente. La mia vita ruota attorno a 3 cose: esplorare, sognare e scrivere.

Rispondi

171 Condivisioni
Condividi
Tweet
Condividi
Pin